30 aprile 2019
30 aprile 2019

La Primavera che verrà

Con la partita con la Sampdoria arriva la retrocessione matematica per la Primavera bianconera

630 Primavera Ud-Genoa © Foto Petrussi  (1).jpg
A Genova la partita finisce 2-0 per la Sampdoria, ancora impegnata nella corsa salvezza, ma che grazie a questi tre punti si porta fuori dalla zona playout, almeno per ora. Di conseguenza è arrivata anche la matematica a sancire una retrocessione per cui mancava ormai solo il timbro dei numeri. I bianconeri però hanno affrontato la gara con altro piglio rispetto le ultime due brutte uscite contro Sassuolo e Cagliari. Per nulla remissivi, con il desiderio di provare a stare dentro la gara per tutto l’arco dei 90 minuti. Purtroppo non è bastato e a pesare sull’andamento della stessa è stato anche il divario d’esperienza tra le due squadre, con i blucerchiati che schieravano tutti e tre i possibili fuoriquota consentiti dal regolamento e solamente tre ragazzi classe ’01, a differenza dei ben sette messi in campo dai bianconeri, i quali saranno la base della rosa dell’anno prossimo. Nella partita ha prevalso la forza della difesa doriana, la migliore del campionato nonostante la classifica, e che ha ulteriormente evidenziato le difficoltà offensive dei nostri ragazzi, difficilmente in grado di produrre reali pericoli all’avversario. A questo va poi aggiunta la non buona tenuta difensiva della squadra, che si fa infilare in due occasioni, di cui una da calcio d’angolo a difesa piazzata, e che in generale concede troppa libertà soprattutto alle iniziative di Bahlouli.

Da rimarcare l’importante esordio in campionato del classe 2002 Simone Ianesi, attaccante dell’Under 17 e autore di ben 15 reti in stagione, futuro perno della Primavera che verrà. La dimostrazione concreta di come anche in un campionato non positivo come quello vissuto dalla sua squadra, le possibilità per emergere ci sono sempre, anche nelle difficoltà. Un esempio positivo che può servire da stimolo anche ai suoi “nuovi” compagni nella chiusura di questa stagione, in cui l’obiettivo primario sarà il centrare nuovamente una vittoria, che nel 2019 non è ancora arrivata.


Gianluca Lena
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto