28 abril 2019
28 abril 2019

"Difesa, compattezza e aggressività"

Le parole di Igor Tudor prima di Atalanta-Udinese

Queste le parole di Mister Igor Tudor nella conferenza stampa di presentazione del match di domani che si terrà a Bergamo con l’Atalanta.

Partiamo facendo una fotografia della situazione infortunati.

«Stanno migliorando tutti, abbiamo finalmente lavorato assieme per una settimana intera, ora ci aspetta una bella battaglia contro una squadra che gioca per la Champions, contro la quale dovremo dare il massimo per tornare a casa con un risultato positivo».

Questa è stata la prima settimana nella quale siete riusciti a lavorare bene e assieme, su cosa ha insistito in particolare con i suoi giocatori?

«Ho puntato molto sull'intensità per avere maggiore compattezza e maggiore possesso palla. Spero che domani in campo si riuscirà a vedere qualcosa di interessante. Siamo altrettanto consapevoli che il risultato dipende da tante altre cose».

L’Atalanta ha raggiunto la finale di Coppa Italia e sta correndo per un posto in Champions: pensa che dal punto di vista mentale potrà aver speso qualcosa?

«È quello che spero, ma ricordiamoci che il raggiungimento di questi obiettivi dà anche tanta carica ed energia a chi scende in campo. Noi dobbiamo guardare solo a noi stessi e nulla più».

L’Atalanta soffre le ripartenze perché sono soliti avere in mano il pallino del gioco. Pensa che sia questo il modo giusto per contrastarli?

«Gasperini gioca un determinato tipo di calcio, sappiamo che fa allenamenti parecchio forti e gli elementi che ha li sfrutta al massimo. Credo sia normale che abbiano anche dei punti deboli come tutte le squadre e noi cercheremo di sfruttarli».

All’andata l’ex Zapata ci segnò una tripletta. In questo momento la nostra difesa pecca un po’ di ingenuità. Come farete concretamente a fermare l’Atalanta?

«Con una difesa fatta di 11 giocatori, tutti compatti, aggressivi e con le ripartenze. Loro hanno grandi qualità ma noi non abbiamo paura. Zapata, Ilicic, Gomez sono quelli che nell’Atalanta fanno la differenza. Le loro caratteristiche le conosciamo bene, ma noi andremo a Bergamo con le nostre forze e consapevoli di poter fare risultato».

Il fatto di conoscere già il risultato di Bologna – Empoli può darvi una carica ulteriore per chiudere il discorso salvezza?

«Spero proprio di sì. Noi siamo consapevoli che dobbiamo comunque dare il 100% per riuscire a  fare bene. Questo ad ogni allenamento e in ogni partita».

Mister quando lei arrivò c’era molta curiosità sul modulo che avesse adottato. In difesa ha alternato i tre uomini e la difesa a quattro. Il fatto di avere pochi difensori centrali a disposizione le fa pensare di giocare domani a quattro dietro?

«Con l’Atalanta se ci si presenta con la difesa a quattro ti fanno a pezzi, perciò domani giocheremo sicuramente a tre nel tentativo di ottimizzare quanto preparato in settimana». 

La squadra non segna su azione da tre partite. Questa cosa la preoccupa?

«Le statistiche come questa possono essere lette in molte maniere. Noi in questi ultimi tre incontri abbiamo fatto anche tante azioni di movimento, a Roma abbiamo fatto una gran bella gara per esempio, con la Lazio e contro il Sassuolo abbiamo sofferto il primo tempo per poi creare molto nel secondo. Perciò non mi preoccupo se il gol su azione nelle ultime partite è stentato a venire perché la mia squadra ha comunque costruito azioni importanti».

De Paul domani giocherà come trequartista o come mezzala?

«Noi sappiamo che lui può giocare ovunque dove può fare sempre bene. Io credo però che i giocatori vadano messi in campo nella zona di campo dove possono esprimersi al meglio. Su De Paul valuterò domani, al momento è importante che scendiamo sul terreno di gioco per fare una grande prestazione».

Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto