20 aprile 2019
20 aprile 2019

Il futuro è nelle nostre mani

I protagonisti di Udinese-Sassuolo ai microfoni di Udinews TV

SFE_4477 copia.jpg
Quattro dei bianconeri che hanno disputato la sfida con il Sassuolo raccontano a Udinews TV la partita con i neroverdi e commentano il punto portato a casa. 

STEFANO OKAKA 
"Dovevamo fare punti e ce l’abbiamo fatta, a livello di carattere e determinazione abbiamo davvero messo tutto il nostro impegno.Ora c’è ancora da soffrire, la stagione è così. Il pareggio di oggi è fondamentale perché abbiamo preso un punto sull’Empoli, ovviamente volevamo la vittoria ma dobbiamo prendere quello che arriva e fare i punti necessari per la salvezza. La Lega ha decretato che il gol del pareggio è un autogol di Lirola, io io l’ho toccata ma quello che conta è che la palla sia andata dentro".

KEVIN LASAGNA
"Nel primo tempo c’era tensione, nel secondo abbiamo dovuto reagire anche a livello mentale. L’azione con Demiral non è stata uno spalla contro spalla, la sua spalla ha colpito la mia schiena, secondo me era rigore. sapevamo i risultati delle altre squadre, dovevamo a tutti i costi fare il gol del pareggio, il Mister ha messo in campo tutti gli attaccati che aveva a disposizione.
Dobbiamo comunque vedere il bicchiere mezzo pieno, questo è un punto guadagnato, domani ricominciamo ad allenarci e dobbiamo essere subito pronti per Atalanta e Inter.  Il Sassuolo è venuto qui per non perdere, Atalanta e Inter invece sono in corsa per la Champions e quindi per loro sono partite importanti, ma anche noi dobbiamo vincere e siamo focalizzati sul nostro obiettivo."

MARCO D’ALESSANDRO 
"Credo che, al di là del risultato ottenuto, sia stata una partita importante perché ce l’abbiamo messa veramente tutta. C’è anche da dire che venivamo da una partita infrasettimanale che, essendo anche nella fase finale del campionato, toglie ulteriori energie. Noi comunque ci rimbocchiamo le maniche e cerchiamo di far punti anche nella prossima gara.
Abbiamo preso gol, è vero, ma nel secondo tempo siamo entrati con un piglio diverso. Il mister ci ha dato coraggio ricordandoci che dovevamo pareggiare e che potevamo farlo. Ora ci aspetta un’altra partita difficile con l’Atalanta, con la quale ho ricordi bellissimi ma torno a Bergamo da avversario e la mia priorità è l’Udinese. Il futuro è nelle nostre mani, sta a noi portare a casa la salvezza dando tutto fino all’ultima giornata.
"

SEBASTIEN DE MAIO
"È stata una partita molto difficile perché siamo andati in svantaggio e quando ciò succede si perdono tante energie per rimontare. Il Sassuolo gioca molta bene, ci ha messo un po’ in difficoltà, ma abbiamo risposto bene. Quando siamo entrati in spogliatoio dopo il primo tempo eravamo tutti arrabbiati perché sapevamo di poter fare molto di più. Oggi abbiamo guadagnato un punto in più sull’Empoli, il che è importante: quattro punti sono tanti ma possono essere anche pochi, quello che dobbiamo fare noi è continuare a lavorare con attenzione e concentrazione per affrontare l’Atalanta con la quale sarà dura." 
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto