News Udinese-Napoli finisce 0-3
20 October 2018
Partenopei a segno con Fabian Ruiz, Mertens su rigore e Rog

Udinese-Napoli finisce 0-3

DSC_2912.JPG
UDINESE-NAPOLI 0-3

Marcatori: Ruiz (13’pt), Mertens (35’st)(R), Rog (40’st)

UDINESE

Scuffet, Stryger, Nuytinc (40’st Wague), Troost-Ekong (34’pt Opoku), Samir, Fofana, Behrami (22’st Barak), Mandragora, Pussetto, Lasagna, De Paul

A disposizione 
Musso, Nicolas, Opoku, Ter Avest, Wague, Balic, Barak, D’Alessandro, Pontisso, Micin, Teodorczyk, Vizeu

All. Julio Velazquez

NAPOLI

Karnezis, Hysaj, Albiol, Koulibaly, Malcuit, Allan, Zielinski (39’st Rog),Verdi (3’pt F. Ruiz), Callejon, Milik (28’st Hamsik), Mertens

A disposizione
Ospina, D’Andrea, Mario Rui, Ruiz, Hamsik, Maksimovic, Rog, Diawara

All. Carlo Ancelotti

Ammoniti: Pussetto, Milik, Albiol, Allan, Stryger, Mertens

Arbitro: Mariani
Assistenti: Bindoni, Paganessi 
IV Uomo: Ghersini
Addetti VAR: Chiffi, Valeriani


La Dacia Arena è il teatro di Udinese-Napoli. Le due formazioni arrivano a questa sfida con umori decisamente diversi: il Napoli occupa il secondo posto in classifica alle spalle della Juventus, mentre l’Udinese deve puntare a fare punti dopo le tre sconfitte consecutive con Lazio, Bologna e Juventus.
Bianconeri subito costretti a rincorrere dopo un gran gol di Fabian Ruiz, entrato al posto dell'infortunato Verdi.
I ragazzi di Mister Velazquez creano parecchie occasioni con il duo Lasagna-De Paul e, a inizio secondo tempo, prendono in mano il pallino del gioco. 
Proprio nel momento di massima pressione il Napoli però segna il 2-0 con Mertens su calcio di rigore (punito un fallo di mano di Opoku) e, nei minuti finali, allunga sul 3-0 grazie a Rog. 

Prime battute caratterizzate dal possesso palla insistito del Napoli con la nostra Udinese che si limita a contenere l’avanzata dei partenopei.

La prima occasione è del Napoli: rilancio dal fondo sbagliato di Scuffet, Callejon intercetta e fa partire un destro che termina alto sopra la traversa.

Al 13’ arriva il vantaggio dei partenopei: disimpegno sbagliato di Behrami al limite dell’area che favorisce la conclusione di Fabian Ruiz. Il destro a giro non lascia scampo a Scuffet.

Al 21’ primo tiro dell’Udinese verso la porta avversaria: il piattone di De Paul termina di poco altro.

Un minuto dopo Kevin Lasagna si trova sui piedi la palla del possibile pareggio: il sinistro da posizione defilata viene respinta in tuffo da Karnezis.

Al 32’ perfetto cross dalla destra di De Paul per Lasagna. Il nostro numero 15 colpisce in sforbiciata ma la palla termina innocua fra le braccia di Karnezis.

Allo scadere del primo tempo grande lancio di Stryger per Kevin: l’attaccante bianconero si invola verso la porta e scarica una conclusione violenta che finisce abbondantemente sopra la traversa.

La ripresa comincia subito bene per i nostri ragazzi: cross pericoloso dalla sinistra di Nuytinck in area. Lasagna sbuca alle spalle della difesa ma manca l’impatto vincente a un metro dalla porta.

Al 34’st braccio largo di Opoku in area e l’arbitro decreta il calcio di rigore. Martens si presente dal dischetto e firma il raddoppio spiazzando Scuffet.

Il terzo gol del Napoli arriva a cinque minuti dal termine: il destro del neo entrato Rog finisce nell’angolino basso alla destra del nostro portiere.

DANIELE PRADÈ

"Il Napoli ha iniziato in modo feroce, segnando un eurogol. Abbiamo avuto delle occasioni, non le abbiamo sfruttate. Se non capitalizzi le occasioni con le grandi squadre è difficile fare punti. Dopo il rigore purtroppo non c'è più stata partita. Abbiamo avuto un percorso difficile in campionato, alla prossima dobbiamo fare la partita della vita con il Genoa. Dobbiamo essere bravi a tenere il morale alto e a recuperare le energie perché sarà un campo difficile, hanno anche strappato un punto alla Juventus oggi. A questi tifosi è un peccato non essere ancora riusciti a dare delle gioie. Questo è uno stadio in cui dobbiamo sentirci padroni, ma questo arriverà con il tempo e con l'esperienza". 

Guarda l'intervista

IGNACIO PUSSETTO

"Mi sono trovato bene nella posizione in cui ho giocato oggi. Sono dovuto andare a prendermi la palla davanti ai difensori per lanciarmi nell'area avversaria. Adesso però pensiamo alla prossima sfida, abbiamo bisogno di punti e lavoreremo al massimo durante la settimana per centrare questo obiettivo. Credo che l'episodio di Milik su Rodrigo fosse da cartellino rosso e forse avrebbe potuto cambiare le sorti del match".

Guarda l'intervista

RODRIGO DE PAUL

"Ho subito un duro intervento, è vero, forse sarebbe stato da cartellino rosso, però abbiamo perso tre a zero. Dobbiamo assolutamente migliorare. Fino all' 80esimo eravamo in partita. Sono arrabbiato perché non mi piace perdere, ma non posso recriminarci nulla perché abbiamo lasciato l'anima in campo. Adesso testa a Genoa per andare a prenderci i tre punti, abbiamo la squadra per farlo".

Guarda l'intervista

KEVIN LASAGNA

"Quello di stasera è un risultato un po' bugiardo perché fino all'80esimo eravamo in partita. Abbiamo avuto le nostre occasioni e purtroppo non siamo riusciti a concretizzarle. Dobbiamo subito voltare pagina, concentrarci sulla prossima sfida allenandoci già da domani al 100% per arrivare a Genova per fare male".

Guarda l'intervista

JULIO VELAZQUEZ

"Abbiamo sicuramente iniziato male: nei primi 10/15 minuti il Napoli ha fatto quello che ha voluto e abbiamo preso gol in modo assurdo. Poi siamo migliorati, abbiamo creato almeno 3 palle gol prima dell'intervallo e abbiamo ripreso bene nei secondi 45 minuti. Credo proprio che questa prestazione sia superiore di quella fatta con la Juventus, ne sono prova le molte occasioni da rete che purtroppo non si sono concretizzate. Il calendario fin qui è stato complesso e lo sarà ancora a novembre, ma dobbiamo comportarci da uomini: lavorare al massimo in allenamento con una mentalità positiva, pronti a dare anima e corpo sul campo".

Guarda l'intervista
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto