16 giugno 2019
16 giugno 2019

#EuroU21 - La conferenza stampa della Germania

La conferenza di Mister Stefan Kuntz alla vigilia dell'esordio

IMG_2982.JPG
La sala stampa della Dacia Arena ha accolto la conferenza stampa dei campioni in carica della Germania alla vigilia dell'esordio all'Europeo Under 21 che vedrà la nazionale tedesca affrontare la Danimarca lunedì 17 giugno alle ore 21 (qui le info per acquistare il tuo biglietto).

Mister Stefan Kuntz, con al suo fianco il difensore Jonathan Tah, confermato capitano per questo torneo:

"Jonathan era già il nostro capitano - ha spiegato Kuntz -  e lo sarà anche in questo torneo. Anche vedendolo qui al mio fianco si capisce la  grande fisicità che ha e questa la unisce al suo eccezionale modo di essere. Voglio ricordare la partita decisiva di qualificazione con la Norvegia dove ha impressionato tutti per come ha guidato la squadra non solo a parole ma anche le sue azioni e il suo modo di essere in campo. Non è facile per un calciatore giocare sia in Nazionale maggiore che in Under 21, in lui c'è tutto quello che un allenatore può chiedere. Di leader non ne abbiamo uno solo, ne abbiamo tre o quattro, giocatori come Henrichs, Klostermann e Baumgartl che si prendono grandi responsabilità, sono fortunato ad averli nella mia squadra. 

Per quanto riguarda il portiere la scelta è stata difficile, ci siamo seduti e abbiamo discusso tanto: dalla difesa dello spazio alla gestione dell'area, dall'uno contro uno alle ultime prestazioni e alla fine abbiamo deciso che giocherà Alex Nübel

Negli Europei U21 non si può dire che qualcuno difende il titolo perchè abbiamo cambiato 6 o 7 giocatori rispetto all'Euro2017, come tutte le squadre. I giocatori hanno un grande spirito ma sono diversi rispetto a due anni fa per caratteristiche quindi non credo che il fatto che siamo campioni in carica cambi qualcosa, comunque tutti vorranno batterci.

Mi aspetto una Danimarca migliore rispetto a due anni fa hanno un sacco di ottimi giocatori che sono molto forti e pericolosi con i loro calci piazzati, conosciamo la loro forza ed è interessante che meno della metà siano nati nel '96, molti giocatori sono del '97 o del '98 e credo cinque siano addirittura del '99. Sono giocatori quindi con un grande futuro nei prossimi anni, abbiamo rispetto per loro e glielo dimostreremo pur essendo fiduciosi al tempo stesso".

Jonathan Tah: “Sono molto contento di partecipare a questo Europeo, sarà l'ultima volta per raggiunto limite di età, come capitano cercherò di dare il massimo sia in campo che fuori”.

Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto