News Udinese guerriera: è 1-1 con il Milan alla Dacia Arena
04 febbraio 2018
Con un ottimo secondo tempo i nostri bianconeri recuperano l’iniziale svantaggio firmato Suso

Udinese guerriera: è 1-1 con il Milan alla Dacia Arena

DSC_1153.JPG
UDINESE-MILAN 1-1

Marcatori: al 9’ Suso; nel secondo tempo al 31’ Lasagna

UDINESE
Bizzarri, Stryger, Danilo, Nuytinck, Zampano, Barak, Behrami (31’ s.t. Balic), Jankto, Pezzella (19’ s.t. Widmer), De Paul (22’ s.t. M. Lopez), Lasagna. All. Oddo

A disposizione: Scuffet, Borsellini, Angella, Fofana, Perica, Pontisso, Hallfredsson  

MILAN
Donnarumma, Abate, Bonucci, Romagnoli, Calabria, Kessie, Biglia, Bonaventura (26’ s.t. Antonelli), Suso, A. Silva (27’ s.t. Kalinic), çalhanoglu (33’ s.t. Borini). All. Gattuso

A disposizione: A. Donnarumma, Guarnone, J. Mauri, Zapata, Montolivo, Musacchio, Bellanova, Cutrone, Locatelli

Ammoniti: Calabria, Larsen, Danilo
Note: 

Arbitro: Manganiello di Pinerolo
Assistenti: Alassio di Imperia, Di Iorio di Verbania
Quarto uomo: Tagliavento di  Terni
VAR: Mariani / Assistente VAR: Dobosz

Un’Udinese caparbia tiene botta al Milan e, dando dimostrazione di una grande capacità di giro palla e di compattezza di squadra, riagguanta i rossoneri andati in vantaggio quasi subito con un gran gol di Suso. 

Finale di partita con il Milan in dieci per l’espulsione di Calabria, ma l’Udinese pur riversandosi nella metà campo avversaria, non riesce a sferrare il colpo del ko.

Mister Oddo propone dal primo minuto il neo acquisto Zampano, mentre in avanti conferma il bomber Lasagna con De Paul a giostrare sulla tre quarti. 
In difesa Stryger e Nuytinck affiancano il capitano Danilo.

Rossoneri immediatamente in avanti con Abate che mette in mezzo un buon pallone per Bonaventura che trova l’opposizione di Bizzarri.

Dopo qualche minuto con le due squadre a giocare in un fazzoletto di campo, il Milan trova il vantaggio al 9’ con Suso il quale trova l’imbeccata da fuori con il mancino a trafiggere un incolpevole Bizzarri con un tiro sotto l’incrocio.

Pregevole la risposta dell’Udinese al 18’ con Lasagna ben imbeccato da un’azione solitaria di Jankto, la deviazione di testa del numero 15 però si spegne a lato di pochissimo.

Il Milan sugli sviluppi di un calcio d’angolo al 23’ si rende nuovamente pericoloso con un’azione iniziata da Calhanoglu per Biglia il quale prolunga per Kessie mal posizionato in mezzo all’area che facilita l’intervento di Bizzarri.

Il Milan preme, ma giunto sulla tre quarti bianconera si smarrisce e così la nostra Udinese in una ripartenza di De Paul ha una grande occasione per pareggiare al 38’ ma Donnarumma è lesto a dire di no al sinistro finale di Lasagna rifugiandosi in calcio d’angolo. 
Nuovamente vicina al gol l’Udinese al 42’ sempre con Lasagna che in tuffo sul primo palo cerca la deviazione vincente a rete su preciso assist di De Paul, ma la sua conclusione finisce a lato per una questione di centimetri.

Secondo tempo che inizia con un’incursione milanista e la repentina risposta dell’Udinese con il sempre presente Lasagna che in piena area finisce a terra in un tu per tu con Bonucci, l’arbitro Manganiello però lascia correre.

Al 10’ De Paul riceve da Barak che la mette in mezzo per la deviazione di testa del bomber Lasagna il quale però non riesce nella deviazione decisiva a rete.
Ci prova ancora l’Udinese da calcio d’angolo, ma la difesa milanista riesce ad allontanare nel momento decisivo.

Sul fronte opposto si rende pericoloso André Silva al 19’ in semi acrobazia quasi involontaria, la sua conclusione si spegne seppur di poco sopra la traversa.
Ancora Milan due minuti dopo con un’azione corale conclusa da Calhanoglu sopra il montante. 

Mister Oddo prova a suonare la carica inserendo consecutivamente Widmer per Pezzella e Maxi Lopez per De Paul, ma subito dopo il secondo cambio il Milan rimane in dieci a causa della seconda ammonizione comminata da Manganiello a Calabria per una brutta entrata su Jankto.

La partita si infiamma e poco dopo la nostra Udinese ha una doppia chance per impattare l’incontro: il neo entrato Widmer crossa in mezzo all’area un ottimo pallone per Jankto anticipato in maniera provvidenziale da Donnarumma. 
Ancora il portiere rossonero protagonista un minuto dopo per un’uscita all’altezza del fallo laterale, recupera Lasagna che crossa alla ricerca di Maxi Lopez, ma la difesa rossonera riesce ad allontanare definitivamente il pallone.

Ancora Donnarumma decisivo al 30’ su conclusione ravvicinata di Maxi Lopez, ma lo stesso numero 99 rossonero un minuto dopo deve subire la deviazione nella propria porta di Bonucci su un traversone diabolico del mai domo Lasagna. È il giusto premio per un attaccante e una squadra che non ha mai smesso di lottare anche nei migliori momenti degli avversari.

Brivido al 90’ a causa di un cross dalla destra di Suso per la testa di Kalinic la cui conclusione si spegne fortunatamente sopra il montante difeso da Bizzarri. È l’ultima occasione dell’incontro che termina dopo tre minuti di recupero.
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto