04 septiembre 2019
04 septiembre 2019

Accadde oggi - Walter D'Odorico

Walter D'Odorico

DOdoricoWalter.jpg
Il 4 settembre 1913 nasceva a Udine Walter D'Odorico, attaccante dell' Udinese dal 1928 al 1933 e dal 1939 al 1948. In questi due periodi D'Odorico che era un centravanti, ha totalizzato 209 in campionato segnando 109 reti  e, nella speciale classifica dei migliori bomber della storia dell'Udinese è secondo al solo Di Natale che di reti in campionato ne ha segnate ben 191. 
D'Odorico aveva nel colpo di testa il suo marchio di fabbrica e nel gioco aereo aveva pochi eguali tanto da essere stato soprannominato testina d'oro. Ha iniziato a giocare sui campi di Via Mentana, a poche centinaia di metri dalla propria abitazione, ma se la cavava anche in altre discipline sportive, a esempio era un bravo nuotatore e sovente dava un saggio della sua abilita nelle acque del canale Ledra. A 14 anni è tesserato nell'Azzurra di Udine presieduta da Aldo Savio titolare dell'omonimo bar ubicato in Piazza XX Settembre, sempre nel capoluogo friulano e a 16 anni passa all'Udinese. 
Nel 1929-30 debutta in prima squadra anche se viene utilizzato una volta soltanto, poi l'anno dopo assieme ad Annibale Frossi dà vita ad un binomio offensivo di assoluto valore. L'Udinese è neo promossa in B, si salva grazie anche ai gol di D'Odorico, ben 17, che scendono a 9 nella stagione 1931-32 con i bianconeri che concludono al sedicesimo posto e vengono retrocessi in B. D'Odorico nel 1932-33 di reti ne confeziona 16 e al termine della stagione viene acquistato dal Padova che è in serie A. Nella formazione veneta gioca 24 incontri, realizza 2 reti, il Padova retrocede e in B D'Odorico ritrova il feeling con il gol, ben 18 che gli valgono nuovamente la serie A, ma nella Lazio dove rimane due stagioni, dal 1935 al 1937. Nella capitale deve vincere la concorrenza nientemeno che di Silvio Piola, compito praticamente impossibile; gioca poco, 17 incontri, segna 5 reti. 
Poi passa al Torino, sempre in A, altri due anni, 15 gare, 3 reti. Nel 1939 viene assunto in qualità di funzionario dalla Camera di Commercio di Udine (D'Odorico si era nel frattempo laureato) per cui decide di far rientro a Udine. E' ancora giovane per abbandonare il calcio, indossa nuovamente la maglia bianconera e nel 1939-40, in B, segna 25 reti in 32 incontri quasi la metà dei quali di testa. Nella stagione 1941-42 dopo aver disputato 20 gare deve affrontare la campagna di Russia con il grado di sotto tenente. Dopo la disfatta all'inizio del 1943, riesce a rientrare in Italia ed entra nel campo contumaciale di San Gottardo a Udine assieme ad altri reduci. Tre mesi dopo sta abbastanza bene fisicamente, riprende ad allenarsi al "Moretti" con l'Udinese e torna in campo nelle ultime tre gare segnando 4 reti. Poi dopo la conclusione della guerra disputa in bianconero il torneo B/C, 1945-46, 18 gare e 8 gol, quello successivo di B, 30 e 9, per poi chiudere la sua carriera nel 1947-48, una presenza soltanto.
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto