26 septiembre 2019
26 septiembre 2019

Respinto il ricorso per la riduzione della squalifica di De Paul

Il Direttore dell'Area Tecnica Pierpaolo Marino ha commentato ad Udinews Tv la decisione della Corte Sportiva d'Appello Nazionale

ALBE8490.JPG
La Corte Sportiva d'Appello Nazionale ha respinto in data odierna la richiesta di procedimento d'urgenza proposto dall'Udinese Calcio per la riduzione della squalifica relativa alle 3 giornate inflitte a Rodrigo De Paul.
Il giocatore tornerà a disposizione per la trasferta di Firenze del 6 ottobre prossimo.
 
Commenta la decisione della Corte il Direttore dell'Area Tecnica Pierpaolo Marino intervenuto a Udinews TV:
"Siamo molto delusi perché i nostri legali e in particolare l'avv. Malagnini avevano preparato una difesa estremamente articolata, in cui si dava ampia dimostrazione alla Corte di come la sentenza del Giudice Sportivo fosse stata incongrua nei confronti di De Paul, presentando decine di precedenti in cui il Giudice Sportivo aveva sanzionato episodi simili con  due giornate, oppure la Corte d'Appello ridotto la squalifica. Attendiamo di conoscere le motivazioni perché per ora c'è solo il dispositivo.
Siamo molto delusi in quanto non è stata presa in considerazione l'attenuante della provocazione messa in atto nei confronti di De Paul da parte di Candreva, provocazione che è stata raccontata anche dai giornali quindi da terze parti. Per prassi consolidata del Giudice Sportivo, la provocazione costituisce attenuante nei comportamenti di reazione. Quindi, in base a questo principio, eravamo molto fiduciosi di ottenere una riduzione. Riteniamo di aver subito un provvedimento eccessivo, sia da parte del Giudice Sportivo che da parte del Giudice di 2° grado. Eccessivo nei confronti di De Paul e di conseguenza nei confronti dell'Udinese. In questo momento c'è un po' di irritazione ma anche delusione". 
 
 
 
 

 
 
 


Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto