23 novembre 2018
23 novembre 2018

Un avversario ostico

Attenzione a Dzeko e El Shaarawy

ita-23086.jpg
In attesa di tornare a recitare un ruolo di primo piano in Serie A, la Roma di questa prima parte di stagione sta raccogliendo le più grandi soddisfazioni in campo internazionale.
 
STAGIONE – I giallorossi, attualmente sono sesti insieme al Sassuolo, grazie ai 19 punti messi a segno in dodici giornate, si trovano dietro Juventus, Napoli, Inter, Lazio e Milan
Il rendimento tra le mura amiche, con tre vittorie (Frosinone, Lazio e Sampdoria, nell’ultimo turno prima della sosta) e due pareggi (Atalanta e Chievo), non si discosta molto da quello esterno.
Sono due, infatti, le affermazioni messe a segno dagli uomini di Di Francesco lontano dall’Olimpico: a Torino - contro i granata, nella gara d’esordio - e a Bergamo. Un punticino solamente è invece arrivato dalle trasferte a Napoli e a Firenze. Ai risultati non sempre soddisfacenti in campionato, si contrappongono però le ottime prestazioni in Europa. In quattro giornate fin qui disputate i capitolini hanno battuto i cechi del Viktoria Plzen all’Olimpico e hanno conquistato i sei punti a disposizione con il Cska Mosca, raggiungendo il Real Madrid in testa al Gruppo G. Proprio gli spagnoli saranno i prossimi avversari di Dzeko & co. allo stadio Olimpico martedì sera. Una partita diversa dalle altre, seconda (probabilmente) soltanto al derby.
 
STATISTICHE – Tornando al campionato, emerge che il punto di forza della Roma sia dalla metà campo in su. L’attacco giallorosso, infatti, è al quarto posto con 22 reti (le stesse realizzate dall’Inter), dietro a Juventus, Napoli (26) e Atalanta (23). Praticamente 1,83 gol a partita. Si tratta di una media decisamente alta, ma di questi 22 gol, 19 sono stati siglati all'interno dell’area, 3 da fuori e nessuno da palla inattiva: numeri che mettono in luce la grande capacità dei giallorossi di sfruttare le verticalizzazioni. Spostando lo sguardo sulla difesa, sono 15 le reti subite dai giallorossi in 12 giornate (come Torino, Parma e Sampdoria).
 
TOP PLAYER – Nella rosa di Di Francesco sono tante le “stelle” a brillare. Tra queste sicuramente spicca Stephan El Shaarawy, capocannoniere giallorosso in campionato con 5 reti, due delle quali messe a segno nell’ultimo turno contro la Sampdoria. Napoli, Frosinone e Chievo le altre “vittime” dell’italo-egiziano, che ha nella velocità e nel dribbling le sue armi più efficaci. Accanto a El Shaarawy, troviamo Edin Dzeko, uno dei più importanti attaccanti d’Europa, a quota 2 nella classifica marcatori (e in quella dei pali colpiti). Fisicità, potenza e visione di gioco lo rendono da sempre uno dei centravanti più difficili da marcare e da contenere. Assieme a El Shaarawy forma una coppia ben assortita e che continua a raccogliere larghi consensi sia a livello nazionale che europeo.
 
Per l’Udinese, un avversario da affrontare con attenzione e rispetto, ma senza rinunciare a sviluppare il nostro gioco.
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto