16 abril 2019
16 abril 2019

Accadde oggi

Il ritorno dei quarti di finale di Coppa UEFA con il Werder Brema

Il 16 aprile 2009 l’Udinese ospita al Friuli, davanti a 25mila persone il Werder Brema nella gara di ritorno dei quarti di finale di Coppa UEFA. All’andata la squadra di Pasquale Marino è stata superata per 3-1 e l'Udinese, decisa a ribaltare una situazione che la vede sfavorita, dopo 15 minuti si porta in vantaggio con un gran tiro da fuori area di Inler che batte il portiere tedesco. Sospinta dall’incitamento dei propio tifosi, i bianconeri insistono all’attacco ma ecco che al 27’ Zapata ha un blackout: non solo sbaglia clamorosamente un tentativo di rinvio, ma si fa anche rubare il pallone dato scaltro Diego, che entra in area e con un perfetto diagonale di destra batte Handanovic. Per l’Udinese è tutto a rifare, ma ci pensa Quagliarella a segnare in dieci minuti due splendide rete e il primo tempo si chiude con l'Udinese in vantaggio di 3-1. I bianconeri ci credono, i tifosi ci credono, il sogno di accedere alle semifinali della manifestazione continentale sembra potersi concretizzare, ma al quarto d’ora della ripresa ecco che, dopo un pasticcio della difesa, Diego - sempre lui - segna la seconda rete per i tedeschi. Per l'Udinese è un brutto colpo, tant’è che tredici minuti dopo subisce il gol del definitivo 3-3, a seguito di un'azione da calcio d’angolo con deviazione del bomber Pizarro. L'Udinese esce di scena dalla manifestazione europea a testa alta- era l’unica italiana tra UEFA e Champions ancora in lizza -  e i tifosi bianconeri a fine gara salutano con uno scrosciante applauso i bianconeri, convinti che abbiano dato il cento per cento.

La formazione in campo quel giorno: Handanovic, Zapata (39 st Obodo), Domizzi, Felipe, Pasquale, Inler, D’Agostino (38 st Isla) Asamoah, Sanchez (33 pt Pepe), Quagliarella, Floro Flores. 

Guido Gomirato
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto