19 junio 2019
19 junio 2019

Accadde oggi

Nasce Mohammed Gargo

gettyimages-1527861.jpg
Il 19 giugno 1975 nasce ad Accra in Ghana Mohammed Gargo centrocampista-difensore dell' Udinese dal 1995 al gennaio del 2003 e dal luglio dello stesso anno al giugno del 2004. In maglia bianconera Gargo ha disputato 88 incontri di campionato, quasi tutti in qualità di difensore centrale dopo essere nato calcisticamente quale mezzala ed ha segnato 2 reti. E in questo ruolo ha esordito nel Tamale e ha fatto parte della nazionale ghanese under 17 che nel 1991 ha vinto il titolo mondiale di categoria battendo a Firenze per 1-0 la Spagna. Ad assistere a quell'incontro c'erano alcuni osservatori del Torino nonché il general manager del club granata, Luciano Moggi che alla fine bloccò Gargo e altri due ghanesi, il difensore Kuffour e l'esterno sinistro Duah che a Firenze segnò il gol della vittoria della sua nazionale. Ma i tre non poterono essere tesserati dal club torinese che superò l'ostacolo facendo firmare loro un contratto di lavoro in qualità di fattorini di un'azienda di comodo del luogo. Nessuno dei tre però giocò con i granata, Gargo trovò poi spazio Borussia di Dortmund e nello Stoke City; nel 1995 fu ingaggiato dall' Udinese. Giocatore dal fisico importante, Gargo sovente fu costretto a fermarsi per numerosi infortuni che lo condizionarono non poco nella sua carriera. Oltre che nell'Udinese gioco nel Venezia (dal gennaio al giugno del 2003), quindi nel 2004 passò al Genoa dell'ex tecnico dei bianconeri Gigi De Canio. In seguito nell'Al-Wakrah per poi far ritorno nel Tamale. Ha collezionato anche 20 presenze con la nazionale maggior del Ghana segnando 3 reti.
Nel suo palmares ha conquistato l'argento ai mondiali under 20 nel 1993 in Australia, il bronzo alle Olimpiadi di Barcellona nel 1992 e nello stesso anno l'argento nella Coppa d'Africa disputata in Senegal.

Guido Gomirato
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto