21 mayo 2018
21 mayo 2018

La ricetta del campione: premiate le 5 classi vincitrici del contest che ha coinvolto 20mila bambini

Nel pre-partita di Udinese-Bologna la premiazione dei vincitori del concorso di idee promosso da Bluenergy Group nell’ambito del progetto “Movimento in 3S: Salute, Scuola, Sport” del CONI FVG

05.20-3120.jpg
Sono cinque le classi di altrettante scuole primarie del Friuli Venezia Giulia vincitrici del contest “La Ricetta del Campione: sport e cibo sano per crescere bene”, il concorso di idee promosso da Bluenergy Group, player di riferimento nella fornitura di luce e gas con sede a Udine e in forte espansione nel Nord Italia.

Un momento speciale per i 90 bambini delle classi vincitrici protagonisti, domenica 20 maggio, alla Dacia Arena nel pre-partita dell’ultimo match della Serie A tra Udinese e Bologna. A bordo campo infatti si è svolta la premiazione del concorso di idee con la consegna di magliette e targhe alle classi vincitrici da parte di Stefano Luperto, Responsabile Marketing di Bluenergy Group, Giorgio Brandolin, Presidente Regionale del CONI e Franco Soldati, Presidente di Udinese Calcio.

Sono state premiate cinque classi, una per ogni anno di studio: la classe I^ della scuola primaria “Dante Alighieri” di Turriaco (GO), la classe II^A della scuola primaria “Giacomo Leopardi” di Villa Vicentina (UD), la classe III^ della scuola primaria “Giuseppe Mazzini” di Villesse (GO), la classe IV^ della scuola primaria “Ippolito Nievo” di Colloredo di Monte Albano (UD) e la classe V^B della scuola primaria “P. Angelo Buodo” di Pravisdomini (PN).

Il concorso di idee organizzato nell’ambito di Movimento in 3S: Salute, Scuola, Sport” è  il progetto promosso dalla Regione FVG e  CONI FVG  con il contributo di Bluenergy Group, che per l'anno scolastico 2017/2018  coinvolge 103 Istituti Comprensivi e 20.000 bambini delle scuole primarie del Friuli Venezia Giulia.

In linea con gli obiettivi educativi del progetto, agli alunni è stato chiesto di interpretare il tema “La Ricetta del Campione: sport e cibo sano per crescere bene” realizzando un poster delle dimensioni 70x100cm con tecniche libere quali pastelli, tempera, acquerello, acrilico e collage. Con la guida dell’insegnante curriculare e il supporto dell’esperto in scienze motorie che ha affiancato le classi nell’ambito del progetto, i bambini hanno dato la loro interpretazione di che cosa significa mettere in pratica comportamenti che promuovono uno stile di vita sano.

I cinque poster vincitori sono stati scelti tra i 440 elaborati provenienti da tutte le scuole del Friuli Venezia Giulia da una giuria che ha premiato la creatività, l’originalità nello sviluppo dei temi del contest e la qualità grafica degli elaborati. La giuria ha selezionato i poster vincitori con queste motivazioni: 

  • Poster della classe I^ della scuola primaria “Dante Alighieri” di Turriaco (GO), "perchè realizzato interamente dai bambini, un elaborato da cui emerge il lavoro di squadra in cui ogni bambino ha potuto dare il proprio contributo, senza artifizi e aiuti da parte degli insegnanti e che evidenzia con immediatezza e semplicità due valori alla base dello sport quali il rispetto e la condivisione"

  • Poster della classe II^A della scuola primaria “Giacomo Leopardi” di Villa Vicentina (UD), "perchè ha saputo reinterpretare con originalità l'idea del gioco, valorizzando e inserendo in modo coerente e strutturato i temi peculiari del concorso di idee: la sana alimentazione, l'importanza del movimento e di stili di vita sani."

  • Poster della classe III^ della scuola primaria “Giuseppe Mazzini” di Villesse (GO), "perché ha saputo interpretare in modo essenziale, pulito e diretto il tema del contest mixando finemente lo sport e i cibi per una corretta alimentazione, il tutto impreziosito da un inaspettato tocco patriottico e da un originale mix delle tecniche di realizzazione"

  • Poster della classe IV^ della scuola primaria “Ippolito Nievo” di Colloredo di Monte Albano (UD), "perchè ha letteralmente "dato vita" al tema del contest, personificando gli alimenti come degli esseri umani intenti a fare sport, e perché ha saputo mixare tecniche di realizzazione diverse con equilibrio ed efficacia"

  • Poster della classe V^B della scuola primaria “P. Angelo Buodo” di Pravisdomini (PN), "perchè ha interpretato in modo originale e con uno sguardo a 360° il tema del concorso di idee, affrontando in modo semplice, diretto e coerente con il progetto creativo dell'elaborato, un tema forte e di attualità come il bullismo"


"Il concorso di idee – ha commentato Alberta Gervasio, Direttore Generaledi Bluenergy Groupha avuto un ottimo riscontro da parte dei bambini e degli insegnanti coinvolti e la Dacia Arena è stata certamente la cornice ideale per valorizzare e rendere merito a un'iniziativa che in questi mesi ha contribuito a promuovere in modo attivo e capillare la sana alimentazione, comportamenti e stili di vita salutari e l’importanza del movimento. Un obiettivo che, come si evince dagli tutti gli elaborati che sono stati presentati, è stato raggiunto appieno. I bambini infatti hanno dato prova di una creatività vivace e sono stati in grado di rappresentare al meglio e con originalità i comportamenti della vita quotidiana che fanno bene alla salute, dimostrando di aver ben compreso e assimilato questi concetti. Per questo siamo orgogliosi di supportare il progetto Movimento in 3S perché rappresenta un'opportunità concreta per diffondere il messaggio dello sport come strumento di integrazione, di benessere e di stili di vita sani, partendo dai bambini, ma coinvolgendo anche genitori, insegnanti, mondo dello sport e istituzioni in un vero progetto di sistema in cui le diverse componenti della società interagiscono sinergicamente."

Confermo con piacere il grande successo riscosso dal concorso e di questo ringrazio per l’impegno i bambini, gli insegnati e i nostri esperti che hanno collaborato all’iniziativa - ha commentato Giorgio Brandolin, Presidente CONI FVG. Gli obiettivi che ci eravamo prefissati sono stati sicuramente raggiunti.  I bambini con la loro creatività hanno individuato e rappresentato al meglio i comportamenti della vita quotidiana che sono a favore della salute. Gli oltre 400 elaborati presentati meritano una valorizzazione. Mi auguro quindi che il messaggio espresso dai bambini possa essere ulteriormente evidenziato prevedendo ad esempio dei percorsi espositivi dei lavori sul territorio. Ringrazio la Bluenergy Group per il sostegno al progetto Movimento in 3S con l’auspicio che l’esempio venga accolto anche da altri soggetti privati. L’impegno alla promozione delle buone pratiche, al movimento ed ai sani stili di vita, non può essere solamente responsabilità delle Istituzioni Pubbliche, della Scuola, del Coni e delle Associazioni Sportive, ma deve essere condiviso anche dai privati e dall’ intera comunità.”   

Siamo estremamente felici di aver accolto alla Dacia Arena questi ragazzi – ha commentatoil Presidente di Udinese Calcio Franco Soldatie l’Udinese è orgogliosa di avere una delle proprie partnership principali con una realtà come Bluenergy che, attraverso il sostegno a progetti come Movimento 3S, dimostra nei fatti di condividere gli stessi principi della nostra società: lo sport sano come veicolo per la diffusione di corretti stili di vita a partire dai più giovani. Sono queste le iniziative capaci di dare valore aggiunto alla comunità e di avvicinare i bambini, e con loro le famiglie, allo sport e alla corretta alimentazione.”



Il progetto Movimento in 3S: Salute Scuola, Sport 

“Movimento in 3S: Salute, Scuola, Sport” è il progetto promosso da Coni FVG, Bluenergy Group e Regione FVG che, per l’anno scolastico 2017/2018, coinvolge 20.000 bambini delle scuole primarie del Friuli Venezia Giulia, 103 Istituti Comprensivi, 100 esperti in scienze motorie e diversi professionisti provenienti dall’ambito universitario e sanitario.

Giunto nell’anno scolastico 2017/2018 alla sesta edizione il progetto ha come obiettivo la promozione della salute nella scuola attraverso lo sport e gli stili di vita sani con azioni concrete, mirate, costanti durante l’anno ben integrate nel programma didattico degli istituti che aderiscono.

Il progetto prevede lezioni di educazione motoria tenute da laureati con un notevole incentivo all’occupazione di personale altamente formato: si tratta di giovani neolaureati del territorio a cui il progetto dà una concreta opportunità professionale. Il progetto prevede inoltre ore di formazione ad hoc per gli insegnanti su attività motorie e sani stili di vita affinché introducano tali concetti nei programmi scolastici (movimento, sana alimentazione, prevenzione delle devianze), e la partecipazione diretta delle famiglie ad incontri di informazione su queste tematiche tenuti da pediatri, psicopedagogisti, nutrizionisti e specialisti in medicina dello sport.

Il Progetto, oltre agli assessorati regionali allo Sport, all’Istruzione e alla Salute, coinvolge l’Università degli Studi di Udine e l’Ufficio Scolastico Regionale ed è stato sostenuto sia dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri che dal Ministero della Sanità che lo hanno fatto rientrare nelle linee di finanziamento del CCM (Centro Nazionale per la Prevenzione ed il Controllo delle Malattie), promuovendolo come esperienza pilota a livello nazionale. Nel corso del progetto vengono infatti raccolti ed elaborati indicatori di valutazione fisici e motori. I dati vengono poi comparati dall’IRCCS Materno Infantile Burlo Garofalo di Trieste e dall’Università degli Studi di Udine – Corso di Laurea in Scienze Motorie, permettendo di tracciare un profilo preciso dello stato di salute della popolazione pediatrica della Regione.
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto