29 aprile 2018
29 aprile 2018

Udinese al cardiopalmo: due volte in vantaggio, viene raggiunta al 90’ sul 3-3

Avanti con Widmer, viene superata dal Benevento; nel finale thrilling un doppio Lasagna porta i nostri sul 2-3, ma al 90’ Sagna pareggia

Benevento-Udinese. Foto Petrussi 871 .jpg
BENEVENTO-UDINESE 3-3

Marcatori: al 12’ Widmer, al 23’ Venuti; nel secondo tempo al 31’ Coda su rigore, al 33’ e al 34’ Lasagna, al 45’ Sagna

BENEVENTO
Brignoli, Sagna, Djimsiti, Tosca, Venuti, Cataldi, Sandro, Viola, Brignola (45’ s.t. Gyamfi), Iemmello (13’ s.t. Parigini), Djuricic (34’ p.t. Coda). 
All. De Zerbi
A disposizione: Puggioni, Billong, Del Pinto, Letizia, Rutjens, Perica, Sanogo, Sparandeo, Volpicelli

UDINESE
Bizzarri, Stryger, Danilo, Samir; Widmer (32’ s.t. Zampano), Fofana, Behrami, Barak (1’ s.t. De Paul), Pezzella; Balic; Lasagna (37’ s.t. Perica). 
All. Tudor 
A disposizione: Scuffet, Borsellini, Adnan, Hallfredsson, Ingelsson, Lopez M., Nuytinck, Perica, Pontisso

Note: espulso Cataldi all’11’ s.t. per somma di ammonizioni 
Ammoniti: Venuti, Cataldi, Behrami, Balic, Brignola, Pezzella

Arbitro: Maresca di Napoli
Assistenti:  Tegoni di Milano e Peretti di Verona
Quarto Uomo:  Balice di Termoli
VAR: Mariani / Assistente VAR: Di Vuolo  


L’esordio di mister Tudor sulla panchina bianconera porta in dote il primo punto dopo più di due mesi di astinenza, assolutamente prezioso in chiave salvezza.

Modulo ritoccato in un 3-5-1-1 nel quale Balic giostra da tre quartista alle spalle del nostro bomber Lasagna. Difesa composta da Danilo, Samir e Larsen, a centrocampo Fofana, Behrami e Barak coadiuvati sulle fasce da Pezzella e Widmer.

Partenza con il freno a mano tirato a causa del gran caldo e primo velleitario tentativo di marca giallorossa al 7’ con Viola il cui tiro da lontano è facile preda di Bizzarri.

La nostra Udinese passa in vantaggio al 12’ sugli sviluppi di un calcio di punizione sulla tre quarti campo calciato in area da Andrija Balic, svetta su tutti Widmer che insacca di testa in controtempo.

Al 23’ però il Benevento pareggia al termine di un’azione corale nella quale Viola in tuffo batte Bizzarri su assist dalla sinistra di Venuti.

Al 27’ di nuovo pericolosi i nostri su azione iniziata da Balic da calcio di punizione, schiaccia di testa Samir per la risposta provvidenziale di Brignoli con i pugni; tutto inutile perché nella circostanza viene fischiato fuorigioco al nostro difensore.

Ci prova Fofana a sorprendere un Brignoli leggermente fuori dai pali, ma la sua rasoiata dai 25 metri è preda dell’estremo difensore sannita.

Al 40’ allungo di Balic per Lasagna, ma la sua conclusione è deviata in corner da Djimsiti.
Pericoloso il Benevento nel finale di tempo con un sinistro a girare di Venuti che si spegne di poco a lato. Risponde Balic nel secondo dei due minuti di recupero concessi dal direttore di gara, ma il suo destro da fuori area finisce sopra la traversa.

Ad inizio ripresa mister Tudor prova a rinfocolare il reparto avanzato inserendo De Paul al posto di Barak.

Udinese ancora pericolosa da calcio piazzato: all’8’ Balic dalla sinistra mette uno spiovente nel mucchio che Behrami, sfortunato nella deviazione di testa, che devia di poco fuori la porta difesa da Brignoli.

All’11’ il Benevento rimane in dieci uomoni a causa dell’espulsione di Cataldi per un fallo tattico su Lasagna lanciato in contropiede che gli costa il secondo cartellino giallo.

Ancora Fofana pericoloso al 14’ con un destro da lontano al termine di un’azione solitaria che avrebbe meritato maggiore fortuna.

Al 16’ il Benevento torna a farsi pericoloso su calcio d’angolo complice un improvviso vento forte che devia il pallone calciato da Brignola sul primo palo, fortunatamente Bizzarri recupera la posizione e salva la sua porta. 

Sul capovolgimento di fronte Widmer scodella in area un bel pallone per De Paul che cerca il tocco sotto, ma Brignoli c’è.

Al 20’ scatta in contropiede Fofana e Brignola lo atterra all’altezza del vertice sinistro dell’area: seconda ammonizione per il centravanti giallorosso (con conseguente espulsione) e punizione di De Paul deviata in calcio d’angolo dalla difesa.

Al 29’ Brignola supera Danilo e mette in mezzo all’area un pallone che viene toccato con la mano da Pezzella, l’arbitro Maresca dopo lunga consultazione con la Var assegna il calcio di rigore ai giallorossi che Coda realizza, portando così in vantaggio il Benevento.

Vantaggio che dura lo spazio di due minuti: Mister Tudor toglie Widmer per inserire Zampano e subito dopo l’Udinese pareggia con Lasagna che approfitta di un’uscita a vuoto del portiere di casa.

Sanniti che accusano il colpo e dopo un altro minuto subiscono il sorpasso: Venuti nel tentativo di respingere consegna il pallone al bomber Lasagna che da due passi non sbaglia e segna così il gol del 2-3.

A questo punto l’autore della doppietta viene sostituito, al suo posto Perica che appena entrato per pochi centimetri non riesce a deviare in rete un suggerimento di Pezzella.

Le occasioni a questo punto si sprecano e prima Balic, conclusione che si spegne sull’esterno della rete, e quindi De Paul su suggerimento del connazionale Perica, vanno vicino alla quarta marcatura.

Nell’ultimo minuto prima del recupero di una partita senza fine il Benevento riagguanta ancora una volta i bianconeri: calcio d’angolo di Venuti che Sagna in tuffo devia in rete anticipando Samir.

Nei cinque minuti di extratime decisi dall’arbitro Maresca l’Udinese tenta di riversarsi in avanti, ma i padroni di casa si chiudono a riccio e riescono a gestire il risultato fino al 95’ riuscendo così a portare a casa il 3-3.
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto