30 marzo 2019
30 marzo 2019

L'editoriale

Verso Udinese-Genoa

510 001 Verona-Udinese 13-05-2018 Foto Petrussi.jpg
È stata una pausa di campionato di cambiamento, con Igor Tudor che è tornato a essere il Mister dell’Udinese.
 
Prima di tutto voglio anche qui ringraziare Mister Nicola e i suoi collaboratori a nome dell’Udinese per il lavoro svolto. Non è mai facile prendere queste decisioni ma quando mancano solo undici partite alla fine del campionato vale ancor di più quello che avevamo detto mesi fa: nel calcio comanda la classifica.
 
Una classifica che dice 25 punti, solo +1 sul 18° posto, 8 gol subiti nelle ultime due partite, un calendario difficile che ci attende con due turni infrasettimanali: era questo il momento per cambiare.
 
Mister Tudor lo scorso anno ci ha portato alla salvezza, conosce la squadra, la società, il contesto, i tifosi e i collaboratori, ha le giuste conoscenze tecniche e quella grinta che in questo momento del campionato è un fattore determinante e che, lasciatemelo dire, un po’ ci è mancata.
 
Ci rivolgiamo nuovamente a lui perché abbiamo lo stesso obiettivo da aggiungere: la salvezza, per continuare questa unica storia di Serie A che dura da 24 anni.
 
Chiudo con un pensiero per la splendida serata che abbiamo vissuto con la Nazionale. È stato un piacere accogliere nuovamente gli Azzurri, e le tante dichiarazioni di stima per il nostro impianto ci riempiono di orgoglio. Una partita resa magica dal grande calore trasmesso dai tifosi friulani che hanno, come sempre, riempito gli spalti. Diciamo arrivederci alla Nazionale e volgiamo subito lo sguardo a giugno, quando ospiteremo gli Europei Under 21 tra cui la finalissima: un appuntamento prestigioso che darà lustro all’Udinese, a Udine, a tutto il Friuli Venezia Giulia. 
 
Franco Collavino
Direttore Generale Udinese SpA
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto