27 septiembre 2019
27 septiembre 2019

Udinese-Bologna, la guida alla partita

Si gioca domenica 29 settembre alla Dacia Arena (ore 15)

UC_Banner sito notizia (1).jpg
La sfida tra Udinese e Bologna pone l'accento sul blasone delle due società che hanno fatto la storia, recente e passata del calcio italiano. A partire dai padroni di casa, da 25 anni consecutivi in Serie A per poi proseguire con il Bologna vincitore di ben 7 Scudetti. La 6^ giornata della Serie A Tim diventa gioco forza punto di svolta per il cammino delle due formazioni. L'Udinese alla ricerca della seconda vittoria stagionale dopo quella sul Milan, il Bologna punta a confermarsi tra le sorprese di questo inizio di stagione. 
I bianconeri sono reduci dallo 0-0 di Verona dove hanno mostrato carattere e la capacità di soffrire, reagire e saper pungere nell'arco dei 90 minuti. I ragazzi di Tudor sono consapevoli di essere squadra dal grande potenziale e con un parco giocatori che individualmente possono fare la differenza. Il Bologna in casa del Genoa ha sprecato il match-ball su rigore e si è dovuta accontentare di uno 0-0 che va stretto, ma che muove ugualmente la classifica. 
In difesa i numeri diramati dalla Lega Serie A evidenziano il 3° posto di Samir nella speciale graduatoria dei migliori 15 giocatori nella fase del recupero palloni (84), mentre l'Udinese è al terzo posto per dei cross precisi (36), due in meno rispetto all'Atalanta che guida che questo ranking. Il Bologna ha calciato in porta 68 volte (28 dentro, 40 fuori), mentre Nicola Sansone guida la classifica dei top 15 in fatto di "passaggi chiave" (7), uno in più del suo compagno di squadra Orsolini. 
 
PRECEDENTI. Quella in programma alla "Dacia Arena" sarà la sfida di campionato numero settantatré tra Udinese e Bologna, la numero sessantanove in serie A, a partire dall'istituzione dei tornei a girone unico (1929-30). Il primo incontro risale al torneo di A 1950-51, esattamente al 12 novembre 1950 quando al "Moretti" l'Udinese superò l'undici felsineo per 2-1 con reti per i bianconeri di Erling Soerensen, mentre per il Bologna andò a bersaglio Cervellati. Nel ritorno l'undici petroniano vinse per 5-2 con reti di Garcia e doppiette di Cappello e Cervellati per i padroni di casa, Paulinich e Darin per l'Udinese. 
 
Limitatamente alle sfide di serie A questo è il bilancio con 24 vittorie per l’Udinese, 26 per il Bologna e 18 i pareggi. 
L'Udinese in casa ha conquistato quattordici affermazioni, otto volte è stata sconfitta, mentre ha pareggiato in dodici occasioni. 
Anche in fatto di gol realizzati comandano i felsinei: Udinese 81, Bologna 92 
 
Di seguito riportiamo tutti i goleador delle precedenti 68 sfide: 
UDINESE 81 reti. 8 reti: Di Natale; 5 reti Bettini; 3 reti Bierhoff, Amoroso, Jorgensen; 2 reti: La Forgia, Secchi, Lindskog, Pentrelli. Causio, Sosa, Muzzi, Floro Flores, Fofana, Pussetto; una rete: Soerensen, Perissinotto, Paulinich, Darin, Moro, Szoke, Beltrandi, Menegotti, Ploeger, Snidero, Selmosson, Fontanesi, Segato, Rozzoni, Pianca, Pradella, Orazi, Gerolin, An.Orlando, Bia, Poggi, Walem, Sottil, Fiore, Alberto, Jankulovski, Fava, D'Agostino, Pepe, Sanchez, Domizzi, Benatia, Basta, Lopez, Badu, D. Zapata, Widmer, Lasagna, De Paul. 
BOLOGNA 92 reti. 7 reti: Cervellati, Cappello; 6 reti: Pivatelli; 4 reti: Pascutti; 3 reti: G.Savoldi, Nervo, Kolyvanov, Signori, Di Vaio, Destro; 2 reti: Bonafin, Vinicio, Bulgarelli, Diamanti; una rete: Garcia, Mike, GC.Bacci, Tacconi, Vukas, Capra, Campana, De Marco, Zuccheri, Eneas, Pileggi, Mancini, Neumann, R.Villa, Marocchi, Andersson, Shalimov, Paramatti, Olive, Cruz, Guglielminpietro, Dalla Bona, Locatelli, Nakata, L.Colucci, Tare, Adailton, Gimenez, Kone, Mounier, Taider, Santander, Orsolini, Palacio. Autoreti: 2 Danilo; 1: Snidero, Menegotti, Beltrandi, C.Zapata, Danilo. 
 
ARBITRI. La gara di domenica sarà diretta dall'arbitro Antonio Giua di Olbia, mentre gli assistenti designati sono 
Assistenti: Rodolfo Di Vuolo di Castellammare di Stabia – Enrico Caliari di Legnago 
Quarto uomo: Daniele Minelli; VAR: Banti; Assistente VAR: Cecconi. 
 
Antonio Giua, classe 1988, ingegnere, ha diretto 7 partite in Serie A con un bilancio di 29 cartellini gialli distribuiti, ha esibito il rosso diretto in una sola circostanza e ha assegnato 2 calci di rigore. 
Ha diretto una partita dei bianconeri nella sfida di Firenze del 2 febbraio 2018 (1-1), mentre il Bologna in due occasioni (Bologna-Genoa 2-0 24/2/18 e Verona-Bologna 1-1 25/9/19).
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto