08 marzo 2019
08 marzo 2019

-100 all'Europeo Under 21

Biglietti disponibili da sabato 16 marzo

 003 Italia - Belgio Under 21. © Foto Petrussi.jpg
Mancano 100 giorni a domenica 16 giugno, data del calcio d’inizio dell’Europeo Under 21, che l'Italia ha vinto 5 volte, più di qualunque altra nazionale, ma che ospita per la prima volta. Si giocherà in 5 città italiane e a San Marino, e nei nostri stadi si affronteranno 12 nazionali ricche di talenti, che sono già protagonisti nei maggiori campionati e nelle coppe europee.

"Mancano solo 100 giorni al calcio d’inizio del Campionato Europeo Uefa Under 21 - ha dichiarato in una lettera aperta Gabriele Gravina, Presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio - il primo organizzato in Italia. Nonostante gli Azzurri siano in cima al palmares con ben cinque successi continentali, infatti, il nostro Paese non ha mai ospitato questa competizione. È l’occasione giusta per dimostrare all’Europa calcistica, e non solo, cosa sappiamo fare in termini di professionalità, accoglienza ed entusiasmo. L’Europeo Under 21 rappresenta un banco di prova importante per la Figc, impegnata, oltre che nel complessivo processo di riforma del nostro calcio, anche in sfide sempre più affascinanti in termini organizzativi, con l’obiettivo di coinvolgere di più i tifosi e gli appassionati. Lo faremo con un programma di iniziative volte alla partecipazione della cittadinanza. Il messaggio che vogliamo lanciare attraversa i tre pilastri su cui si basa l’agire della Federazione: giovani, sport e cultura. Udine sarà grande protagonista di questa manifestazione ospitando quattro gare, tra cui la finalissima a Udine del 30 giugno, dove tutti speriamo possa arrivare l’Italia di Di Biagio. Nella nuova casa del calcio friulano, divenuta modello nazionale grazie alla lungimiranza e all’investimento dell’Udinese, si potrà assistere a partite dall’innegabile fascino, iniziando il 17 giugno con Germania-Danimarca. Questo Europeo sarà inoltre l’occasione per mostrare all’Europa le bellezze del Friuli e per far conoscere una ‘gente unica’, che ho personalmente imparato ad apprezzare negli anni e che non ha mai fatto mancare il suo appoggio a ogni iniziativa organizzata nel proprio territorio. Grazie anche all’aiuto dei media, sono convinto che il coinvolgimento sarà altissimo, non ci resta quindi che prepararci ad assistere ad uno degli spettacoli calcistici internazionali più belli di sempre".

Nel girone A: A Bologna e Reggio Emilia - giocheranno Italia, Spagna, Belgio e Polonia. Sarà proprio il girone A ad aprire l'Europeo il 16 giugno con Italia-Spagna e Belgio-Polonia. Nel girone B - a Trieste e Udine – si affronteranno Serbia, Austria, Danimarca e i campioni in carica della Germania. Nel girone C - che si gioca fra Cesena e San Marino - scenderanno in campo Francia, Inghilterra, Croazia e Romania. Si qualificheranno alle semifinali, in programma il 27 giugno a Bologna e a Reggio Emilia, le vincitrici dei tre gironi più la migliore seconda. Le quattro semifinaliste si qualificheranno anche per il torneo olimpico di Tokyo 2020. La finale si giocherà a Udine nella serata di domenica 30 giugno. L’Ambassador della manifestazione è Andrea Pirlo, recordman di presenze e di reti con la maglia della nazionale Under 21. Tutte le gare del Torneo saranno trasmesse in Italia sui canali RAI, che ha definito un’ampia programmazione: le gare degli Azzurrini saranno trasmesse su Rai 1.

BIGLIETTERIA: I biglietti saranno in vendita a partire da sabato 16 marzo attraverso il circuito Vivaticket (uefaeurounder21.vivaticket.it) al prezzo di 8 euro per gli adulti e di 5 euro per gli Under 21. I possessori della Card Vivo Azzurro hanno diritto alla riduzione a 5 euro per gli adulti e 3 euro per gli Under 21. Analoga riduzione per tutti i gruppi che si registreranno sul portale tifiamoeuropa.eu., con gratuità per gli studenti delle scuole e per i tesserati delle società del Settore Giovanile Scolastico aderenti al progetto #tifiamoeuropa.

#TIFIAMOEUROPA: È il progetto della FIGC rivolto a tutte le scuole italiane di ogni ordine e grado e ai gruppi che vogliono aiutarci a crescere la prima generazione di ragazzi portatori di un tifo sano e capaci di contagiare con il loro esempio anche gli adulti. Vogliamo che questo Europeo segni una svolta nel modo di vivere lo stadio, senza avversari da contrastare e imparando inno e storia delle nazionali che verranno a giocare nel nostro Paese. Ci saranno gare, classifiche e naturalmente premi: sarà un Europeo dentro l’Europeo.
 
[Fonte FIGC]
 
Qui il calendario completo delle partite:
Condividi su