19 luglio 2018
19 luglio 2018

Un secondo giorno all'insegna del sudore

Ritmi serratissimi e tempi di recupero ridotti per i bianconeri

Caetano.jpeg
Due allenamenti ad alta intensità hanno contraddistinto questo secondo giorno di ritiro bianconero, con Mister Velazquez ed il suo staff impegnati in prima persona per non lasciare nulla al caso. Il tecnico spagnolo segue in modo ravvicinato ogni esercitazione: da quelle che riguardano i portieri fino alle fasi aerobiche del lavoro. 

Allenamento mattutino dedicato in una prima fase a consolidare ciò che era stato visto già ieri nel lavoro di core stability, con l’utilizzo di elastici, bosu ed esercizi a corpo libero. Si è poi proseguito con una fase dedicata al lavoro aerobico e atletico sempre senza l’utilizzo del pallone, che è però stato inserito nei torelli immediatamente successivi. 

Ritmi serratissimi e tempi di recupero ridotti al minimo hanno portato i ragazzi del tecnico spagnolo all’ultima parte del lavoro, quella dedicata ad esercizi di possesso palla a pressione in zone miste. I movimenti difensivi sono stati seguiti in prima persona da Velazquez che ha invece delegato la parte dei movimenti offensivi al suo staff.

Prima di rientrare all’hotel per il pranzo si è chiuso con un quadrangolare con partitelle da un minuto a campo ridottissimo, per provare a mettere in pratica quanto appreso nelle esercitazioni precedenti.

Il pomeriggio bianconero inizia alle 17 con un riscaldamento classico nel quale sono stati inseriti dei torelli ed un percorso tecnico, al quale si sono sottoposti anche Musso e Scuffet.

Trattandosi comunque di un allenamento che precede il matchday di domani, l’ultima parte del lavoro è stata dedicata ad una fase tattica con diversi tentativi di modulo.

Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto