29 luglio 2019
29 luglio 2019

Media Day a St. Veit

Tradizionale incontro con la stampa all'inizio della seconda settimana di ritiro in Austria

media day.jpg
Si è tenuto questa mattina il Media Day di Sankt Veit organizzato dall’Udinese Calcio nell’ormai tradizionale appuntamento di incontro con i media. 
I lavori sono stati introdotti dal Direttore Generale Franco Collavino: “La stagione 2019-2020: un nuovo direttore sportivo, Pierpaolo Marino e la conferma dell'allenatore, Igor Tudor che lo scorso anno ha svolto un eccellente lavoro. Ripartiamo da qui, oltre che da un trend positivo degli abbonamenti che ci vedono, alla chiusura della terza fase, con 11.330 tagliandi venduti, 780 in più fino ad ora, rispetto all’anno scorso. E’ un segnale molto importante, che vede premiate le nostre scelte, e la Dacia Arena come stadio family friendly e casa di tutti gli sportivi.
Per questo ringrazio i nostri tifosi che hanno dato fiducia alla squadra e alla società, ripartiamo anche dagli ulteriori lavori effettuati alla Dacia Arena per migliorare la fruibilità delle tribune laterali, e dai recenti sviluppi per quanto riguarda gli investimenti futuri sull’impianto: desidero ancora una volta sottolineare quanto la Dacia Arena sia strettamente legata alla città, quanto il suo sviluppo vada di pari passo con quello del territorio, e sia rapportato - e questo non viene mai sottolineato a sufficienza da parte nostra - al grande valore che i nostri sponsor attribuiscono all’Udinese e a tutto il sistema che in questi ultimi 25 anni di serie A abbiamo creato a Udine. Sta per partire una nuova stagione, e al netto dell’impegno, delle difficoltà che sono fisiologiche così come i grandi momenti di soddisfazione, siamo insieme in questo percorso e abbiamo tutti un punto in comune, come dice lo slogan della nostra campagna abbonamenti: abbiamo tutti l’Udinese nel nostro DNA”. 
Ha poi poi preso la parola il Responsabile dell’Area Tecnica Pierpaolo Marino: "Il gruppo sta lavorando in maniera importante. Ho letto qualche giudizio troppo severo in questa fase di preparazione. Siamo un work in progress e credo sia prematuro dare giudizi su una squadra ancora in via di completamento. Già questo gruppo ha un grande potenziale ma ha necessita’ di lavorare insieme e perfezionare i meccanismi”. Applaudito il saluto di mister Igor Tudor: “Ai tifosi dico di stare tranquilli, stiamo lavorando e quando ci saranno le partite che contano la squadra risponderà presente”. 
Al media day presente anche il Comune di Udine Maurizio Franz, che ha dichiarato: “L’amicizia tra due popoli si vede che poche e semplici cose, una su tutte la capacità di collaborare e di unire le forze in vista di un obiettivo comune, consapevoli del fatto che il successo dell’altro è il proprio successo. La presenza, durante queste settimane, dell’Udinese qui a Sankt Veit an der Glan è la dimostrazione che l’amicizia tra Udine e il popolo austriaco è più forte e viva che mai. Per questo, come amministratore del Capoluogo friulano, non posso che ringraziarvi per questa vostra ospitalità e ricambiare invitandovi tutti, dal 12 al 15 settembre, al venticinquesimo Friuli Doc, che anche quest’anno abbiamo voluto estendere alla Stiria. Ma non basta, perché torneranno in città anche gli amici della Carinzia. Ma l’allargamento sempre maggiore alle varie regioni austriache non è l’unica novità di questa edizione; l’aspetto enogastronomico sarà infatti arricchito da una forte componente culturale grazie alla stretta collaborazione con la nostra Università, che aprirà le sue splendide sedi a convegni, workshop e incontri, con i Consorzi di tutela del Prosciutto di san Daniele, del Montasio e dei vini doc e con le Associazioni di categoria. Vi aspettiamo quindi a settembre a Udine, per brindare nuovamente a questa nostra amicizia”.
L’assessore allo Sport, Attività del tempo libero, Pianificazione Territoriale Paolo Pizzocaro ha precisato: “Un saluto agli amici austriaci e a tutto lo staff dell’Udinese che, preparandosi ad affrontare la sua venticinquesima stagione in serie A, entra di diritto tra i principali team italiani. In questi anni i supporter austriaci non hanno mai fatto mancare alla nostra squadra il loro affetto e il loro supporto e non è un caso che, durante i Campionati Europei Under 21 che si sono svolti a Udine a giugno, i tifosi udinesi e friulani abbiano incitato proprio la Nazionale austriaca, in nome di un’antica e sincera amicizia che si rinnova qui oggi e che sarà sempre di più, anche grazie allo sport, il motore di uno sviluppo capace di andare oltre i confini regionali e nazionali, per ritrovare la matrice culturale mitteleuropea che ci unisce e definire una vocazione comune fatta di sinergia, valorizzazione delle differenze e gestione intelligente dei tratti comuni. Un grazie quindi per l’ospitalità che ci avete riservato qui, nella splendida Sankt Veit an der Glan, e che ricambieremo a settembre a Friuli Doc”.
Dopo gli interventi istituzionali il clou con la presentazione dei giocatori Rodrigo Becao e Mato Jajalo vestiti con la nuova seconda maglia di gioco della stagione 2019/20. Così Mato Jajalo: “Il ritiro è sempre faticoso, però abbiamo un ottimo staff che ci segue e ci aiuta a recuperare tra una seduta e l'altra. Il centrocampo è un reparto di grande responsabilità, penso che il nostro abbia la giusta solidità per affrontare il campionato. Alla Dacia Arena finora ho giocato solamente da avversario. Non vedo l'ora di scendere in campo con la maglia bianconera e cercherò di mettere la mia esperienza a disposizione della squadra”. Infine Rodrigo Becao:  “L'impatto con la squadra è stato ottimo, i compagni e lo staff mi hanno accolto calorosamente. Sono venuto a Udine per raggiungere grandi obiettivi e farò del mio meglio perché questo accada. Sono certo che qui a Udine vivrò in un ambiente familiare e che ci siano tutti i presupposti per disputare una buona stagione. Il passaggio dal Brasile alla Russia aveva rappresentato per me un cambio notevole nello stile di vita; ora sono pronto a immergermi in un'altra realtà nuova, quella dell'Udinese, con grande entusiasmo. Al Cska il numero 50 mi ha portato fortuna, spero sia di buon auspicio anche per questa stagione a Udine”.
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto