09 junio 2019
09 junio 2019

Accadde Oggi

9 giugno 1979: Serie A!

Udinese 1978 - 79.jpg
Il 9 giugno 1979, terzultima giornata di serie B, l’Udinese sconfigge il Palermo al “Friuli” davanti a oltre 20 mila persone e conquista matematicamente la promozione in serie A da cui mancava da ben diciassette anni (1961-62).  I bianconeri di Massimo Giacomini vincono per 1-0 e la rete che decide il match è firmata dal mediano Mariano Riva al 15’ della ripresa con uno strano tiro da posizione un po’ defilata che inganna l’estremo difensore dei siciliani, Trapani. Il gol genera un boato, poi al triplice fischio di Prati di Reggio Emilia la vittoria soprattutto il ritorno in A delle zebrette sono salutati da un’ovazione incontenibile e poco dopo il centro di Udine è invaso dai fan friulani che danno vita ad un roboante carosello di auto, di moto che dura sino a tarda sera. L’ Udinese concluderà il torneo al primo posto, sarà un capolavoro della gestione del presidente Teofilo Sanson, del Consigliere delegato Franco Dal Cin del citato allenatore Massimo Giacomini, naturalmente va evidenziato il comportamento degli atleti che in 38 gare hanno conquistati 21 vittorie e 13 pareggi, mentre le sconfitte sono state solamente 4, con Genoa, Cagliari, Monza, Lecce, tutte formazioni che si sono piazzate nei posti alti della classifica, il Cagliari addirittura al secondo posto e sarà anch’esso promosso nel massimo campionato come del resto il Pescara, terzo classificato. Contro il Palermo Giacomini ha mandato in campo la seguente formazione: Della Corna, Sgarbossa, Fanesi,Leonarduzzi, Fellet, Riva, De Bernardi (86’ Vagheggi), Delneri, Vriz, Bencina, Ulivieri. Protagonisti della grande stagione sono stati anche Bilardi, 33 presenze e capitan Bonora, 27, ma vanno pur ricordati Battoia, utilizzato 4 volte, Marcatti e Pagura, 2 ciascuno, De Agostini, Modolo, Serena e Venturusso , tutti utilizzati una volta soltanto.
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto