News UN TIFOSO SPECIALE PER I RICERCATORI DELL'UNIVERSITA' "LA SAPIENZA"
22 marzo 2018
Ali Adnan è vicino al team di ricercatori italo-iracheni degli scavi di Abu Tbeirah

UN TIFOSO SPECIALE PER I RICERCATORI DELL'UNIVERSITA' "LA SAPIENZA"

52 Sampdoria-Udinese © Foto Petrussi .jpg
E' stata presentata ieri al Rettorato dell’Università La Sapienza di Roma una scoperta archeologica sensazionale, frutto del lavoro congiunto di due team di studiosi nella missione italo-irachena ad Abu Tbeirah. Gli archeologi hanno individuato un porto risalente al Terzo millenio a.C. che potrebbe riscrivere la storia della Mesopotamia come oggi la conosciamo.

Nella Udine bianconera dici Iraq e pensi ad Ali Adnan, il nostro roccioso centrocampista, unico rappresentante del suo paese a giocare in una massima serie calcistica europea. Sempre molto sensibile alle vicende che coinvolgono il suo paese, Ali si era già mosso un paio di mesi fa per mandare i suoi saluti agli archeologi impegnati negli scavi, invitandoli a venire a Udine a vedere una sua partita. Venuto a sapere che quei ragazzi hanno avuto successo nella loro ricerca ci ha tenuto a congratularsi con loro mandandogli un video messaggio, indossando la divisa della sua nazionale, della loro nazionale.

Queste le parole di Ali per la responsabile dello scavo, la dottoressa Licia Romano, e per i suoi collaboratori: “Ciao Licia. Sono molto felice della vostra scoperta e sono molto orgoglioso che sia stata fatta nel mio paese, l'Iraq. State facendo un lavoro importante per tutto il nostro paese. Oggi sono io che tifo per voi”.
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto