03 luglio 2018
03 luglio 2018

I nostri bianconeri ai mondiali

La Svizzera di Behrami eliminata agli ottavi dalla Svezia.

Schermata 2018-07-03 alle 17.11.03.png
OTTAVI DI FINALE

SVEZIA - SVIZZERA 1-0 (martedì 3 luglio)

Anche il Mondiale del bianconero Valon Behrami termina agli ottavi: basta una conclusione di Forsberg deviata da Akanji alla Svezia per passare il turno.

Partita ruvida ma di sostanza e sacrificio per Valon Behrami che cerca di limitare le azioni offensive degli svedesi con la sua solita grinta: il numero 85 bianconero si prende anche un cartellino giallo per un intervento su Forsberg che gli varrà la squalifica nel prossimo impegno internazionale. 

CROAZIA - DANIMARCA 1-1 [3-2 d.c.r] (domenica 1 luglio)


Finisce agli ottavi di finale l'avventura mondiale della Danimarca di Stryger.

Non bastano un ottimo Schmeichel e una squadra compatta a fermare la Croazia di Modic e Rakitic: i biancorossi di mister Hareide salutano il Mondiale russo dopo i calci di rigore.

Danimarca in vantaggio dopo appena un minuto di gioco con M. Jorgensen che approfitta di una respinta goffa di Subasic e manda il pallone in rete.
La Croazia non demorde e trova subito la reazione con Mario Mandzukic che ristabilisce la parità dopo appena quattro minuti. 
L'1-1 resiste fino ai calci di rigore grazie anche a un ottimo Schmeichel che riesce a parare un rigore a Modric nei minuti finali del secondo tempo supplementare.

Solo panchina stavolta per il nostro Jens Stryger, che ha vissuto da spettatore l'unica partita disputata dalla sua nazionale.

TERZO TURNO

SVIZZERA - COSTA RICA 2-2 (mercoledì 27 giugno)

La nazionale elvetica pareggia per 2-2 contro la Costarica al termine di un incontro ricco di occasioni da entrambe le parti. 
Apre le marcature nel primo tempo Dzemaili, poi gli elvetici vengono rimontati dai centroamericani prima del nuovo vantaggio rossocrociato firmato Drmic a tre minuti dal novantesimo. 

Un autogol di Sommer allo scadere consente alla Costarica di riagguantare la Svizzera che riesce comunque a qualificarsi per il turno successivo come seconda. Buona la prova del nostro mediano Valon Behrami, schierato dal ct Petkovic assieme a Xhaka come cerniera fra difesa e centrocampo nel 4-2-3-1 che vedeva Gavranovic unica punta. 

Valon è rimasto in campo per un’ora esatta ed è stato sostituito al 15’ del secondo tempo da Zakaria. Il nostro numero 85 ha sofferto nei primi minuti le folate offensive costaricane che hanno prodotto un palo e una traversa nel primo quarto d’ora di gioco, ma una volta esauritasi la spinta offensiva degli avversari e prese le adeguate controminure, con il passare dei minuti il compito del nostro centrocampista è divenuto via via più semplice. 
La sua condizione fisica non ottimale ha fatto sì che il tecnico serbo della Nazionale rossocrociata propendesse per la sostituzione in avvio del secondo tempo, in modo da mantenere fluida la manovra della propria squadra.


DANIMARCA - FRANCIA 0-0 (martedì 26 giugno)

Larsen ha disputato tutti i 90 minuti contro la Francia, una partita che a dispetto dello 0-0 finale ha evidenziato dei contenuti tecnici alquanto interessanti. Il tecnico scandinavo Hareide ha riproposto il nostro terzino sulla fascia mancina all’interno di un semi inedito modulo 4-1-4-1, nel quale Christensen agiva da battitore libero davanti ai quattro della difesa e con Cornelius al posto dello squalificato Poulsen. Il nostro Jens, che nell’arco dell’incontro se l’è vista a più riprese con il suo diretto avversario Varane, ha contribuito a rinsaldare la fortezza difensiva danese che, rigore a parte subito dall’Australia nell’incontro precedente, continua a non subire gol su azione da più di 700 minuti.

ISLANDA - CROAZIA 1-2 (martedì 26 giugno)

Niente da fare, invece, per il nostro vichingo Emil Hallfredsson: la sua Islanda al 90’ ha dovuto alzare bandiera bianca al cospetto della Croazia. Balcanici avanti grazie alla rete del fiorentino Badelj, ma scandinavi capaci di riagguantare il pareggio su rigore decretato dall’arbirtro Lahoz per un fallo di mano in piena area di Lovren. Nel finale, però, l’interista Perisic segna il definitivo 2-1 che consente ai croati di chiudere al primo posto e a punteggio pieno il proprio girone, grazie al quale disputeranno l’ottavo di finale proprio contro la Danimarca del nostro Stryger Larsen. Hallfredsson, rimasto in campo per tutti i 90 minuti, si è reso protagonista di due conclusioni interessanti da lontano nel corso del primo tempo, mentre al 14’ della ripresa è stato ammonito per un fallo su Pjaca. 

SECONDO TURNO

SERBIA - SVIZZERA 1-2 (venerdì 22 giugno)

In una partita piena di emozioni all’Arena Baltika di Kaliningrad, la Nazionale elvetica va in svantaggio dopo soli cinque minuti a causa di un gol di Mitrovic, subisce per tutto il primo tempo la formazione balcanica, per poi capovolgere l’incontro nel corso del secondo tempo.

Il pareggio arriva al 7’ della ripresa con un missile di Xhaka da lontano e viene legittimato da un palo di Shaqiri colto pochi minuti dopo. Occasioni che capovolgono l’inerzia di una partita che gli uomini di Petkovic riescono a fare loro proprio al 90’ sempre con Shaqiri che insacca al termine di un’azione di contropiede.

Il nostro Valon Behrami ha giocato l’intera partita, pur non trovandosi in condizioni fisiche eccellenti, inserito nella diga davanti alla difesa di un 4-2-3-1 alquanto speculare rispetto agli avversari.

La Svizzera con questa vittoria si trova ora, dopo due partite del girone, a 4 punti assieme al Brasile con buone prospettive di  qualificazione agli ottavi di finale.

DANIMARCA - AUSTRALIA 1-1 (giovedì 21 giugno)

Finisce in pareggio la seconda partita del girone per la Danimarca del nostro Jens Stryger Larsen che nell’incontro giocato alle ore 14.00 a Samara, ha impattato per 1-1 con l’Australia. Al vantaggio danese giunto nei primi minuti dell’incontro e realizzato da Eriksen risponde al 39’ sempre del primo tempo Jedinak su calcio di rigore decretato dalla Var a causa di un fallo di mano di Poulsen sul colpo di testa di Leckie.

Schierato nel ruolo inedito di terzino sinistro, il nostro Jens ha ben figurato dimostrando di sapersi ben comportare all’interno del 4-2-3-1 impostato dal ct scandinavo Hareide. Danimarca padrona del campo nei primi venti minuti dell’incontro durante i quali gli oceanici hanno fatto fatica a controllare le geometrie dei giocatori in biancorosso. Il nostro Stryger Larsen è rimasto in campo per tutti i 90 minuti più recupero contribuendo con la sua esperienza a compattare la retroguardia danese che è stata battuta solamente da un calcio di rigore che così ha fermato l’imbattibilità della porta di Schmeichel dopo 571 minuti.  

L’ultima partita del girone la Danimarca, ormai vicina alla qualificazione agli ottavi di finale, la disputerà martedì alle 16.00 contro la Francia al Luzhniki Stadion di Mosca.

PRIMO TURNO


BRASILE - SVIZZERA 1-1 (domenica 17 giugno)

Anche la Svizzera di Valon Behrami ha bloccato sull’1-1 un’altra delle favorite della vigilia, il Brasile delle tante stelle, con il nostro numero 85 in campo per 70 minuti e sostituito dopo essere stato ammonito.

ARGENTINA - ISLANDA 1-1 (sabato 16 giugno)

All’esordio nella massima competizione internazionale, l’Islanda del nostro Emil ha fermato sull’1-1 niente meno che una delle favorite per la vittoria finale, l’Argentina di un Lionel Messi tenuto a bada con ordine dai difensori del Paese scandinavo e anche dallo stesso centrocampista bianconero. Anche con metodi non ortodossi, come accaduto nei minuti di recupero dell’incontro quando Hallfredsson ha bloccato sul nascere l’ultima occasione per l’Albiceleste con un fallo sulla tre quarti campo.

PERÙ - DANIMARCA 0-1 (sabato 16 giugno)

Vittoria infine per la Danimarca di Jens Stryger Larsen che ha battuto il Perù per 1-0. Protagonista anche in questo caso il nostro esterno con un tiro da lontano al 6’ del secondo tempo.
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto