News Napoli - Udinese 3-0
15 aprile 2017
I gol di Mertens, Allan e Callejon interrompono a 5 la striscia di risultati utili consecutivi dei bianconeri

Napoli - Udinese 3-0

MARCATORI: Mertens al 3’ st, Allan al 18’ st, Callejon al 27’ st

NAPOLI - Reina, Hysaj, Koulibaly, Albioli, Strinic, Allan (dal 26’ Rog), Jorginho, Hamsik (dal 34’ st Zielinski), Callejon, Mertens (dal 33’ st Milik), Insigne. A disposizione: Rafael, Sepe, Maggio, Chiriches, Ghoulam, Maksimovic, Diawara, Giaccherini, Pavoletti. All. Sarri

UDINESE - Karnezis, Widmer, Danilo, Heurtaux, Ali Adnan, Badu, Hallfredsson, Jankto (dal 33’ st Lucas Evangelista), De Paul (dal 6’ st Perica), Zapata, Thereau (dal 25’ st Matos). A disposizione: Scuffet, Perisan, Felipe, Gabriel Silva, Balic, Ewandro. All. Delneri

Arbitro: Massa di Imperia
Assistenti: Tonolini e Vuoto
Quarto Uomo: Posado
Addizionali: Rizzoli e Serra

Ammoniti: Badu. Recupero 1' + 2'

Si interrompe a 5 la serie di risultati utili consecutivi dell’Udinese di Delneri che esce sconfitta dal San Paolo di Napoli dalle reti di Mertens, Callejon e dell’ex Allan, tutte nella ripresa, a legittimare una supremazia territoriale impensierita in poche occasioni, con l’unico vero squillo rappresentato dal palo colpito da un altro ex della sfida Duvan Zapata.

Delneri sceglie Adnan dal primo minuto per sostituire l’infortunato Samir con Heurtaux al posto dell’altra defezione della vigilia di Angella. Non c’è nemmeno tempo di annotare la prima imbucata del Napoli che Massa ammonisce Badu: un giallo che sarà l’unico di una prima frazione animata ma corretta. I padroni di casa tentano subito di imporre ritmo e prendono in mano il possesso palla. La prima conclusione di rilievo è di Hamsik che però svirgola male e non trova la porta. Centra invece lo specchio Mertens poco prima del quarto d’ora ma il tiro è centrale con Karnezis che blocca senza alcuna difficoltà. A cavallo di metà tempo il Napoli costruisce due chance: prima Insigne si libera in area ma la difesa bianconera lo contiene murando due tentativi verso la porta, poi è bravo Karnezis a uscire con puntualità ad anticipare Callejon su un pericoloso traversone di Insigne. Nel finale ancora i partenopei pericolosi con Albiol che incorna di testa con la palla che sfiora la traversa e Insigne che svirgola dal limite un’altra buona palla. L’Udinese non crea pericoli ma riesce a mantenere il fortino inviolato al duplice fischio di Massa.

Nessun cambio alla ripresa ma a modificarsi è subito il punteggio. Il Napoli trova il vantaggio sfruttando un errore di piazzamento della linea difensiva, Mertens elude il fuorigioco sul filtrante di Jorginho e batte l’incolpevole Karnezis. L’Udinese subisce il colpo e i padroni di casa tentano di sfondare: Widmer è puntuale nel murare Insigne con una ottima diagonale, mentre Jorginho non inquadra l’incrocio dopo essersi liberato al limite. Delneri prova a scuotere la squadra inserendo Perica al posto di De Paul. Il primo squillo friulano è di Jankto che sfiora l’ennesimo gol ad una delle big del campionato: il suo cross affilato sfiora soltanto il palo alla sinistra di Reina. Hamsik fiuta l’opportunità di armare il sinistro da fuori allo scoccare dell’ora di gioco ma la sua parabola sfila fuori alla destra di Karnezis. La partita si accende e i bianconeri hanno una chance clamorosa per il pari: cross di Ali Adnan dalla trequarti, Duvan Zapata anticipa tutti e colpisce il palo con Reina battuto. La legge più spietata del calcio colpisce poco dopo: al gol sfiorato dall’Udinese segue il raddoppio del Napoli con Allan, lesto a sfruttare l’errore di Adnan e scagliare un bolide alle spalle dell’estremo difensore friulano. Il più classico dei gol dell’ex con il brasiliano che non esulta in virtù degli ottimi ricordi che lo legano alla casacca bianconera. Il marcatore della seconda rete uscirà pochi giri di lancette più tardi per Rog, con Delneri che invece tenta la carta Matos in luogo di Thereau. Il Napoli è spietato e trova il tris con Callejon: imbucata di Hamsik per Insigne, il giovane azzurro prova il gol sensazionale di tacco ma Karnezis respinge la palla che arriva allo spagnolo per un freddissimo diagonale all’angolino. Alla mezz’ora l’Udinese non sfrutta una grande possibilità per la rete della bandiera, nel flipper dentro l’area piccola i partenopei riescono in qualche modo a mantenere la saracinesca abbassata. Gli allenatori esauriscono i cambi e la partita scivola senza grossi sussulti fino al fischio finale, con un ultimo salvataggio di Reina su un involontario colpo di testa di Callejon verso la propria porta. L’Udinese proverà a ricominciare il suo cammino domenica prossima alla Dacia Arena nella gara contro il Cagliari delle 15:00, ripresa degli allenamenti verso l’impegno con i sardi fissata per martedì pomeriggio.
108 Napoli-Udinese © Foto Petrussi .jpg.jpg
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto