News Lazio-Udinese finisce 3-0
24 gennaio 2018
La sfortunata autorete di Samir e i gol di Nani e Felipe Anderson consegnano la vittoria alla squadra di Inzaghi

Lazio-Udinese finisce 3-0

box.JPG
LAZIO- UDINESE 3-0

Marcatori: al 22’ Samir (aut.); nel secondo tempo al 2’ Nani, al 42’ Anderson

LAZIO

Strakosha, Wallace, De Vrij, Radu, Basta, Parolo (40’ s.t. Murgia), Leiva, Milinkovic (20’ s.t. Lulic), Lukaku, Anderson, Nani (26’ s.t. L. Alberto). 
All. Inzaghi

A disposizione: Vargic, Guerrieri, Bastos, Caceres, Ramos, Marusic, Gabarron, Jordao, Caicedo

UDINESE

Bizzarri, Nuytinck, Danilo, Samir, Larsen, Fofana, Hallfredsson (29’ s.t. Balic), Barak (10’ s.t. De Paul), Pezzella, Maxi Lopez, Perica (18’ s.t. Jankto). 
All. Oddo

A disposizione: Scuffet, Pizzignacco, Angella, Ingelsson, Pontisso, Caiazza, Donadello, Jaadi  

Ammoniti: Perica, Samir

Arbitro: Banti di Livorno
Assistenti: Del Giovane di Albano Laziale e Gori di Arezzo 
Quarto Uomo: Nasca di Bari
VAR: Guida – Assistente Var: Costanzo




Recupero di campionato sfortunato per a nostra Udinese che esce dall’Olimpico di Roma trafitta per tre volte al cospetto di una Lazio in forma, di fronte alla quale non abbiamo però demeritato. 

A proprio svantaggio due decisioni arbitrali quantomeno dubbie e due salvataggi di Stakosha che avrebbero meritato miglior fortuna per i nostri colori.

Dopo venti minuti senza emozioni nei quali prevalgono gli schieramenti tattici imposti dai due mister la Lazio passa in vantaggio al 22’ dopo un’azione rocambolesca e fortunata: Basta crossa dalla destra nel versante opposto dove Milinkovic riceve e mette in mezzo all’area un pallone sporcato dalla difesa, nella fattispecie da Samir, che pressato da Parolo finisce con il deviare il pallone nella propria rete nel tentativo di deviarlo in calcio d’angolo.

Quattro minuti dopo, però, i nostri ragazzi hanno una ghiotta occasione per pareggiare in contropiede con Barak che scarica su Strakosha, deviazione provvidenziale del portiere albanese, riprende Perica che tenta di ribadire a rete, ma su di lui recupera Radu aiutandosi con una mano, situazione che sfugge all’arbitro Banti e ai suoi collaboratori. 

Al 40’ Nani dialoga con Parolo che va alla conclusione ma il suo tiro si spegne sull’esterno della rete bianconera.

Tre minuti dopo arriva il primo vero tiro in porta laziale con Felipe Anderson bloccato senza problemi in presa bassa da Bizzarri.

Il secondo tempo inizia con la seconda rete biancoceleste già dopo due minuti su un’azione iniziata da Anderson che scappa sulla fascia sinistra tallonato da Danilo che non riesce a portargli via il pallone, una volta arrivato in area mette in mezzo per Nani che devia in rete con un preciso destro rasoterra.

All’8’ Fofana consegna un buon pallone a Larsen che in mezzo all’area viene trattenuto, Banti si affida al VAR per poi lasciare proseguire l’azione.

Mister Oddo prova a ridare ossigeno all’attacco inserendo De Paul al posto di Barak, ma all’11’ è Perica a deviare provvidenzialmente in calcio d’angolo una schiacciata di testa di Milinkovic.

Al 15’ Larsen crossa dalla destra ma Strakosha esce e blocca il pallone in presa alta fugando ogni dubbio, così come Bizzarri sulla seguente ripartenza laziale, nuovamente su Milinkovic.

Entra Jankto al posto di Perica, ma al 19’ è nuovamente Bizzarri ad allontanare son i pugni un pericoloso traversone di Anderson per Milinkovic.

Al 27’ la Lazio si distende e ci riprova con Anderson, ma il suo tiro finale è debole e facile preda del nostro numero uno.

Un minuto dopo De Paul conclude un bel fraseggio con Maxi Lopez, ma la sua conclusione finisce sul fondo.

Entra anche Balic al posto di Hallfredsson nei minuti finali nei quali l’Udinese ha una grossissima occasione dopo uno scambio di Jankto con De Paul, ma Strakosha dice di no all’argentino. Poco dopo ci prova Fofana con una botta rasoterra da fuori area che si spegne di pochissimo a lato.

Sul momento di maggiore spinta offensiva bianconera la Lazio realizza la terza marcatura: è il 42’ e Lulic consegna un pallone ad Anderson che si invola verso la porta bianconera e batte Bizzarri in uscita resistendo alla carica di Danilo.



[Foto: Petrussi Foto Press]
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto