03 marzo 2019
03 marzo 2019

Paso Doble

Vinciamo grazie a due colpi argentini di De Paul e Pussetto

D5D_6009.JPG
Soffriamo, lottiamo e aspettiamo il momento giusto per infilare un Bologna in versione torero senza corna. 
Con una condotta di gara encomiabile, vinciamo la sua seconda vittoria consecutiva, in uno scontro diretto che vale doppio ai fini della classifica e che allontana i fantasmi della zona retrocessione. Un successo che ci permette di guardare con maggior serenità alle prossime sfide impegnative contro Juventus e Napoli.

PRIMO TEMPO

Assente Fofana per squalifica, Mister Nicola propone Mandragora in regia affiancato da Zeegelaar e Ter Avest sulle fasce. Lasagna rimane inizialmente in panchina e Okaka titolare in avanti assieme a Pussetto con De Paul a supporto.

Prima occasione pericolosa sui piedi degli ospiti al 12’ con Orsolini abile a guadagnarsi un calcio di punizione dal limite dell’area: calcio franco respinto dalla barriera e recuperato da Santander che calcia al volo in porta, sulla respinta di Musso si presenta prima di tutti Mbaye che calcia a botta sicura cogliendo fortunatamente il palo, prima che lo stesso numero uno bianconero riesca a recuperare.

Al 23’ Poli si attarda in un dribbling con Pussetto e finisce con lo stendere il nostro numero 23 appena dentro l’area. Calcio di rigore per noi, sul dischetto ritorna De Paul che questa volta batte Skorupski spiazzandolo nettamente.

Il Bologna prova a reagire con un tentativo di Palacio in mischia al 28’ ma Ter Avest devia il pallone in calcio d’angolo. Sulla cui battuta Musso respinge direttamente su Orsolini dalla bandierina, recupera il pallone ancora Palacio e questa volta Musso si supera alzando in calcio d’angolo.

Ancora Bologna pericoloso attorno al 32’ con una serie di carambole in zona d’attacco originate da una punizione di Orsolini da posizione defilata che fortunatamente la difesa e Musso riescono a sbrogliare.

Rossoblù che pervengono al pareggio al 39’ al termine di un’azione insistita iniziata sulla fascia destra da Orsolini e finalizzata da Palacio in spaccata in piena area piccola. 

SECONDO TEMPO

Nessun cambio al rientro dagli spogliatoi e prima occasione sui piedi bianconeri di Stryger che costringe Skorupski a un’incerta respinta con i pugni.

Bellissima penetrazione di Pussetto al 7’ che brucia il tempo alla coppia di centrali rossoblù, la sua conclusione però è respinta da Skorupski abile nella circostanza a rimanere in posizione e a negare così all’argentino la gioia di un gol praticamente già fatto.

Tiro cross velenoso di Dijks due minuti dopo sul quale Musso è costretto a rifugiarsi in angolo per evitare ulteriori pericoli.

Scatto imperioso di Pussetto al 13’ sul quale ritorna l’ex Danilo che si rifugia in calcio d’angolo.

Di nuovo pericoloso il Bologna con un sinistro a incrociare di Orsolini che costringe Musso a tuffarsi e a deviare in calcio d’angolo.
Un’altra penetrazione di Pussetto al 17’ manda in tilt la difesa ospite che riesce in qualche modo a sbrogliare la situazione, il pallone giunge sui piedi di De Paul ben appostato sul versante sinistro che costringe Skorupski ad un’altra respinta in tuffo.

Fuga di Stryger al 22’ che aggancia al volo con il sinistro e tenta la conclusione di destro, ma il pallone si spegne di poco fuori dalla porta difesa da Skorupski.

Alla mezz’ora Mister Nicola prova a rinvigorire la mediana inserendo Sandro al posto di Ter Avest.

Vicini al gol poco dopo su azione di calcio d’angolo con una girata proprio di Sandro che si spegne di poco sul fondo.

Il Bologna non ne ha più e al 34’ raddoppiamo: cross dalla destra del solito infaticabile motorino Stryger e deviazione di testa di Pussetto in tuffo sulla quale Skorupski questa volta non può nulla.

Al 42’ Mister Nicola concede la standing ovation al bomber di giornata Nacho Pussetto lasciando spazio nei minuti finali dell’incontro a Kevin Lasagna.

C’è tempo per vedere sul campo anche Lukasz Teodorczyk che nei minuti di recupero entra al posto di Okaka.

Dopo quattro minuti di recupero l’arbitro Massa fischia la fine e l’intera Dacia Arena può così festeggiare per la conquista di questa importantissima vittoria.

UDINESE-BOLOGNA 2-1
Marcatori: al 24’ De Paul ru rigore, al 39’ Palacio; nel secondo tempo al 34’ Pussetto  

UDINESE
Musso, De Maio, Troost-Ekong, Nuytinck, Zeegelaar, Stryger, Mandragora, Ter Avest (30’ s.t. Sandro), De Paul, Pussetto (42’ s.t. Lasagna), Okaka (45’ s.t. Teodorczyk). 
All. Nicola
A disposizione: Nicolas, Perisan, Opoku, Ingelsson, Micin, Wilmot, Bocic

BOLOGNA
Skorupski, Mbaye, Lyanco, Danilo, Dijks, Poli (20’ s.t. Donsah), Dzemaili (30’ s.t. Nagy), Orsolini, Soriano (35’ s.t. Sansone), Palacio, Santander. 
All. Mihajlovic
A disposizione: Da Costa, Gonzalez, Krejci, Mattiello, Helander, Edera, Svanberg, Calabresi, Falcinelli 


Ammoniti: Poli , Mandragora, Zeegelaar, Santander, Dijks
Note: 

Arbitro: Massa di Imperia
Assistenti: Di Liberatore di Teramo e Carbone di Napoli   
Quarto uomo: Giua
VAR: Pairetto
Assistente VAR: Bindoni   
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto