13 julio 2019
13 julio 2019

Accadde oggi

Pasquale Marino

Marino Pasquale1.jpg
Il 13 luglio 1962 nasce a Marsala Pasquale Marino, allenatore dell'Udinese dal 2007 (subentrato ad Alberto Malesani) al 2010. Marino nella sua prima stagione bianconera ha centrato l'obiettivo della qualificazione alla Coppa Uefa, guidando l'Udinese al settimo posto con 57 punti, il frutto di 16 affermazioni, 9 pareggi e 13 sconfitte.
La squadra bianconera l'anno dopo, con l'arrivo anche del giovane Sanchez, sembrava potesse fare meglio, per i primi tre mesi si è trovata nei posti nobili della classifica, poi si è verificato un lungo black out: da novembre 2008 a metà gennaio 2009, per complessive 11 gare, l'Udinese ha conquistato la miseria di 3 punticini. Poi si è ripresa, ha finito in gran crescendo, 7 affermazioni e un pareggio nelle ultime otto gare, ma non è bastato per conquistare nuovamente il pass per l'avventura europea.
Poi nel 2009-10 i bianconeri mai hanno dato l'impressione di poter essere protagonisti, dopo 12 giornate hanno 15 punti nonostante i gol in serie di Totò Di Natale che sarà alla fine capocannoniere con 29 reti. Il 13 dicembre la sconfitta con il Siena (1-2) è fatale a Marino, i Pozzo alla vigilia della gara casalinga con il Cagliari (è in calendario il 20 dicembre) che è rinviata per per l'abbondante coltre nevosa che ricopre spalti e terreno di gioco del "Friuli", esonera il tecnico siciliano affidando la squadra a Gianni De Biasi.
Il campionato, dopo la sosta per le festività di Natale e di Fine Anno, riprende il 6 gennaio 2010, i bianconeri sono sconfitti a Bari (0-2), quattro giorni dopo pareggiano al "Friuli" per 1-1 con la Lazio. Altro pari (0-0) a Parma il 17 gennaio. Fa male la sconfitta interna del 24 gennaio contro la Sampdoria (2-) con l'Udinese nel frattempo scivolata in quartultima posizione. Il 31 gennaio l'undici bianconero se la cava a Catania (1-1) contro una diretta concorrente per la sopravvivenza cui fa seguito il primo successo di De Biasi, il 7 febbraio in Udinese-Napoli 3-1 (tripletta di Di Natale).
Poi il 12 e 21 febbraio la squadra cade a Milano contro i rossoneri (2-3) e a Genova contro il Grifone (0-3) e i Pozzo sono costretti a esonerare De Biasi richiamando Marino il cui ritorno è festeggiato con il successo del 24 febbraio a spese del Cagliari (2-1) che dà un calcio alla crisi. Ma il cammino dei bianconeri è altalenante, alla fine concludono al quindicesimo posto e Pasquale Marino è ormai ai titoli di coda. Verrà sostituito da Francesco Guidolin.
Il tecnico siciliano in tre anni di avventura friulana è rimasto seduto sulla panca bianconera 106 volte in campionato conquistando 42 vittorie e 27 pareggi, mentre le sconfitte sono 37.
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto