27 marzo 2019
27 marzo 2019

Accadde oggi

Il record di Comini

Comini Cherubino.jpg
Il 27 marzo 1932 l’attaccante Cherubino Comini, nato a Udine l’11 settembre 1913 poi cresciuto a Tricesimo, segna tutti i cinque gol con cui l’Udinese supera al “Moretti” la Vigevanesi nel torneo di serie B. Comini che in quella stagione ha disputato 23 incontri segnando 13 reti, è il calciatore che nella storia ultracentenaria dell’Udinese ha segnato più reti in una gara di campionato. Al secondo posto  troviamo Alexis Sanchez con quattro centri. In quella gara la formazione lombarda si porta in vantaggio con Gobbi al 32 e il primo tempo si chiude sullo 0-1. Nella ripresa si scatena Comini che va a Bersaglio all’1', al 2', al 3’, al 18’ e al 43’.
Comini, centravanti non molto alto, ma molto potente, nell’estate del 1932 passa alla Sampierdarenese in serie B e il 24 giugno del 1934 è l’autore del gol della vittoria dei liguri nello spareggio con il Bari disputato a Bologna.
Un anno dopo passa alla Fiorentina con cui segna il primo gol della storia del club gigliato in campo europeo: il 16 giugno 1935 a Budapest, la squadra viola impegnata nella Mitropa Cup, sconfigge per 2-0 l’Ujpest e Comini segna la prima rete. Rimane a Firenze sino al 1938 per poi passare alla Liguria ex Sampierdarenese che nel 1946 si chiamerà Sampdoria. L’attaccante friulano, che dopo il secondo conflitto mondiale ha allenato le giovanili della società blucerchiata, è tuttora nel cuore dei tifosi della Sampdoria e ad ogni gara casalinga dei liguri in Curva Sud viene esposto uno striscione che inneggia all’attaccante friulano.
Comini, un autentico stoccatore, era implacabile dal dischetto: ha sbagliato un solo rigore su una ventina di esecuzioni dagli undici metri.
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto