21 octubre 2019
21 octubre 2019

Udinese-Torino in pillole

L'Udinese ha la miglior difesa di tutta la Serie A

UC_Match-Report_sito.jpg
Il match della Dacia Arena di ieri pomeriggio, valido per l’ottavo turno della Serie A TIM, è stato lo scontro diretto numero 69 nella storia della Serie A tra l’Udinese e il Torino, con lo score aggiornato e complessivo che recita 24 successi in favore dei bianconeri, 23 per i piemontesi e, infine, 22 pareggi. A decidere le sorti della gara ci ha pensato Stefano Okaka, al suo secondo gol stagionale, dopo quello realizzato contro il Bologna: i friulani sfatano così il tabù granata, grazie a un trionfo che mancava dal dicembre del 2015 (da allora 4 sconfitte e 3 pareggi), agganciando la squadra di Walter Mazzarri nella classifica provvisoria, peraltro, a quota 10 punti.

Statistiche: powered by OPTA

La chiave tattica

Tre punti fondamentali impreziositi dal titolo di miglior difesa dell’attuale Serie A, con appena 6 gol concessi in 8 partite: dei numeri non proprio casuali, che sospingono l’Udinese a ridosso della parte sinistra della classifica. I bianconeri, solo nel corso del primo tempo, sono stati in grado di produrre ben 11 occasioni da gol, centrando lo specchio della porta presidiato da Sirigu 3 volte, al netto delle poche chance create dai granata (2). Il Torino, nonostante una partenza complicata, soprattutto nel primo quarto d’ora, ha iniziato a macinare gioco attestandosi al 58% di possesso palla amministrato, con un tasso di accuratezza dell’83%: statistiche che durante la seconda metà di gara sono cresciute rispettivamente sino al 61% e all’84%, ma che non si sono rivelate abbastanza per poter agguantare l’agognato pareggio. I friulani hanno messo in mostra una trama di gioco brillante e propositiva con uno sfruttamento maggiore, durante la transizione offensiva, della catena laterale destra, presidiata dall’olandese ter Avest (39%), mentre la fascia sinistra è stata utilizzata nel 32% dei casi. Durante la seconda frazione gli uomini di Walter Mazzarri sono stati obbligati a sbilanciarsi in avanti, trovando tuttavia la pronta reazione dei padroni di casa, testimoniata dai numeri inerenti alle zone di azione: difatto il 29% del gioco complessivo s’è sviluppato nella metà di campo bianconera, il 24% in quella ospite e il 47% lungo la fascia centrale. L’Udinese, ad ogni modo, ha continuato a produrre molte più occasioni da gol rispetto ai rivali: 18 a 11 nell’arco dei novanta minuti regolamentari, delle quali 15 attraverso azione manovrata e 3 derivanti dai calci piazzati. Il 39% delle finalizzazioni sono arrivate dall’interno dell’area di rigore, mentre il 61% sono frutto di tentativi dalla lunga gittata. 

Un Opoku monumentale

Terza partita (su 4 presenze totali) in cui il difensore centrale ghanese parte con i gradi di titolare, e prestazione da incorniciare in termini di carisma e agonismo messi a disposizione del collettivo. Nei numeri inerenti alla gara di Nicholas Opoku spicca il 5.7% di possesso palla amministrato attraverso 61 tocchi, 35 passaggi completati positivamente e 3 key passes, cui si sommano il 100% di successo nei duelli aerei (2 su 2) e nei dribbling effettuati (2 su 2). Ogni qualvolta che gli attaccanti granata si presentano dalle sue parti vanno sostanzialmente a schiantarsi contro un muro, capace di attestarsi peraltro come field leader nella fase di costruzione della manovra bianconera. 

Rodrigo De Paul, direttore d’orchestra

Licenza creativa, come d’abitudine del resto, alla quale si aggiunge una buona dose di sostanza, che non guasta mai ovviamente. Nella fase di costruzione della manovra bianconera Rodrigo De Paul ha gestito il 5.6% del possesso palla totale della squadra (39%), piazzandosi alle spalle del solo Opoku con una forbice percentuale ridotta letteralmente al minimo (lo 0.1%). «El Diéz», inoltre, è riuscito a completare positivamente l’80% dei contrasti (4 su 5) e dei dribbling (4 su 5) effettuati, oltre a 4 key passes. Ad impreziosire ulteriormente la sua prestazione ci sono anche i 4 tentativi verso la porta di Salvatore Sirigu, di cui 2 nello specchio (field leader assoluto della gara).

Statistiche: powered by whoscored

 

Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto