19 abril 2019
19 abril 2019

Accadde oggi

Bruno Chizzo

WhatsApp Image 2019-04-18 at 21.56.43.jpeg
Il 19 aprile 1916 nasce a Udine Bruno Chizzo, mezzala dell’Udinese dal 1933 al 1935. In questi due anni si è segnalato come uno dei punti di forza della formazione bianconera, allenata da Maurer Mora e da Carlo Bonino (1933-34), poi da  Emmerich Hermann l’anno successivo. Chizzo è un giocatore dotato di buona tecnica, che calcia con entrambi i piedi, rapido e veloce. In due anni disputa 51 incontri. Sono due stagioni importanti per i bianconeri, per certi versi esaltanti, ma caratterizzati da un epilogo amaro. Nel 1933-34 nel torneo di Prima Divisione (attuale serie C), l’Udinese conclude al primo posto con 41 punti e partecipa alla fase finale con Pisa, Piacenza e Parma. Pisa e Udinese concludono il girone all’italiana con 7 punti, Piacenza è terzo con 6, Parma quarto con 4. Udinese e Pisa devono effettuare una gara di spareggio che vede primeggiare i toscani che sono promossi in B. L’anno dopo stessa musica: l’Udinese è prima nel suo girone, partecipa alle finali per la promozione nella cadetteria, ma nel girone a quattro è terza. Primi a pari merito sono Siena e Reggiana con 8, Udinese terza con 7, Sanremese quarta con 1 per cui svanisce ancora il sogno di salire di categoria. 
Chizzo piace un po’ a tutti, alla fine la spunta la Triestina che lo acquista nel luglio del 1935 e con cui debutta in A il 22 settembre 1935 in Triestina-Fiorentina 5-1. Rimane a Trieste  sino al 1939 totalizzando 116 presenze, segnando 11 reti. Quindi l’interno friulano passa al Milano, poi al Genova, all’Anconitana per partecipare nel 1944 con l’Udinese al torneo di guerra Alta Italia. Dopo l’evento bellico gioca ancora a Genova (Genova si trasforma in Genoa), Bolzano e Empoli per poi chiudere nella Sangiorgina a livello dilettantistico. Chizzo ha fatto parte della rosa azzurra che ha partecipato ai mondiali in Francia nel 1938 e che sono stati vinti all’ Italia, ma lui non ha mai giocato chiuso da Giovanni  Ferrari, già campione del mondo nel 1934. Ferrari è con Furino il giocatore ad aver vinto il maggior numero di scudetti, ben otto.
Chizzo è morto a Trieste il 14 agosto del 1969.
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto