10 gennaio 2021
10 gennaio 2021

Udinese - Napoli 1-2

Un gol nel finale sancisce la sconfitta per i friulani

WhatsApp Image 2021-01-10 at 16.40.09.jpeg
UDINESE – NAPOLI: 1-2 (1-1)
 
Udinese (3-5-1-1): Musso; Becao, Bonifazi, Samir; Molina, De Paul, Arslan (70’ Walace), Mandragora, Stryger Larsen (70’ Zeegelaar); Pereyra; Lasagna (80’ Nestorovski). A disposizione: Scuffet, Gasparini, Ouwejan, Makengo, Ter Avest, Palumbo, Rigo, De Maio. Allenatore: Gotti
 
Napoli (4-2-3-1): Meret; Di Lorenzo, Manolas (19’ Maksimovic), Rrahmani (46’ Mario Rui), Hysaj; Ruiz (68’ Elmas), Bakayoko; Lozano, Zielinski (92’ Demme), Insigne; Petagna (68’ Llorente). A disposizione: Contini, Ospina, Politano, Koulibaly, Ghoulam, Cioffi, Lobotka. Allenatore: Gattuso
 
Arbitro: Pasqua di Tivoli
Assistenti: De Meo e Bottegoni
IV: Marinelli
VAR: Nasca
AVAR: Tolfo
Marcatori: 15’ Insigne, 27’ Lasagna, 90’ Bakayoko
Ammoniti: Samir, Arslan, Zeegelaar, Di Lorenzo
Recupero: 2’ pt e 4’ st
 
È finita 1-2 la sfida della Dacia Arena tra Udinese e Napoli, valida per la 17^ giornata di Serie A TIM. Mister Gotti cambia qualche carta in tavola rispetto al pareggio esterno contro il Bologna e schiera nel reparto avanzato schiera il solo Lasagna, supportato da Pereyra sulla trequarti. Nella linea di centrocampo si rivedono dal primo minuto Molina e Mandragora, mentre viene confermato il trio difensivo. Dall’altra parte Gattuso si affida all’unica punta Petagna, schierando alle sue spalle il tridente formato da Lozano, Zielinski ed Inisgne. Al 12’ Lasagna si invola sulla destra e dal fondo mette al centro per Pereyra, l’argentino non ci arriva ma tocca quanto basta per far terminare il pallone sul piede di Mandragora. Il tiro al volo del numero 38 bianconero non trova tuttavia l’angolo giusto e Meret fa sua la sfera. Al 14’ il VAR arriva in soccorso del direttore di gara, quando viene richiamato al video per un contatto in area bianconera tra Lozano e Bonifazi, accordando, dopo una breve revisione, accorda un calcio di rigore per il Napoli. Sul dischetto si presenta Insigne che con un piazzato nell’angolino alto supera Musso per il gol dello 0-1. Al 21’ una veloce ripartenza di De Paul porta Pereyra al tiro da poco dentro l’area di rigore sullo scarico dal limite del capitano. Il tentativo del numero 37 bianconero è però leggermente sbilanciato e si spegne di poco sopra la traversa. Al 27’ l’Udinese trova il gol del pareggio. È Lasagna a guadagnarsi tutto il merito della rete per l’ottimo lavoro di pressione sulla difesa avversaria e per la bravura nel soffiare il pallone dai piedi di Meret sul retropassaggio di Rrahmani. Il numero 15 bianconero si trova così a porta completamente sguarnita e con un facile tocco di destro spedisce il pallone in rete per il gol dell’1-1. Al 44’ un lungo lancio di Bonifazi trova Lasagna che vince il contrasto di fisico con Rrahmani ma non quello successivo con Hysaj, perdendo il possesso della sfera. Sul pallone vagante arriva un lanciatissimo Stryger Larsen che di prima intenzione prova la conclusione dal vertice, Meret però in spaccata respinge il tentativo l’occasione sfuma.
Nella ripresa al 55’ Lasagna riparte in velocità accompagnato da Stryger Larsen alla sua sinistra. Il danese prosegue la corsa e viene servito in profondità dal numero 15 bianconero, portandosi al limite dell’area avversaria, la sua conclusione è però centrale e viene nuovamente respinta dall’estremo difensore partenopeo. Al 57’ Lasagna ha un’altra grande occasione sull’ennesima percussione centrale palla al piede di De Paul. Nei pressi dell’area di rigore il numero 10 friulano scarica alla sua sinistra proprio per Lasagna, il quale non trova però la freddezza necessaria per battere Meret e vede la sua conclusione ancora una volta respinta dal portiere ospite. Al 71’ ci prova anche il neo entrato Walace con un tiro al volo da poco fuori l’area di rigore su un pallone ribattuto dalla difesa. La conclusione è potente ma poco precisa e la sfera si spegne oltre la traversa. Al 79’ anche Insigne prova la battuta al volo dai 20 metri sulla respinta di testa di Samir. Il tentativo è potente ed indirizzato nello specchio ma Musso è attento e in tuffo fa suo il pallone. Al 90’ il Napoli trova nuovamente il gol del vantaggio. È Bakayoko a battere Musso con un colpo di testa dal vertice dell’area di porta che prima impatta contro la base del palo e poi si infila in rete per il gol dell’1-2 finale. Sfortunata sconfitta in extremis per gli uomini di Mister Gotti, il cui prossimo impegno è ora in programma per le 20.45 di sabato al Marassi di Genova contro la Sampdoria. 
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto