19 febbraio 2019
19 febbraio 2019

Accadde oggi

400 presenze in A per il Barone

Causio, Edinho.jpg
Il 19 febbraio 1984 è in programma, in una gelida domenica, la sfida tra Udinese e Fiorentina. È una giornata speciale per il Barone Franco Causio che, in quella partita di esattamente 35 anni fa, disputava la sua quattrocentesima partita nella massima serie tra Juventus, Reggina e Udinese. 

I bianconeri sono in sesta posizione e coltivano ambizioni europee, mentre la Fiorentina è seconda alle spalle solo della Juventus. Sono 45.000 gli spettatori che, nonostante il freddo, si presentano allo stadio per incitare i bianconeri. L’Udinese parte bene: il primo gol nasce da un retropassaggio al limite dell’area proprio di Causio che dà a Virdis il pallone del momentaneo vantaggio. Esplode lo Stadio Friuli. Passano pochi minuti e la Viola si rifà sotto con Bertoni che, approfittando di una papera del portiere Borin, insacca e ottiene il temporaneo 1-1: tutto da rifare per l’Udinese di Ferrari. Nel secondo tempo la squadra di casa dimostra di avere una marcia in più. Zico sale in cattedra e porta in vantaggio i bianconeri con una punizione da fuori area su cui Galli, l’estremo difensore della Fiorentina, non può nulla. Poi è di nuovo Virdis a coronare la netta superiorità dei friulani con un prepotente diagonale da destra che fulmina l’estremo difensore avversario. 

Il Barone chiuderà la carriera con 460 presenze a referto in Serie A, ma pochi friulani potranno dimenticare quella freddissima domenica del febbraio ‘84. 

Guido Gomirato
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto