News LE DICHIARAZIONI
19 gennaio 2019
Okaka: "Mi sto conoscendo con i miei compagni, possiamo fare bene trovando sempre più affinità"

LE DICHIARAZIONI

DSC_2795.JPG
DAVIDE NICOLA

"Anche del pareggio oggi non sarei soddisfatto, figuriamoci della sconfitta, sono chiaramente arrabbiato. Soprattutto perché chi ha seguito il lavoro fatto in questi ultimi 14 giorni ha visto che le cose messe in campo oggi sono frutto di molto allenamento. Certo dobbiamo lavorare sugli smarcamenti, ma è un dettaglio che arriverà. Oggi abbiamo avuto una produzione di gioco elevatissima, ma non siamo stati abili a leggere due situazioni di gioco puntali, che conoscevamo, e che loro cono stati furbi a sfruttare.

Io voglio proporre un calcio che porti risultati. La squadra è cresciuta e dobbiamo continuare così: abbiamo trovato un equilibrio difensivo e siamo migliorati in costruzione. Non avere Pussetto e Mandragora chiaramente ha costituito un problema, ma bisogna riconoscere i meriti di una squadra come il Parma, che è straordinariamente efficace a fronte di poche occasioni create.

L’arrivo di Okaka è stato importante: è un giocatore con grande capacità di creare gli spazi, con una forte presenza in area, ma chiaramente deve ancora raggiungere la forma migliore. Ha caratteristiche per noi importanti e siamo sicuri che allenandolo bene diventerà un giocatore che può fare la differenza
".


DANIELE PRADÈ

"L'episodio che ha caratterizzato tutto è l'unico errore grossolano della nostra partita. Abbiamo fatto una buona gara, il pareggio sarebbe stato meritato. Siamo partiti bene, abbiamo preso il rigore ma siamo riusciti a rimetterla in carreggiata. Dobbiamo continuare a lavorare, recuperare gli squalificati e gli infortunati. Okaka sapevamo che aveva una sessantina di minuti: ha fatto gol, ha trascinato la squadra. è un giocatore che si fa sentire ma dobbiamo metterlo nelle migliori condizioni. Un plauso anche a Lasagna che ha giocato nonostante il dolore alla spalla e si è battuto fino alla fine. è difficile dire qualcosa del collettivo vista la prestazione. Abbiamo giocato l'ultima giornata di andata e la prima di ritorno senza quattro giocatori fondamentali: noi siamo una buonissima squadra ma i risultati non arrivano. Dobbiamo stare vicino ai ragazzi, arrabbiarci quando sbagliano ma rincuorarli quando danno il massimo. e oggi possiamo solo che applaudirli".

BRAM NUYTINCK

"Abbiamo giocato bene ma non possiamo prendere due gol in questa maniera, soprattutto il secondo. Ci è mancata quell'attenzione su cui avevamo lavorato in settimana. Ogni partita è importante perché ci servono punti. dobbiamo guardare avanti, sono felice che Okaka sia qui e abbia segnato ma dobbiamo lavorare ancora molto".

STEFANO OKAKA

"Oggi mi sono sentito abbastanza bene, rientrare dopo sette mesi dall’ultima partita ufficiale non è facile ma sono riuscito a trovare il gol e qualche buona giocata. Mi sto conoscendo con i miei compagni, sono convinto che potremo fare bene trovando sempre più affinità.

Il Parma, come sapevamo, gioca molto bene in ripartenza e ci ha punito proprio così. Adesso dobbiamo solo concentrarci sulla prossima partita e tutti dovremo dare di più. Era importante per me rientrare e dare un segnale forte, anche per me stesso. So quanto valgo, ma devo sempre dimostrarlo e oggi sono contento del gol anche se avrei preferito segnarlo in una vittoria.

La prossima sfida sarà con la Sampdoria, in uno stadio e una città per cui nutro ancora profondo rispetto, ci sono tante cose che mi legano a Genova. Quello però è passato, adesso sono un giocatore dell’Udinese e con questa maglia voglio vincere senza guardare la squadra che ho davanti.

Il rientro di Pussetto sarà un valore aggiunto, non la vivo come una competizione. Più alternative ci saranno in attacco più abbiamo la possibilità di fare punti, cosa che per noi è fondamentale
".

RODRIGO DE PAUL

"Abbiamo fatto la partita, ma siamo stati ingenui sui due gol. Ci sono state diverse occasioni che purtroppo non abbiamo sfruttato e io sono contento della prestazione, peccato per la sconfitta. Mi piace la posizione che ho occupato oggi, è quella in cui credo di poter dare il meglio. I risultati arriveranno, ne sono sicuro, dobbiamo continuare a lavorare, con la testa rivolta a Genova, dove andremo per portare a casa i tre punti. Di oggi dobbiamo solo dimenticare il risultato finale".  
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto