News VINCE L’ATALANTA
10 febbraio 2019
Primavera sconfitta malgrado un ottimo secondo tempo e il gol di Ndreu

VINCE L’ATALANTA

205 Ud-Chievo Ve. 12-01-2019 © Foto Petrussi.jpg
La nostra Primavera esce sconfitta dal campo della capolista Atalanta con i ragazzi del neo mister Daniel che soffrono la partenza aggressiva della Dea. Verso la fine del primo tempo il gol della bandiera bianconero firmato Ndreu, ma nella seconda frazione è l’Udinese a fare la partita.

Atalanta pericolosa al 10’ su calcio di punizione calciato da Traoré che si spegne di poco a lato.

Bergamaschi che passano in vantaggio intorno al quarto d’ora su una progressione di Cortinovis dalla sinistra il quale, dopo essersi accentrato, calcia a rete con il destro e batte un incolpevole Gasparini.

Ci prova di nuovo Cortinovis dal limite al 26’ ma il nostro estremo difensore è attento e blocca a terra la sua conclusione.

Spunto interessante dei nostri bianconeri un minuto dopo con un passaggio filtrante di Donadello per Lirussi che per poco non riesce a beffare la retroguardia di casa.

Si supera Gasparini in tuffo sul diagonale di Zortea al 29’ ma non può nulla pochi secondi dopo quando i nerazzurri  raddoppiano: traversone dalla destra di Zortea per Piccoli che in mezzo all’area anticipa Filipiak e devia in rete.

Ancora Zortea pericoloso al 34’ ma Gasparini respinge di pugno, recupera Piccoli in piena area ma la sua conclusione è fortunatamente imprecisa.

Al 38’ Colley porta i suoi sul 3-0 con un tiro dai 25 metri che beffa il nostro numero uno.

Fase di difficoltà dei bianconeri con Filipiak che due minuti dopo regala un pallone rovente a Traoré il quale tutto solo davanti a Gasparini non sbaglia e porta i nerazzurri sul 4-0.

I nostri non si perdono d’animo e dopo nemmeno un minuto accorciano le distanze con Ndreu il quale, dopo essersi accentrato, scaglia un potente destro che buca le mani a Carnesecchi.

Atalanta nuovamente pericolosa con Piccoli nel secondo minuto di recupero della prima frazione, ma Gasparini riesce a ipnotizzare il numero 9 atalantino.

Si supera nuovamente Gasparini dopo cinque minuti dall’inizio della ripresa sulla conclusione rasoterra di Colley, sulla deviazione del nostro portiere, Piccoli insacca ma si trova in posizione di fuorigioco.

Ci prova Donadello su calcio di punizione dal limite al 12’ ma la sua conclusione finisce alta.

Al 27’ Parpinel sgomita sul settore sinistro per poi tentare la conclusione con il mancino, ma Carnesecchi riesce a far suo il pallone.

Al 40’ sortita offensiva del neoentrato Katuma che crossa in mezzo un pallone insidioso sul quale si presenta Gkertsos la cui conclusione di controbalzo si spegne di pochissimo sul fondo.

Ancora pericolosa l’Udinese al 44’ su calcio d’angolo, ci prova lo stesso Katuma, ma la difesa bergamasca riesce a spazzare e a ripartire in contropiede, controllato dalla nostra difesa.

La partita si conclude al 48’ su una conclusione di Oviszach che lima il palo. Bianconeri che nel punteggio finale avrebbero meritato certamente qualcosa di più per quanto fatto vedere in questo ultimo scorcio di partita.



ATALANTA-UDINESE 4-1
Marcatori:
al 15’ Cortinovis, al 30’ Piccoli, al 38’ Colley, al 40’ Traoré, al 41’ Ndreu


ATALANTA
Carnesecchi, Zortea (23’ s.t. Bencivenga), Brogni, Colpani, Okoli, Guth, Traoré (39’ s.t. Bertini), Cortinovis, Piccoli (29’ s.t. Louka), Colley, Cambiaghi (23’ s.t. Peli). All. Brambilla 

A disposizione: Gelmi, Girgi, Heidenreich, Finardi, Ghisleni, Gyabuaa

UDINESE
Gasparini, Donadello (17’ s.t. Ballarini), Parpinel, Battistella, Filipiak, Vasko, Bocic (29’ s.t. Oviszach), Gkertsos, Ndreu (17’ s.t. Katuma), Lirussi, Kubala. All. Daniel

A disposizione: Crespi, Snidarcig, Renzi, Compagnon, Oviszach, Di Franco, Pecos Melo, Mazzolo, Zanolla, Beak

Arbitro: Acanfora di Castellammare di Stabia

Ammoniti: 

Note:

Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto