06 septiembre 2019
06 septiembre 2019

Accadde oggi - Udinese-Inter 1992/93

Udinese - Inter 1992/93

Balbo Abel.jpg
Il 6 settembre 1992 l'Udinese, ritornata in  serie A dopo due anni trascorsi nella cadetteria, debutta in campionato al "Friuli" ospitando l'Inter di Osvaldo Bagnoli, una delle pretendenti allo scudetto (alla fine i nerazzurri saranno secondi con 46 punti, a meno quattro dal Milan).
Il pronostico vede favoriti gli ospiti, mentre l'Udinese di Albertino Bigon (subentrato quattro giorni prima ad Adriano Fedele esonerato dopo il 4-4 casalingo nel match di ritorno di Coppa Italia con il Cagliari) rappresenta un'incognita, ma quella domenica i bianconeri mettono il turbo, hanno una marcia in più, si dimostrano squadra di valore, forte in ogni settore. Vincono meritatamente per 2-1 anche se l'espulsione di Bergomi per fallo sull'ultimo uomo (Branca) quando il risultato è ancora fermo sullo 0-0, ne facilita.
Il primo tempo è stato sostanzialmente equilibrato, caratterizzato da ripetuti capovolgimenti di fronte. In casa udinese Manicone (a novembre passerà proprio all'Inter) è padrone in  mezzo al campo, là dietro Sensini, Calori e Mandorlini vigilano con grande attenzione, mentre in avanti Balbo è scatenato. L'argentino al 25' della ripresa fa esplodere il "Friuli", va via di forza, quando giunge al limite fa partire un missile imprendibile per Zenga con il pallone che si insacca poco sotto l'incrocio. Un capolavoro.
L'Inter non ci sta, reagisce, fa un po' di confusione, ma passa grazie ad un rigore che al 31' trasforma Schillaci. Sembra finita, in realtà l'Udinese ha in  serbo il gran colpo, la splendida rete  di Rossitto (subentrato al 21' del st a Mattei) quando mancano 4' alla fine: il centrocampista, un metro entro l'area dopo aver raccolto un cross a rientrare da sinistra fulmina Zenga. Al 44' la festa bianconera viene rovinata dal grave infortunio occorso al portiere Giuliano Giuliani che dopo un'uscita aerea subisce la lesione del crociato.  Quella con l'Inter è stata la sua ultima gara.

Questa la formazione mandata in campo da Albertino Bigon: Giuliani, St Pellegrini, Al Orlando, Sensini, Calori, Mandorilini, Mattei (21' st Rossitto), Manicone, Balbo, Kozminski (36' st Marcuz),Branca.

Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto