20 octubre 2019
20 octubre 2019

Accadde Oggi | Cudicini

Il 20 ottobre 1935 nasce a Trieste Fabio Cudicini, ex portiere dell'Udinese dal 1955 al 1958

Roma Udinese 3-3 10 novembre 1957.jpg
Il 20 ottobre 1935 nasce a Trieste Fabio Cudicini ex portiere dell' Udinese dal 1955 al 1958 in cui ha totalizzato 30 presenze tra serie B e serie B. Suo padre, Guglielmo, è stato anch'egli un calciatore (terzino), cresciuto nel Ponziana, poi ha militato nella Triestina (compagno di squadra di Nereo Rocco), nel Prato, ancora nella Triestina, nel Bassano, per chiudere la carriera nel 1939 nella squadra con cui l'aveva iniziata, la Ponziana. Fabio Cudicini da ragazzo era anche una promessa del tennis, ha fatto parte della nazionale juniores, ma ad un certo punto doveva decidere se proseguire con la racchetta oppure dedicarsi interamente al calcio come poi farà. E' giunto a Udine nel 1955 con i bianconeri nel frattempo retrocessi in B a tavolino per un illecito consumatosi nel maggio del 1953. Nell' Udinese era il terzo portiere dopo Gianni Romano e Luigi Geatti. Ha debuttato a 19 anni, esattamente il 18 marzo 1955 in Udinese-Brescia 3-0, cavandosela egregiamente tanto che l'allenatore Giuseppe Bigogno lo fece partire titolare l'anno dopo con l' Udinese nuovamente in A. Cudicini, che era il portiere più alto d'Italia, con i suoi 191 centimetri, è rimasto a Udine sino al luglio del 1958 per poi passare alla Roma con cui nel 1960-61 ha vinto la Coppa delle Fiere. Nel 1963-64 si è aggiudicato anche la Coppa Italia per poi essere ceduto nel 1966 al Brescia dove è rimasto un solo anno (18 presenze). Sembrava che la sua carriera fosse giunta al capolinea, invece Nereo Rocco, suo concittadino, allenatore del Milan, gli ha dato fiducia, lo ha voluto nella squadra rossonera forse per fare da chioccia agli altri estremi difensori milanisti. Ben presto però Cudicini si è posto in evidenza, è diventato titolare. Soprattutto si è esaltato come uno dei migliori portieri a livello internazionale ed è stato anche soprannominato Ragno Nero non solo per la sua divisa tutta nera, ma per le sue splendide parate. Con il Milan ha vinto lo scudetto 1967-68, la Coppa delle Coppe sempre in quella stagione esaltandosi a Manchester contro l'United nelle gare di ritorno vinta dal Milan per 1-0 grazie soprattutto alle incredibili parate del portierone triestino. L'anno dopo Cudicini è ancora la saracinesca del Milan che si aggiudica la Coppa Campioni battendo in finale l'Ajax per 4-1; vince nel 1969 la Coppa Intercontinentale e si aggiudica la Coppa Italia 1971-72 per poi chiudere con il calcio. Riassumendo nel palmares del portiere triestino ci sono uno scudetto, due Coppe Italia, una Coppa dei Campioni, una Coppa delle Coppe, una Coppa delle Fiere, una Coppa Intercontinentale. Ha disputato 30 gare di campionato con l' Udinese, 165 con la Roma, 18 con il Brescia e 127 con il Milan.

Non ha mai difeso la porta della nazionale azzurra anche perché allora gli estremi difensori dell'Italia, Enrico Albertosi e Dino Zoff davano validissime garanzie all'allora ct, Ferruccio Valcareggi

Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto