27 giugno 2019
27 giugno 2019

Accadde Oggi

Lamberto Mazza acquista l'Udinese Calcio

Tifosi all’Ambassador Palace di udine.jpg
Il 27 giugno 1981 Lamberto Mazza, presidente del Gruppo Zanussi, tiene una conferenza stampa al Palace Hotel di Udine - presenti anche il sindaco di Udine Angelo Candolini e numerose altre autorità politiche e sportive della regione - in cui annuncia di aver acquistato l'Udinese rilevando le azioni di Teofilo Sanson. 

La trattativa tra l'industriale veneto e Mazza, grazie anche all'intermediazione dello stesso sindaco di Udine e di Franco Dal Cin, General Manager dell' Udinese, era iniziata pochi giorni dopo la fine del campionato 1980-81 che aveva visto la squadra bianconera salvarsi per il rotto della cuffia, grazie al gol segnato da Gerolin contro il Napoli all'ultimo minuto (2-1 il risultato).

L'annuncio del passaggio delle consegne tra Sanson e Mazza (e la Zanussi) viene accolto con grande entusiasmo da parte della tifoseria e oltre duecento fan si sono dati appuntamento il 27 giugno fuori del Palace Hotel per fare una prima conoscenza con Mazza e per tributargli i primi applausi. 

L'Udinese Calcio diventa dunque la ventinovesima azienda del Gruppo Zanussi e la squadra viene subito rinforzata (arrivano tra gli altri Causio, Orlando Pereira, Zico, Galparoli, Orazi, Muraro) ed è protagonista nel 1981-82 di un campionato all'insegna della tranquillità. 

Poi vengono acquistati Mauro, Surjak, Virdis e Edinho, nel giugno del 1983 addirittura Zico. Il popolo bianconero sogna in grande, per l'opinione pubblica italiana la squadra è in grado di vincere lo scudetto. 

Ma le cose non andranno così: dal sesto posto conquistato nel 1982-83 i bianconeri l'anno successivo scendono al nono colpa anche alcuni problemi fisici accusati da Zico nella seconda parte del torneo che lo costringono a saltare sei gare. 

L'Udinese comunque avrebbe anche potuto farcela ad entrare in Europa (Coppa Uefa) se non avesse perso (1-2) nell'ultima giornata contro il Milan davanti a 50 mila persone che hanno riempito il “Friuli”. 

L'anno dopo i bianconeri si salvano nel finale di torneo, idem nel 1985-86. Poi Mazza, che nel giugno del 1983 era diventato il padrone dell'Udinese dopo il disimpegno della Zanussi di cui non era più il presidente, cede le sue azioni all'attuale patron del club bianconero, Gianpaolo Pozzo.
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto