03 octubre 2019
03 octubre 2019

Accadde oggi - Francesco Guidolin

Il tecnico di Castelfranco compie oggi 64 anni

Guidolin 3.jpg
Il 3 ottobre 1955 nasce a Castelfranco Veneto Francesco Guidolin, ex allenatore dell'Udinese nel 1998-99 e dal 2010 al 2014. Nella storia del club bianconero è il tecnico del club friulano con più presenze in A, 186 il frutto di 84 affermazioni, 42 pareggi e 60 sconfitte. Complessivamente nel massimo campionato italiano vanta ben 555 presenze. 
Guidolin prima di intraprendere la professione di allenatore è stato un discreto  calciatore, nel ruolo di mezzala. E' cresciuto nelle giovanili del Giorgione, poi è passato al Verona ed è stato Giancarlo Cadè a farlo debuttare in A il 16 novembre 1975 contro l'Ascoli. Con la formazione scaligera è rimasto due stagioni collezionando 24 incontri di campionato e un  gol realizzato, poi è stato prestato alla Sambenedettese in B (35 e 3) per rientrare nel 1978 a Verona disputando in una stagione 14 gare e un gol segnato; quindi è stato ceduto temporaneamente alla Pistoiese in A con cui ha militato nel 10979-80 (35 e 3), è rientrato a Verona in B dove è rimasto due stagioni (65 e 12), quindi ha indossato la maglia rosso blu del Bologna nella cadetteria (24 e 1), è tornato a Verona (2 presenze appena) per poi scendere di categoria militando nel Venezia in C2 (41 e 1).
Da allenatore ha iniziato la carriera nel Giorgione C2, in seguito è stato alla guida di Treviso, Fano, Empoli e nel 1992-93 ha avuto la soddisfazione centrare con il Ravenna la promozione in B. Nel 1993-94 ha guidato l'Atalanta nella massima categoria, ma senza fortuna, venendo esonerato dopo 10 gare. In seguito ha allenato il Vicenza in B centrando subito la promozione nella massima categoria e nel 1996-97 ha vinto la Coppa Italia battendo in finale il Napoli. L'anno successivo ha sfiorato il colpaccio in Coppa delle Coppe con il Vicenza che è approdato sino alle semifinali della manifestazione venendo poi battuto dal Chelsea. 
Il 25 maggio 1998 firma per l'Udinese: è lui il successore di Alberto Zaccheroni che sta per passare al Milan. In Friuli conquista il sesto posto e il diritto di partecipare alla Coppa Uefa, ma, a sorpresa, non viene confermato. Qualche anno più tardi il Guido confesserà che il divorzio fu generato da una "confusione nella comunicazione" con la società bianconera. Quindi ha allenato il Bologna, il Palermo con cui ha conquistato un altro pass per la Coppa Uefa, il Monaco, il Parma per poi tornare a Udine nel 2010 firmando altri tre capolavori, la conquista in successione del quarto, terzo e quinto posto. Nei play-off per accedere alla Champions League nell'agosto del 2011 e 2012 non avrà fortuna: la sua Udinese verrà sconfitta dapprima dall'Arsenal (0-1 e 1-2), poi dal Braga (1-1 e 5-6 dopo i calci di rigore). L'anno dopo chiude la sua avventura friulana con l'Udinese che si piazza al tredicesimo posto. 
Dopo essere rimasto fermo due anni ha allenato lo Swansea in Premier. Ora è opinionista a Dazn.
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto