18 octubre 2019
18 octubre 2019

Udinese-Torino, la guida alla partita

Sarà la sfida di campionato numero 69

UC_Banner sito notizia.jpg
La settimana di avvicinamento a Udinese-Torino è stata caratterizzata dalla sottoscrizione di un nuovo contratto di Rodrigo De Paul che si lega all'Udinese fino al 2024. Si tratta del punto esclamativo che permette alle parti di poter guardare al proseguimento della stagione con rinnovato entusiasmo e raggiungere così gli obiettivi dichiarati nel precampionato. In questa direzione anche le parole del Direttore dell'Area Tecnica Pierpaolo Marino: “Ci tenevamo a dimostrare a Rodrigo il valore che ha all'interno della nostra squadra e, soprattutto, stiamo portando avanti una politica di consolidamento della struttura tecnica considerando che sono in corso anche trattative di rinnovo con altri giocatori. La firma di De Paul dà il là, quindi, ad una politica di felice convivenza con i nostri giocatori e di solidità degli obbiettivi da perseguire”. Contro i granata, noni in classifica con 10 punti, tre più dei bianconeri, ci vorrà la migliore Udinese della stagione considerando che i ragazzi di Tudor hanno dimostrato nell'ultima partita di Firenze di giocare alla pari contro qualunque avversaria. Tra i temi della partita il confronto tra i due portieri, Juan Musso e Salvatore Sirigu sin qui tra i migliori della massima serie. L'argentino ha una media voto di 6,29, il portiere dei granata 6,57 la più alta in Serie A. In attacco sarà interessante la sfida Okaka-Belotti. La partita è valida per l'8^ giornata della Serie A Tim.

I PRECEDENTI. Quella in programma alla "Dacia Arena" sarà la sfida di campionato numero 69 tra Udinese e Torino, tutte nella massima categoria. Il primo incontro tra granata e bianconeri porta la data del 3 dicembre 1950 quando, al “Filadelfia”, uscì il segno “ics”, 3-3 con reti, nell'ordine, di Perissinotto, Santos su rigore, Forlani su rigore, doppietta di Frizzi e autorete di Grava. Nel ritorno al “Moretti”, il 22 aprile 1951 l' Udinese sconfisse il Toro per 3-1. Segnarono Darin, Picchi, Perissinotto, Erling Soerensen. In casa l'Udinese vanta 14 affermazioni, 14 pareggi e ha perduto solamente 6 volte. Questo il bilancio dei 68 precedenti incontri: 23 vittorie Udinese, 23 vittorie Torino, 22 i pareggi. Il riepilogo delle reti segnate: 76 Udinese, 78 Torino.

I MARCATORI DELLA STORIA DI QUESTA SFIDA UDINESE 76 reti - Quattro reti: Bettini; tre reti: Secchi, Lindskog, Iaquinta; due reti: Perissinotto, Bacchetti, Szoke, Castaldo, Fontanesi, Causio, Quagliarella, Di Natale, Felipe, Perica, De Paul; una rete: Forlani, Darin, E.Soerensen, Rinaldi, Zorzi, Moro, La Forgia, Pantaleoni, Tinazzi, Mereghetti, Canella, Selmosson, Rozzoni, Vriz, Cattaneo, Muraro, Virdis, Collovati, Pasa, Sensini, Branca, Bierhoff, Jorgensen, Muzzi, Pavon, Obodo, Barreto, Gyan, Floro Flores, Inler, Pepe, Pereyra, Wague, Thereau, D.Zapata, Jankto, Lasagna; autoreti: Grava, Invernizzi, Dossena, Molinaro.
TORINO 78 reti - Quattro reti: Belotti; tre reti: Armano, Kieft, Lucarelli; due reti: Frizzi, Bertoloni, Ferrario, Law, Tacchi, Bonesso, Abbruscato, Immobile, Quagliarella, Martinez, Benassi, Ljajic; una rete: Santos, Picchi, Caviglioli, Buhtz, Arce, Bonifaci, GC. Bacci, Ricagni, Fogli, Cella, Baker, Gualtieri, C.Sala, Graziani, Hernandez, Borghi, Serena, Schachner, Comi, Junior, Cravero, Scifo, Silenzi, Francescoli, Rizzitelli, Mezzano, Galante, Osmanovski, Maspero, Ventola, Dellafiore, Farnerud, El Kaddouri, Jansson, Acquah, Moretti, N' Ngoulou, Meité, Aina; autoreti: Miano, Hallfredsson.

GRANDE SUCCESSO - L'Udinese lo conquistò all'ultima giornata del girone di andata del campionato 1956-57, il 27 gennaio 1957 quando battè l'avversario per 5-1 interrompendo una serie di tre sconfitte consecutive con Padova, Bologna e Sampdoria (in quei tre incontri le zebrette subirono qualcosa come 12 gol segnandone solo 2). Il grande protagonista di quella sfida fu lo svedese Bengt Lindskog, il migliore in campo e non soltanto perché mise a segno una doppietta, ma perché rappresentò un costante pericolo per la retroguardia del Toro che era allenato da Fioravante Baldi. I granata ad onor del vero iniziarono bene il match con Armano e Bodi molto diligenti là in mezzo, con Arce pericoloso in avanti; poi nel finale del tempo l'Udinese prese il sopravvento e al 42' fu bravo Fontanesi centrare la porta dei granata. Nella ripresa non ci fu storia, l'Udinese fece il bello e cattivo tempo con Magli e Pantaleoni a disegnare trame d'autore, con Lindskog straripante, ma anche l'attaccante Secchi, che in quel torneo segnò la bellezza di 18 reti, fece la sua parte segnando, come lo svedese, due reti sfruttando abilmente altrettanti errori della retroguardia del Torino. Sullo 0-3 il Torino, approfittando di un sonno generale della retroguardia bianconera priva di De Giovanni che si era "stirato" quindici giorni prima contro il Bologna, riuscì ad accorciare le distanze con Juan Carlos Tacchi. Subìto il gol, l'Udinese si ridestò e Secchi e Lindskog segnarono altre due reti di ottima fattura per il conclusivo 5-1. Il Toro dopo quella sconfitta si ritrovò in ultima posizione, ma nel ritorno cambiò marcia salvandosi senza patemi.

Il tabellino di quell'incontro datato 27 gennaio 1957:
UDINESE: Romano, Azimonti, Valenti, Pantaleoni, Piquè, Magli, Frignani, Menegotti, Secchi, Lindskog, Fontanesi. Allenatore: Bigogno.
TORINO: Rigamonti, Grava, Cuscela, Ganzer, Grosso, Rimbaldo, Armano, Bodi, Arce, Ricagni, Tacchi. Allenatore: Baldi.
ARBITRO: Perego
MARCATORI: pt.42' Fontanesi; st.9 Secchi, 21', 26' Tacchi, 34' Lindskog, 43' Secchi.

DESIGNAZIONI ARBITRALI. Il match della Dacia Arena sarà diretto da Rosario Abissodi Palermo coadiuvato dagli assistenti Di Meo e Villa, mentre il IV Uomo è Massa. Al VAR: Doveri, all’AVAR Di Iorio.
Rosario Abisso, classe 1985, in questa stagione ha arbitrato 5 partite (4 di Serie A, 1 di Coppa Italia), mentre complessivamente sono 44 le partite dirette in serie A con 183 cartellini gialli distribuiti, 7 le espulsioni per doppia ammonizione, 2 i rossi diretti e 18 i rigori assegnati.
L'esordio in serie A risale al 6 gennaio 2015 in Chievo-Torino, terminata 0-0. L'ultima gara diretta da Abisso dell'Udinese risale al 6 ottobre 2018 in occasione della gara interna dei bianconeri contro la Juventus (0-2).
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto