19 octubre 2018
19 octubre 2018

Velazquez: "Con il Napoli ambiziosi e determinati"

Il mister bianconero presenta la sfida di sabato 20 ottobre con i partenopei

002 Velazquez 05-09-2018  Foto Petrussi.jpg
Julio Velazquez presenta Udinese-Napoli rispondendo alle domande dei giornalisti durante la conferenza stampa della vigilia.

Mister, il Napoli viene a Udine senza Insigne, quanto perdono i partenopei senza questo giocatore?

"La rosa del Napoli ha molta qualità. Lorenzo Insigne è un calciatore importante ma Ancelotti ha tanti giocatori di livello".

Ci dobbiamo aspettare una partita simile a quella contro la Juventus a livello tattico o si rischierà di più?

"Sarà un partita differente, il Napoli ha un altro modello di gioco e altri calciatori. L'unico fattore che accomuna le due squadre è la forza della rosa, entrambe si giocano lo scudetto".

Come ha trovato i ragazzi dopo la sosta?

"L’importante è che nessuno sia arrivato infortunato. In linea di massima sono arrivati tutti bene qualcuno più stanco di altri. Domattina faremo una seduta di attivazione in campo e deciderò l’11 titolare".

Lasagna e De Paul come li ha trovati?

"Ho parlato a lungo con i nazionali soprattutto con Kevin e Rodrigo. Sono entrambi molto contenti e soddisfatti di aver esordito con le proprie selezioni. Questo è importante per noi, se un giocatore è felice lo trasferisce al resto della squadra. E’ sintomo del buon lavoro che stiamo facendo".

Pussetto potrebbe giocare più accentrato? Cosa pensa delle parole di Kevin?

"Nacho lo conoscevo bene già quando giocava in Argentina. Mi è sempre piaciuto, può giocare ovunque. Nel corso del precampionato ha fatto fatica ma poi ha preso il ritmo, ha ampi margini di miglioramento. Dobbiamo contestualizzare le domande e le risposte, Kevin è un calciatore bravo e può tranquillamente giocare insieme o da solo là davanti. Avrebbe potuto fare più gol ma l’importante è che lavori con la squadra. Sono sicuro che alla fine della stagione avrà fatto molti gol".

Qual’è il reparto del Napoli che la preoccupa maggiormente?

"Non parlo del reparto ma ammiro Ancelotti. È un allenatore intelligente, preparato e di grande esperienza. Rispetto al Napoli di Sarri ha cambiato alcune situazioni di gioco partendo dal modulo. I partenopei ora giocano con una circolazione palla più veloce e possono arrivare in porta con tre passaggi".

Che idea si è fatto del mondo Udinese?

"Dobbiamo fare un’analisi oggettiva, la squadra è giovane sta crescendo e su alcune cose deve migliorare. Fin ad ora abbiamo giocato contro tre squadre del nostro livello Parma, Chievo e Bologna  e le altre cinque erano superiori. Il calendario non ci è stato amico quindi ora ci vuole tranquillità. Io personalmente non rimprovero nulla a questa squadra e sono soddisfatto del lavoro che stiamo facendo".

Contro il Napoli che cosa si aspetta dai suoi ragazzi?

"I ragazzi scenderanno in campo con fame e voglia di far punti. Mi è piaciuto l'allenamento di ieri, il primo a ranghi completi dopo quasi due settimane. La partita sarà difficile ma possiamo fare punti. Sono molto ambizioso e voglio che lo sia anche la squadra".

Ci sono aggiornamenti sulle condizioni di Teodorczyk?

"Ha fatto un lavoro individuale con lo staff medico, mettendoci sempre il massimo impegno.  Questa sera verificheremo le sue condizioni e come arriva alla partita di domani".
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto