22 aprile 2019
22 aprile 2019

Accadde oggi

Udinese 1 - 3 Roma

Il 22 aprile 2001 l'Udinese, nel frattempo affidata a Luciano Spalletti subentrato a Gigi De Canio dopo la sconfitta interna (1-3) con il Parma del 18 marzo precedente, affronta in casa la capolista Roma di Fabio Capello. I bianconeri sono in formazione rimaneggiata e incerottata, al contrario la Roma si presenta al "Friuli" con il suo vestito migliore e la gara non ha storia, vince a mani basse la formazione capitolina, 3-1, gol di Montella al 39', raddoppio di Tommasi al 45', il terzo gol lo firma al 22 della ripresa Nakata, mentre la rete della bandiera per i bianconeri è realizzata da Sosa al 33'.

È la seconda sconfitta consecutiva dell'Udinese in otto giorni (0-3 con il Milan il 14 aprile), mentre una settimana prima, l'8 aprile, la squadra aveva sconfitto in casa il Bari, 2-0 con reti di Fiore dopo appena 1' e del redivivo Muzzi allo scadere. A proposito di Muzzi, l'attaccante romano ha vissuto una stagione particolarmente sfortunata, inizialmente ha pagato dazio da un infortunio occorsogli contro il Parma nel campionato precedente (al Tendine d'Achille) poi a gennaio 2001, è stato costretto a finire sotto i ferri per eliminare quel problema.  Senza di lui l'Udinese ha pagato non poco dazio, ma è stato proprio Muzzi nel penultimo atto del torneo, con l'Udinese vicina al baratro, a segnare a Bergamo il gol del successo bianconero che ha consentito alla compagine di Spalletti di essere matematicamente salva. Lo scudetto invece lo vincerà la Roma.

Questa la formazione schierata da Spalletti il 22 aprile 2001 contro l'undici romanista:  Turci, Gargo, Sottil, Bertotto, Genaux (1' st Alberto), Helguera, Walem, Manfredini (24' pt Diaz), Fiore; Sosa, Muzzi (24' st Iaquinta). A disposizione: De Sanctis, Zamboni, Pinzi, Margiotta. Allenatore: Spalletti.


Guido Gomirato
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto