31 marzo 2019
31 marzo 2019

Accadde oggi

Zè Paolo, un gol memorabile

image.jpg
Il 31 marzo 1985 è in calendario al Friuli,al cospetto di 38 mila persone, la sfida tra l' Udinese di Luis Vinicio e l'Inter.
I bianconeri non navigano in acque tranquille, pagano dazio ai numerosi problemi di natura muscolare che più volte in quella stagione hanno stoppato il loro giocatore più prestigioso, Zico, che disputerà solamente 16 incontri segnando tre reti. L'Internazionale parte favorita, ma non fa i conti con le determinazione dell'Udinese, con la sua voglia di farcela, con il ritrovato Zico, con un'organizzazione di gioco più che efficace. 
Pronti via i nerazzurri passano in vantaggio: scambiano bene Rumenigge e Altobelli. Spillo dal limite, un metro entro l'area, fa partire un siluro imprendibile. L'Udinese non si perde d'animo e 20' dopo ci pensa Zico su punizione a ottenere la rete dell' 1-1, anche se nella circostanza il portiere Recchi non pare esente da colpe. Poi nel secondo tempo di marca bianconera sale decisamente in cattedra Paolo Miano che diventa inevitabilmente Zè Paolo: il fantasista friulano a metà del tempo va via in verticale, dribbla un paio di elementi, poi al limite schiva altri tre avversari, supera anche Recchi e segna a porta sguarnita. E' un autentico capolavoro con cui Miano firma la vittoria-riscatto, salutato dal boato del pubblico. I bianconeri il 28 aprile 1985 vincendo ad Ascoli 1-0 con rete nel finale di Tesser, mettono la parola fine alle loro sofferenze, sono salvi.
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto