05 mayo 2018
05 mayo 2018

Primavera sconfitta a Torino dalla Juventus

Con un gol per tempo i piemontesi hanno la meglio

108 Primavera Udinese-Inter 20-01-2018 © Foto Petrussi.jpg
Niente da fare per i ragazzi di Giacomin che tornano da Vinovo con un 2-0 frutto di un gol realizzato per tempo dai bianconeri piemontesi. È mancata la precisione agli uomini d’area che avrebbe consentito ai nostri giovani bianconeri di portare a casa almeno un punto. 

Prima azione significativa al 7’ con Di Pardo che, dopo aver saltato un avversario, mette in mezzo un cross insidioso per l’accorrente Tripaldelli, ma il suo sinistro al volo si spegne di poco a lato.

Ci prova ancora la Juventus al 21′ con Del Sole che calcia a rete dopo essersi accentrato, ma il suo tiro è bloccato tempestivamente da Gasparini.

Al 24′ l’Udinese si propone in avanti con Varesanovic che suggerisce per Djoulou la cui conclusione è alta, ma l’arbitro ferma tutto per un fuorigioco dell’attaccante ivoriano.

Ancora Gasparini protagonista al 35′ con un intervento risolutivo su Tripaldelli che dal versante sinistro cerca il gol da posizione difficile.

Al 41′ la Juventus passa in vantaggio: Portanova calcia un diagonale preciso dal vertice sinistro dell’area friulana, la palla si stampa sul palo e sulla respinta Olivieri è il più lesto di tutti a raccogliere il pallone e a ribadirlo in rete.

Il secondo tempo inizia con un’azione di marca friulana: al 5’ Garmendia si aggiusta il pallone al limite dell’area e scaglia un diagonale che si spegne di pochissimo a lato della porta difesa da Del Favero.

Pericolosa la Juventus al 15’ con la deviazione volante di Nicolussi da centro area su cross dalla destra di Del Pardo, ma il suo destro finisce alto.

Portanova ci prova dai 20 metri ma Gasparini blocca a terra senza problemi.

Mister Giacomin inserisce Bocic al posto di Ndreu e pochi minuti dopo il neoentrato scappa sulla fascia sinistra, entra in area e calcia verso la porta trovando però solo l’esterno della rete.

Pericoloso contropiede della Juventus al 20’ con Di Pardo che trovatosi a tu per tu con Gasparini riesce a calciare a rete ma è decisivo l’intervento sulla linea di porta di Ermacora.

La Juventus aumenta la sua propulsione offensiva e al 25’ raddoppia con un’azione personale di Del Sole sulla corsia sinistra: l’estern, una volta accentratosi, calcia di sinistro a rete con un preciso diagonale  rasoterra che batte Gasparini.

L’Udinese non demorde e ci riprova con Varesanovic al 30’ che dopo essersi accentrato scaglia un tiro a girare che Del Favero è costretto ad alzare provvidenzialmente in calcio d’angolo.

L’Udinese colleziona calci d’angolo in questa fase del match e in uno di questi Pereira nel tentativo di spazzare l’area costringe Del Favero a un’altra decisiva parata in corner.

Neanche un cartellino giallo in una partita tutto sommato corretta, ma nell’ultimo dei tre minuti di recupero l’arbitro propende per l’espulsione per Bocic per un intervento da dietro su Olivieri. Udinese costretta pertanto a giocare gli utlimi secondi dell’incontro in dieci uomini.

TABELLINO

JUVENTUS        2
UDINESE           0

MARCATORI: al 40’ Oliveri; nel secondo tempo al 25’ Del Sole

JUVENTUS: Del Favero, Zanandrea, Pereira Serrao, Vogliacco, Tripaldelli, Portanova, Fernandes (19’ s.t. Capellini), Nicolussi (37’ s.t. Merio), Di Pardo, Del Sole (35’ s.t. Montaperto), Olivieri. All. Dal Canto

A disposizione: Loria, Meneghini, Anzolin, Delli Carri, Kulenovic, Campos, Morrone, Morachioli, Abreu

UDINESE: Gasparini, Paoluzzi, Vasko, Ermacora, Donadello, Ndreu (17’ s.t. Bocic), Brunetti, Battistella (25’ s.t. Samotti), Garmendia, Varesanovic, Djolou (33’ s.t. Siverio). All. Giacomin

A disposizione: Pizzignacco, Mazzoletti, Caiazza, Trevisan, Filipiak, Gkertsos, Pecos Melo, Kubala

Note: espulso Bocic al 48’ s.t.

Arbitro: Alessandro Prontera di Bologna 

Assistenti: Antonio Vono di Soverato e Alessandro Pacifico di Taranto

Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto