12 octubre 2019
12 octubre 2019

Accadde Oggi - Nestor Sensini

Il 12 ottobre 1966 nasce l'ex calciatore bianconero

Sensini71.jpg
Il 12 ottobre 1966 nasce ad Arroyo Seco in Argentina Nestor Sensini, ex calciatore bianconero dal 1989 al 1993, poi dal 2002 al 2006 per complessive 240 gare di campionato disputate. Sensini era un difensore centrale tra i migliori della serie A anche se inizialmente nell'Udinese ha agito da mediano. Nella storia del calcio friulano è ricordato per essere stato il calciatore più anziano ad andare in gol, il 6 gennaio 2006, a 39 anni e 88 giorni. Inoltre è l'unico straniero che è stato prima calciatore poi anche allenatore della squadra udinese. Nestor Sensini, cresciuto nel Newell's Old Boys, ha debuttato nel massimo campionato argentino nel 1986 disputando 72 incontri sino al 1989 quando è stato acquistato dall' Udinese assieme al connazionale e coetaneo, l'attaccante Abel Balbo. Nell'ottobre del 1993 è stato ceduto al Parma (a Udine in parziale contropartita è arrivato il fantasista Fausto Pizzi) con cui ha collezionato 191 presenze in campionato formando con Thuram e Cannavaro un trio difensivo tra i più forti in assoluto. Con la formazione emiliana ha vinto la Coppa Uefa 1994-95 e 1998-99,  la Coppa Italia nel 1998-99, la Supercoppa europea nel 1993; poi, dopo aver disputato in A con i parmensi 156 gare, è passato alla Lazio (24 incontri in A) vincendo campionato e la Supercoppa europea 1999, la Supercoppa Italiana 2000 e lo scudetto 1999-2000; l' anno successivo è nuovamente in  forza al Parma per rimanervi altre due stagioni (35 presenze in A) vincendo la Coppa Italia 2001-02. Nel luglio del 2002  ritorna in Friuli e diventa il perno difensivo della squadra allenata da Luciano Spalletti conquistando due pass per la Coppa Uefa e uno per la Champions League. Nel febbraio del 2006 la proprietà bianconera, dopo aver esonerato Serse Cosmi, gli affida la responsabilità tecnica della squadra e l'argentino si avvale della collaborazione di Loris Dominissini. Debutta alla guida dei bianconeri l'11 febbraio 2006 in Lazio-Udinese, 1-1, ma dopo quell'importante pareggio le cose in casa udinese non vanno bene, fanno seguito infatti la sconfitta interna con il Siena, 1-2, quella a Milano con l'Inter, 1-3, il pareggio  al "Friuli" con l'Ascoli, 1-1, altre due sconfitte, a Palermo, 0-2 e in casa con il Milann, 0-4, per cui i Pozzo  sollevano dall'incarico Sensini e Dominissini e chiamano Giovanni Galeone ad assumere la responsabilità tecnica della compagine con il Gale che centrerà senza patemi l'obiettivo conquistando 15 punti nelle ultime 8 gare. 

Sensini in nazionale vanta 39 presenze ed è stato sfortunato protagonista nella finalissima dei mondiali 1990 a Roma contro la Germania: nel finale del match provoca il rigore (poi trasformato da Brehme) che decide il match, 1-0 per i tedeschi.
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto