News LA PRIMA IN CASA NON CI SORRIDE: VINCE IL CHIEVO 2-1
20 agosto 2017
Non è bastato il gol di Thereau. Ora testa alla Spal

LA PRIMA IN CASA NON CI SORRIDE: VINCE IL CHIEVO 2-1

WhatsApp Image 2017-08-20 at 23.39.00.jpeg
UDINESE - CHIEVOVERONA 1-1

15’ Inglese, al 37’ Thereau; nel secondo tempo al 9’ Birsa


UDINESE: Scuffet, Wague (13’ s.t. Samir), Angella, Nuytinck, Pezzella, De Paul (20’ s.t. Behrami), Hallfredsson, Fofana (16’ s.t. Perica), Jankto, Thereau, Lasagna. All. Delneri

CHIEVO VERONA: Sorrentino, Cacciatore, Dainelli, Gamberini, Gobbi, Castro, Radovanovic, Hetemaj, Birsa (34’ s.t. Rigoni), Inglese (43’ s.t. Pellissier), Pucciarelli (30’ s.t. Garritano). All. Maran

Ammoniti: Angella, Perica, Rigoni, Cacciatore




Grande atmosfera alla Dacia Arena in occasione della “premiere” della stagione 2017/18 e tanto entusiasmo sugli spalti. L’Udinese di Delneri non riesce a concretizzare le poche occasioni che l'esperto Chievo di Maran gli concede. Buona la prova di Kevin Lasagna, Giuseppe Pezzella e di Cyril Thereau autore peraltro della bella rete del momentaneo pareggio friulano.

La cronaca

Dopo soli cinque minuti un’uscita scomposta di Sorrentino per poco non favorisce un lesto Lasagna prontissimo nell’approfittare della situazione ma l’esperto estremo ospite è bravo a riprendere la posizione.

All’8’ ancora Lasagna si guadagna un corner sulla cui seguente battuta De Paul fa da sponda per il numero 15 la cui conclusione però si spegne di poco a lato.

L’Udinese forza il ritmo nel tentativo di pervenire al vantaggio e al 13’ Thereau è rapido nell’intercettare una palla al limite dell’area impegnando poi Sorrentino con la sua conclusione velenosa. Sul capovolgimento di fronte, però, il Chievo si guadagna un calcio d’angolo dal quale si sviluppa il vantaggio ospite: cross preciso di Birsa sul quale si avventa Inglese ben appostato sul primo palo che anticipa la difesa di casa deviando il pallone in rete.

L’Udinese non ci sta e dopo qualche minuto di sbandamento si rifà sotto con De Paul: il numero 10 bianconero, all’altezza della bandierina, fa da sponda per il sempre presente Lasagna che tenta la conclusione da difficile posizione, ma il pallone s’impenna. Ancora i bianconeri attivi al 35’ con Fofana: conclusione potente da fuori area bloccata in due tempi da Sorrentino.

È il preludio al gol del pareggio che giunge due minuti dopo: De Paul si sgancia indisturbato sulla fascia sinistra, mette in mezzo un pregevole rasoterra. L’accorrente Thereau, senza pensarci su due volte, calcia repentinamente a rete con un preciso destro che si infila alla destra di Sorrentino. È il gol che mette il turbo alla Dacia Arena, ammirevole nell’incitare i propri beniamini per tutta la durata dell’incontro, anche nei momenti più difficili.

Prima della fine della frazione il Chievo si rende pericoloso con Birsa il quale, dopo essersi passato il pallone dal piede destro al sinistro, alza troppo nel tentativo di centrare l’angolino alla destra di Scuffet.

Il secondo tempo vede l’Udinese ripartire con la stessa grinta messa in campo nella fase centrale del primo. Al 7’ un cross di De Paul per Lasagna viene anticipato in angolo di un soffio dalla difesa ospite. 

Due minuti dopo, però, un’invenzione di Birsa dalla tre quarti in posizione defilata gela lo stadio: il suo sinistro beffa l’intera difesa e s’insacca nell’angolino alto alla destra di Scuffet.

Delneri prova a dare maggiore brio al centrocampo inserendo a stretto giro di posta Samir al posto di Wague e Perica per Fofana. Poco dopo Behrami rileva uno stanco De Paul, nel frattempo Pezzella prova la conclusione solitaria di testa ma la palla si spegne sopra la traversa. L’Udinese, come già accaduto nella prima frazione, alza il ritmo e ci prova nuovamente con Lasagna il cui tiro da fuori sfiora la porta difesa da Sorrentino.

Doppio cambio anche per il Chievo che prova a difendere il vantaggio acquisito, ma l’Udinese degli ultimi venti minuti si rende ancora pericolosa con l’eterno Lasagna in girata su assist di Pezzella e a un minuto dal termine sempre con il numero 15 bianconero coraggioso ad avventarsi di testa su un pallone crossato da Jankto a un minuto dalla fine.

Ultima chance per l’Udinese proprio allo scadere con Angella ma Sorrentino blocca a terra.

L’incontro termina dopo tre minuti di recupero. La prima in casa non ha arriso al volitivo undici di Delneri che però ha dimostrato grinta e forza d’animo da vendere. La possibilità di rifarsi i bianconeri ce l’avranno già domenica prossima sul campo della Spal al ritorno nella massima serie dopo 49 anni.
 
 
 
Guarda l'intervista a mister Delneri 
 

Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto