News Bianconeri a caldo
29 dicembre 2018
Davide Nicola: "Felice per la vittoria, la priorità rimane la crescita"

Bianconeri a caldo

181229 Udinese Cagliari foto Simone Ferraro - Petrussi SFA_1267 copia.jpg
DANIELE PRADÈ

"Sono felice per questa vittoria, e lo sono soprattutto per i tifosi, per la proprietà, che non si vede ma soffre quando non vince, e lo sono per la squadra, che aveva subito i fischi contro il Frosinone e oggi si è riscattata. Sono contento per l'allenatore, che sta raccogliendo i frutti del suo lavoro, con una squadra che subisce pochi gol. Abbiamo fatto una grande gara di difesa e davanti Pussetto ha fatto un’ottima prestazione. Vorrei solo dire una parola su Lasagna, che oggi ha fatto la guerra, come gli è stato chiesto. Fa respirare la squadra, sgomita e regala tanti metri di campo. Purtroppo non ha fatto gol, ma gli dico di stare sereno, che il gol arriverà. Oggi non voglio parlare degli episodi arbitrali, ma solo della vittoria che ci manda alla pausa con una bella boccata d'ossigeno, che risistema la nostra classifica, con dei punti molto importanti".

DAVIDE NICOLA

"Siamo contenti perché nel processo di crescita abbiamo acquisito un po’ di quegli automatismi che stiamo allenando giorno per giorno. Questo ci permette di aumentare la velocità di gioco, pensando meno. È vero, abbiamo fatto una gran bella partita e abbiamo preso tre punti importanti, ma la mia priorità rimane quella di vedere una crescita costante. Sono molto contento della prestazione di Behrami, ha fatto quello che gli ho chiesto lasciando il giro palla a Rolando e concentrandosi sulla copertura di Larsen, che ha corso davvero tanto sulla fascia. Valon ha uno spirito da capitano, e si sente; oggi mi ha reso ancora più felice il suo gol, non segnava dalla partita con il Genoa dello scorso anno. Adesso l’unica cosa che dobbiamo continuare a fare è lavorare. L’auspicio per il prossimo anno è consolidare questa solidità e quest’ordine in fase difensiva. Dovremo sviluppare la costruzione del gioco davanti, anche a livello estetico, perché è logico che io mi voglia anche divertire. Vedo nei ragazzi la voglia di cambiare è questo è importantissimo. Kevin è stato elogiato da tutti dopo la partita di oggi: ha lavorato molto per la squadra sia attaccando gli spazi, sia con le sponde. Deve ancora recuperare il suo migliore stato di forma ma, come abbiamo già detto, una volta che lo avrà ritrovato dimostrerà ancora di più quanto è importante per questa Udinese".

VALON BEHRAMI

"Spero che non si debbano aspettare i miei gol per vincere. Scherzi a parte, è stata una grande soddisfazione segnare una rete pesante per questa vittoria. Il boato del pubblico mi ha fatto piacere; l'entusiasmo della gente per noi è davvero molto importante. Io sono un giocatore e un uomo molto testardo e anche nei momenti più difficili tendo a non tirarmi mai indietro e così come ho accettato i fischi la volta scorsa, oggi mi hanno fatto gioire gli applausi. Quelli di oggi sono tre punti pesanti che valorizzano anche i due pareggi precedenti. Oggi ci voleva la vittoria per completare questo ciclo ed è arrivata in maniera più che meritata, Stiamo facendo un lavoro che ha delle tappe da rispettare: la prima è stata la fase difensiva e i risultati si vedono, ma ora si cominciano a vedere i risultati di crescita".

IGNACIO PUSSETTO

"Siamo molto contenti per la vittoria; per me il gol è sempre importante perché un attaccante ne ha bisogno sempre. Ci serviva vincere oggi per la classifica e per il morale; poi contro avversari così i punti valgono doppio. Ora dobbiamo continuare così e fare questo tipo di gara anche in partite più difficili. Tra l'altro oggi non avevamo Rodrigo, che è un giocatore eccezionale. Abbiamo giocato bene senza di lui, ma già dalla prossima tornerà a darci una mano. Mi dispiace per il giallo preso, perché è un peccato non poter esserci contro il Parma, una sfida che sarà importante come quella di oggi".

SEKO FOFANA

"Sono tre punti importanti, arrivati dopo un’ottima prestazione. Giocare in casa ha sempre un gusto speciale e lo è ancor di più se facciamo una bella partita come quella di oggi, con tante occasioni da gol. Ci tenevo personalmente a fare gol: oggi il mister mi ha messo sulla sinistra, e da lì per me è più facile cercare la rete. Peccato che non è arrivato, ma prometto che ci riproverò la prossima volta".

JUAN MUSSO

"Sono molto contento perché abbiamo fatto secondo me un partitone. Si vedeva già prima di entrare in campo che la squadra era affamata al punto giosto. Abbiamo giocato senza fretta e con la giusta cattiveria. Credo che avremmo potuto segnare almeno tre o quattro reti ed inoltre Cragno è stato bravo a parare il rigore. Il fatto di non prendere gol ci dà fiducia; io mi sento molto sicuro con il nostro reparto difensivo, e lavoriamo per migliorare sempre giorno dopo giorno".
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto