17 marzo 2019
17 marzo 2019

Napoli 4 - 2 Udinese

Non ci bastano due grandi gol di Lasagna e Fofana

UDINESE14.jpg
Con una partita gagliarda mettiamo in seria difficoltà il Napoli, recuperando in soli sei minuti (grazie a due grandi gol di Lasagna e Fofana) il doppio svantaggio firmato Younes e Callejon. Nella ripresa, però, Milik e Mertens ristabiliscono le distanze fissando il risultato finale sul 4-2 per gli azzurri partenopei.

PRIMO TEMPO

Mister Nicola, in considerazione dell’emergenza nel reparto difensivo, prova Mandragora assieme a Stryger e a Ekong, con Sandro a centrocampo coadiuvato da Fofana, De Paul invece è a supporto di Pussetto e Lasagna. 

La prima occasione la creiamo noi dopo soli quattro minuti: Lasagna scende sulla fascia sinistra e crossa teso in mezzo all’area per Pussetto che viene anticipato di un soffio da Ospina. Momenti di tensione per il nostro numero 23 che nella circostanza si scontra con l’estremo difensore azzurro. Recupera Pussetto, mentre Ospina è costretto a munirsi di un’ampia fasciatura sulla testa per poter continuare. La partita riprende dopo 5 minuti di interruzione.

Combinazione Malcuit – Koulibaly al 16’ in piena area di rigore, con quest’ultimo che calcia sicuro a rete, ma con altrettanta sicurezza il nostro portierone è abile a dirgli di no.

Un minuto dopo il Napoli passa: Mertens per Younas nello stretto che calcia dal vertice sinistro dell’area un destro a girare sul quale Musso non può opporre resistenza.

Passa un altro minuto e Pussetto s’invola verso l’area avversaria, ma è fondamentale l’intervento di Maksimovic al limite dell’area piccola: con la sua opposizione nega un gol praticamente già fatto al nostro argentino. 

Combinazione fra Pussetto e Fofana al 22’ con tiro di quest’ultimo dai 20 metri bloccato da Ospina in due tempi.

Al 25’ il Napoli raddoppia: taglio di Mertens dalla sinistra per Callejon il quale calcia a rete quasi inciampando sul pallone che prende così una direzione particolare, scavalca Musso e finisce in rete.

Al 30’ Sandro recupera un ottimo pallone a centrocampo e consegna il pallone a Fofana il quale, una volta giunto sulla tre quarti, allunga per Lasagna il cui taglio di precisione beffa Ospina consentendo all’Udinese di portarsi sul 2-1.

La rimonta friulana si completa al 36’ e nasce da un’iniziativa personale di Fofana che lascia sul posto sia Younas che Allan, scambia con Ter Avest e calcia di giustezza in rete mettendo a sedere mezza difesa partenopea: è il gol che vale il 2-2.

Momenti di tensione al 41’ quando Ospina, precedentemente colpito sul capo da Pussetto, ha un mancamento. Costretto ad abbandonare il campo in barella, viene sostituito dal friulano Alex Meret.

Il primo tempo si chiude dopo ben 6 minuti recupero causati dall’infortunio dell’estremo difensore di casa.

SECONDO TEMPO

La ripresa inizia per noi con gli stessi undici del primo tempo.
Ci prova subito Lasagna al volo su suggerimento dalla sinistra di Zeegelaar, Maksimovic devia in calcio d’angolo.

Al 7’ Lasagna crossa verso la porta trovando però l’opposizione di Ghoulam.

Al 12’ il Napoli torna in vantaggio: calcio d’angolo battuto da Callejon e Milik in piena area riesce a deviare in gol di testa anticipando Mandragora, che nella circostanza subisce qualche spintone di troppo da parte dell’attaccante polacco.

Mister Nicola cambia gli interpreti del centrocampo inserendo Ingelsson al posto di Sandro.
Al 24’ Mertens dopo aver ricevuto da Allan porta a quattro le marcature dei suoi con una serpentina iniziata dal settore destro e conclusa con un tiro sul palo più lontano. 

L’Udinese non si dà per vinta e, anzi, prova a rientrare in partita al 30’ con una ripartenza di De Paul per Pussetto la cui conclusione si spegne sopra la traversa.

Ancora De Paul a prendere l’iniziativa al 33’ con un lungo traversone a suggerire Ingelsson, anticipato però all’ultimo momento da Ghoulam a fil di palo.

Al 41’ Mister Nicola prova a dare maggiore forza al reparto offensivo inserendo Okaka al posto di Stryger.
Al 43’ è di nuovo De Paul a suggerire da calcio d’angolo per il neoentrato De Maio che anticipa tutti ma alza sopra la traversa.

Zielinski segna su suggerimento di Mertens proprio allo scadere, ma la sua posizione è irregolare al momento della partenza del pallone, pertanto il gol viene annullato per fuorigioco.

La partita finisce dopo sei minuti di recupero.

NAPOLI-UDINESE 4-2  
Marcatori: al 17’ Younes, al 26’ Callejon, al 30’ Lasagna, al 36’ Fofana; nel secondo tempo al 12’ Milik, al 24’ Mertens

NAPOLI
Ospina (43’ p.t. Meret), Malcuit (41’ s.t. Hysaj), Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam, Callejon, Allan, Zielinski, Younes (11’ s.t. Verdi), Mertens, Milik. 
All. Ancelotti

A disposizione: Karnezis, Zedadka, Mario Rui, Ounas, Luperto, Gaetano 

UDINESE
Musso, Stryger (41’ s.t. Okaka), Mandragora, Troost-Ekong, Ter Avest (23’ s.t. De Maio), Fofana, Sandro (18’ s.t. Ingelsson), De Paul, Zeegelaar, Lasagna, Pussetto. 
All. Nicola

A disposizione: Perisan, Nicolas, Micin, Bocic, Wilmot, Vasko, Battistella, De Maio
 
Ammoniti: Zielinski, Sandro
 
Arbitro: Valeri di Roma 
Assistenti: Caliari di Legnago e Tasso di La Spezia  
Quarto uomo: Volpi
VAR: Chiffi
Assistente VAR: Bindoni  

Condividi su