23 settembre 2018
23 settembre 2018

De Paul & Lasagna show: i bianconeri sbancano il Bentegodi per 2-0

Ottimi tre punti conquistati con il Chievo. Ora testa alla Lazio, ospite mercoledì alla Dacia Arena

 011 Chievo Verona-Udinese 23-09-2019. © Foto Petrussi.jpg
CHIEVOVERONA - UDINESE 0-2
Marcatori: De Paul (76'), Lasagna (90')

CHIEVOVERONA

Sorrentino; Cacciatore, Tomovic, Bani (67' Rossettini), Barba; Rigoni, Radovanovic, Obi (79' Pellissier); Birsa (74' Leris); Giaccherini, Stepinski.

All. D'Anna

UDINESE

Scuffet; Stryger, Ekong, Nuytinck, Samir; Behrami; Pussetto (62' Machis), Fofana, Mandragora (89' Barak), De Paul; Teodorczyk (66' Lasagna).

All. Velazquez

Ammoniti: Behrami (83'), Giaccherini (93')

Arbitro: Pairetto
Assistenti: Alassio, Di Vuolo
IV Uomo: Volpi
VAR: Aureliano
Assistente VAR: Manganelli




L'Udinese non molla mai e sbanca il Bentegodi con la coppia d'assi Rodrigo De Paul - Kevin Lasagna. Una partita dai due volti con un primo tempo poco propositivo ma una ripresa caratterizzata da alto ritmo e verticalizzazioni veloci.
Ci pensa "El diez" Rodrigo De Paul ad accendere la sfida con una staffilata dal limite dell'area. All'88 poi Kevin Lasagna si sblocca e mette il suo sigillo al match.
Grande prestazione anche di Simone Scuffet che sbroglia parecchie situazioni complicate soprattutto nella fase finale.

La partita inizia subito con il Chievo pericoloso con una punizione di Birsa che finisce però alta sopra la traversa.

Al 12' ancora gli scaligeri pericolosi con Stepinski che viene anticipato da Ekong nel momento della conclusione.

Al 19' si vede in avanti l'Udinese con Samir che crossa in mezzo per Teodorczyk: Teo non arriva in tempo sul pallone.

I primi minuti di gioco sono caratterizzati da ritmi lenti e molte giocate a centrocampo: le due squadre sono corte e compatte e non vogliono disunirsi.

Al 22' occasione bianconera con Pussetto ben servito da De Paul: Nacho fa partire una conclusione sul primo palo che Sorrentino mette in angolo.

Al 30' l'occasione più nitida del primo tempo: Fofana, servito al limite dell'area, si porta il pallone sul sinistro e fa partite un missile terra-aria che si stampa sulla traversa.

Al 33' sempre Fofana protagonista: Seko devia in porta il cross di Samir ma il pallone finisce a lato.

Al 36' gran salvataggio di Nuytinck su Stepinski pronto a deviare in rete un cross dalla sinistra.

Al 38' è ancora il Chievo a rendersi pericoloso con Tomovic che anticipa Ekong ma manda il pallone sopra la traversa.

Nel secondo tempo scende in campo un'Udinese più intraprendente e propositiva: al 46' verticalizzazione di De Paul, tra i migliori in campo, a premiare il movimento di Mandragora: cross in mezzo di Rolando ma Teodorczyk è in ritardo.

Al 57' Invenzione di De Paul per Teodorczyk: sventagliata in mezzo a premiare il movimento di Lukasz che anticipa il diretto avversario e prova a superare Sorrentino con un pallonetto. La conclusione finisce di poco alta.

Al 58' Scuffet blocca una conclusione ravvicinata ma debole di Stepinski.

Mister Velazquez manda in campo Machis e Lasagna per Pussetto e Teodorczyk: il tecnico bianconero prova a vincere la partita e viene premiato al 75' grazie a De Paul che si inventa una conclusione dal limite dell'area su cui Sorrentino non può arrivarci.

Il Chievo prova a pareggiare la partita con Rossettini e Stepinski ma un grande Scuffet non si fa sorprendere e chiude la porta agli attaccanti scaligeri.

Gli ultimi minuti di gioco sono un assedio gialloblu con l'Udinese ben arroccata in difesa che chiude ogni spazio e cerca di ripartire.

All'88' una gran giocata di De Paul manda in porta Lasagna che - a tu per tu con Sorrentino - non sbaglia e sigla il 2-0.

I nostri bianconeri tornano da Verona con tre ottimi punti. Ora testa alla Lazio, avversaria di mercoledì 26 alla Dacia Arena.

Qui le interviste del post partita

RODRIGO DE PAUL

"Sto attraversando un periodo positivo mi riescono anche le giocate più complicate. Ho visto lo spazio e ho calciato, sono contento di aver segnato ma sono felice soprattutto per la vittoria. Siamo una squadra compatta, che si difende bene ed è difficile farci gol.
Ora dobbiamo recuperare le forze perché giochiamo già mercoledì e con la Lazio sarà un'altra finale.
Il mio sogno è quello di essere convocato in nazionale: devo continuare a giocare bene con l'Udinese, solo così posso avere una chance
".

Guarda l'intervista

JULIO VELAZQUEZ

"Sono molto soddisfatto e contento per i calciatori che lavorano sodo durante la settimana. Oggi abbiamo affrontato una squadra che lotta per la salvezza e abbiamo trovato un campo difficile. Lasagna si è tolto un peso, è un ragazzo che si impegna molto e sono felice per lui. Rodrigo ha fatto un'ottima prestazione ma al primo posto viene la squadra non il singolo. Oggi abbiamo dato densità a centrocampo con un gran lavoro di Fofana e Behrami in copertura sui loro trequartisti e Mandragora in pressione alta. Bene anche la transizione offensiva, è il gruppo che ha vinto questa gara insieme ai tifosi anche oggi fantastici".

Guarda l'intervista

DANIELE PRADÈ

"Sono contento, sono gare che ti danno autostima, valgono tanto dal punto di vista del punteggio. Abbiamo fatto una partita di intensità, di tenuta contro un'ottima squadra che sta bene in campo e veniva da un risultato importante. Rodrigo ha fatto una gara strepitosa sotto il profilo dell'intensità e dell'abnegazione: penso che in tutta la partita abbia sbagliato una, massimo due palloni. Adesso abbiamo una linea difensiva a quattro che ti fa giocare con grande tranquillità; sono davvero felice per Scuffet, un giocatore ritrovato. Simone ha cuore, ha anima è un ragazzo forte, un po' chiuso forse, ma ha tutto: ha fatto due parate che ci hanno permesso di vincere la partita.
Per quanto riguarda Lasagna il mister ha fatto una scelta tecnica: ha voluto dare spazio a Teodorczyk visti i tanti impegni ravvicinati. Sta nascendo qualcosa di positivo tra la squadra, lo staff e i tifosi e questo sarà fondamentale per il proseguo del campionato
".

Guarda l'intervista

VALON BEHRAMI

"Abbiamo fatto una partita completa sotto tutti i punti di vista: siamo riusciti a soffrire insieme quando eravamo sotto pressione, abbiamo rischiato qualcosa ma Scuffet ha fatto delle parate incredibili. Siamo stati tutti protagonisti, tutti si sacrificano e danno il 100%. questo è lo spirito giusto. Stiamo facendo bene in difesa perché ci stiamo dando tutti una mano, questo fa la differenza oltre al lavoro di reparto. Con la Lazio sarà una partita complicata, dobbiamo recuperare le forze. Il mister ha il coraggio di ruotare e questo è un gran segnale per tutta la squadra".

Guarda l'intervista

KEVIN LASAGNA

"Era un po' che aspettavo il gol, sono contento di essermi finalmente sbloccato e di aver portato a casa i tre punti. C'è stato un momento nel secondo tempo in cui abbiamo saputo soffrire di squadra: il gruppo è compatto sia in campo che fuori ed è importante per le prestazioni. Sono felice che i miei compagni mi abbiano abbracciato dopo il gol, sono cose che fanno davvero piacere. Mercoledì con la Lazio ce la giocheremo, abbiamo dimostrato che siamo una squadra tosta che non si arrende mai".

Guarda l'intervista
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto