10 marzo 2019
10 marzo 2019

Una bella Primavera non basta

L'editoriale di Gianluca Lena

613 Primavera Ud-Genoa © Foto Petrussi .jpg
Una bella partita, la migliore della stagione per carattere, voglia di dimostrare e qualità di proposta offensiva. Si è vista una squadra ricca nel desiderio di mettere in campo quel coraggio che potesse annullare la differenza di classifica. E per lunghi tratti ci è riuscita, grazie soprattutto a Bocic e Oviszach, due ragazzi “costruiti” in casa e i cui gol ci avevano fatto assaporare un ritorno alla vittoria, che manca ormai da più di due mesi. Per ben tre volte i bianconeri sono andati in vantaggio contro un Torino dall'alto tasso di qualità, che alla fine gli ha poi consentito di vincere una gara quantomai complicata. Bellissimo il gol di Belkheir dalla distanza, ma ancora troppo gravi le lacune difensive dei bianconeri che per la seconda gara di fila concedono 4 gol al passivo.

In una stagione divenuta complicata dal punto di vista della classifica, credo sia importante, comunque vada, cominciare a trarre delle indicazioni per il futuro. 

Ieri il mister ha compiuto scelte importanti nella formazione titolare che si sono tramutate in risposte concrete sul campo (vedi Oviszach). Segnali positivi in un momento difficile, perché le 9 sconfitte consecutive pesano nel lavoro settimanale, ma ieri questo non si è visto. Merito come detto delle scelte dell’allenatore e di una squadra che soprattutto con i suoi ragazzi del ’01 ha voluto dimostrare che questo è un gruppo che vuole crescere, quantomeno con quei singoli che anche il prossimo anno affronteranno la categoria, dovesse essere la Primavera 1, come ci auguriamo, o la Primavera 2.

Ripartire da qui, per un finale di stagione che porti ai miglioramenti dei singoli, a patto che le qualità vengano messe sempre a disposizione della squadra, come ieri.

Gianluca Lena

Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto