News TROPPA ROMA NEL PRIMO TEMPO, ALL’OLIMPICO FINISCE 3-1
23 settembre 2017
La prima frazione, di marca giallorossa, si chiude sul 3-0. Al 90’ il primo gol bianconero di Stryger fissa il risultato sul 3-1

TROPPA ROMA NEL PRIMO TEMPO, ALL’OLIMPICO FINISCE 3-1

articolo.jpg
ROMA-UDINESE 3-1

Marcatori: al 12’ Dzeko, al 30’ El Shaarawy, al 44’ El Shaarawy; nel secondo tempo al 45’ Larsen

ROMA

Alisson, Florenzi (33’ s.t. B. Peres), Manolas, Fazio, Kolarov (29’ s.t. Moreno), Nainggolan, De Rossi, Strootman, El Shaarawy, Dzeko (26’ s.t. Defrel), Perotti. All. Di Francesco

A disposizione: Castan, Gerson, Gonalons, Jesus, Lobont, Pellegrini, Skorupsky, Under

UDINESE

Bizzarri; Larsen, Angella, Nuytinck, Samir, De Paul (25’ s.t. Bajic), Behrami, Barak (7’ s.t. Fofana), Jankto, M. Lopez, Lasagna (1’ s.t. Pezzella). All. Delneri

A disposizione: Scuffet, Adnan, Balic, Bochniewicz, Borsellini, Ewandro, Hallfredsson, Ingelsson, Matos

Arbitro: Massa di Imperia

Ammoniti: M. Lopez

Note: Perotti sbaglia un rigore al 44’ s.t.



Dopo un primo tempo nel quale è costretta a subire le iniziative giallorosse, gli uomini di Delneri si rendono più volte pericolosi nella seconda frazione, andando in rete con Larsen e cogliendo una traversa con Nuytinck.

Udinese che prova fin dai primi istanti a farsi pericolosa con Jankto, ma il suo sinistro è deviato in angolo da Alisson.

Dopo dieci minuti caratterizzati da una fase di studio a centrocampo, al 12’ la Roma passa: Nainggolan sulla tre quarti fra tre bianconeri riesce ad allungare il pallone a Dzeko il quale, sul filo del fuori gioco, si gira e batte un incolpevole Bizzarri.

Di nuovo pericolosa la Roma con una girata di Dzeko al 16’ su assist di Perotti, ma il suo sinistro di contro balzo è parato senza problemi da Bizzarri, ben protetto nella circostanza da Angella.

L’Udinese prova a pressare alto i possessori di palla giallorossi e al 29’ giunge la seconda occasione per l’Udinese grazie a un’azione costruita dalla destra da De Paul, il pallone finisce nell’area romanista dove Maxi Lopez anticipa tutti e calcia a rete, ma Alisson impedisce la gioia del gol all’argentino grazie a una fortunosa doppia parata mano – piede.

Sul ribaltamento di fronte, però, la Roma raddoppia. Dzeko si trasforma in assistman e consegna in area un pallone per El Shaarawy il quale con l’esterno destro devia in rete beffando in tal modo i diretti marcatori.

Due corner in successione per i bianconeri calciati da Jankto intorno al 33’, ma in entrambi i casi la difesa di casa sbroglia la matassa.

Ci prova De Paul con un tiro dal limite al 37’, imitato trenta secondi dopo da Jankto, ma in entrambi i casi Alisson riesce a far suo il pallone. 

Occasione per la Roma al 42’ su punizione dal limite ma Bizzarri è attento e fa suo il pallone senza problemi. 

L’Udinese negli ultimi minuti della frazione si spinge in avanti alla ricerca del gol e ci prova prima su calcio piazzato di Jankto e quindi con Maxi, ma sul capovolgimento di fronte la Roma in contropiede perviene al 3-0 nuovamente con El Shaarawy.

Il primo sussulto del secondo tempo è ad opera dell’Udinese che al 10’ ci prova con il neo entrato Pezzella (subentrato al posto di Lasagna), che crossa per Stryger la cui conclusione sfiora il palo.

Al 15’ Jankto ci prova da fuori, ma la sua conclusione meriterebbe maggior fortuna.

L’Udinese cerca di approfittare del calo di tensione romanista e al 24’ Maxi Lopez prova l’intervento lampo, ma il collaboratore dell’arbitro giudica la sua posizione in fuorigioco.

Delneri sostituisce De Paul con Bajic (dopo aver provato anche Fofana per Barak) ed è proprio sui piedi del bosniaco la grande occasione per riaprire la partita al 30’ al termine di una bella combinazione con Maxi e Jankto. Sul successivo calcio d’angolo è Nuytinck ad ottenere la più grande occasione per i friulani centrando la traversa su deviazione di testa.

Guizzo romanista al 37’ con il neoentrato Defrel, ma la sua conclusione trova la tempestiva opposizione di Bizzarri con il piede.

A tre minuti dal 90’ l’arbitro Massa concede il calcio di rigore per un intervento dubbio di Angella su Perotti all’interno dell’area di rigore. Va sul dischetto lo stesso Perotti: palla sul palo e poi è lesto Nuytinck a spazzarla lontano dall’area.

Al 90’ l’Udinese monetizza i suoi sforzi del secondo tempo e riesce ad accorciare il risultato con Stryger che, su pregevole lancio dalle retrovie di Nuytinck, si presenta tutto solo in contropiede davanti a Alisson beffandolo di prepotenza con il destro.
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto