28 settembre 2020
28 settembre 2020

Gabriele Cioffi a "Udinese Tonight"

Le parole del vice di Mister Gotti

D5D_6469.JPG
Gabriele Cioffi, allenatore in seconda dell'Udinese, ha partecipato alla puntata di oggi di "Udinese Tonight".
Ecco le sue dichiarazioni:

Siamo molto felici per l’arrivo di Pereyra, è un valore aggiunto importante per la squadra. Si sta allenando, a livello fisico gli manca il ritmo partita. Brignardello sa il fatto suo e lo rimetterà in sesto il prima possibile.

Sono fortunato, mi trovo in un ambiente molto professionale, con delle gerarchie e ognuno ha il suo ruolo. Secondo me è il paradiso dei giocatore perché sono molto seguiti. Udine è stata una sorpresa, me la immaginavo grigia ma mi ha sorpreso. Riesci ad avere i tuoi spazi

Luca lo conoscevo già da prima, ma non ci avevo mai lavorato assieme. Lo stimo, per me è un onore lavorare con lui e sono a disposizione a 365 gradi. La squadra ha potenzialità. Si vedranno delle belle cose

Rodrigo è un ragazzo pulito. Credo abbia una modalità alta perché avrebbe tutto il diritto di puntare i piedi. È un grande professionista, in Inghilterra dicono “porta sangue buono in spogliatoio”. È un leader e noi saremmo tutti veramente felici se restasse.

In questa società ci sono ruoli e responsabilità chiari, e ognuno deve ricoprire il suo ruolo. La società deve fare le sue scelte che l’allenatore deve seguire e noi staff dobbiamo seguire le indicazioni dell’allenatore. 

Lasagna e Okaka sono al 60/70 per cento. Sono giocatori che hanno raccolto meno delle loro possibilità, sono sicuro che faranno una bella annata. L’atteggiamento che hanno è quello di calciatori che vogliono uscire dalla sufficienza, è sono sicuro che ce la faranno perché hanno le capacità.

Nel calcio è vero tutto  e il contrario di tutto. Per me ieri Lasagna ha fatto la cosa giusta, l’attaccante vive d’istinto e il suo istinto in quel momento gli ha detto di calciare in porta.

Ho avuto la fortuna di girare il mondo perché ho lavorato in Australia, negli Emirati, in Inghilterra. Queste esperienze mi hanno dato la possibilità di vedere un calcio diverso da quello italiano e ho potuto entrare in contatto con culture diverse .

Il mister ci dà dei compiti precisi per ogni seduta, non lavoro solo con i difensori. Probabilmente un ex difensore lavora bene con gli attaccanti perché conosce i punti deboli dei difensori.

Abbiamo solo domani per preparare la gara contro lo Spezia, cercheremo di condensare poche informazioni ma chiare. Il gruppo è abbastanza recettivo in tutto, quindi sono sicuro che riusciranno a mettere in campo le richieste del mister con efficacia.

Arslan è un grande colpo della società. Hanno preso un calciatore svincolato con un background importante. È in ritardo di condizione, ma ha grande valore e ieri lo ha dimostrato. 

Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto