30 novembre 2019
30 novembre 2019

Une passion lungje 123 agns

La storie dai nestris colôrs blancs e neris e nas ai 30 di Novembar dal 1896

UC_Banner sito notizia.jpg
La date dai 30 di Novembar, an par an, e emozione e e alimente la passion pe scuadre dal cûr, par chê maie “magjiche” blancje e nere dal Udin, che chest an al finìs 123 agns e che al è il secont sodalizi dal balon plui antîc in Italie dopo dal Genoa, fondât intal 1893.
Intant che maestrancis di armadôrs britanics a fondavin il Genoa e si metevin sot intal zûc dal foot ball inte citât ligure, che il so puart al jere chel plui impuartant dal mediterani pal trafic comerciâl, a Udin si insegnave za il balon intal prin cjamp pai zûcs tal viert in Italie, fat sù de aministrazion comunâl e nassût intune aree (Braide Muzzati) dulà che cumò al è Plaçâl de Republiche, dongje des viis Rome, Battistig, Dante, Ceconi. No vin di dismenteâsi ancje che ae fin dal III Concors nazionâl di gjinastiche a Rome (davuelt dai 15 ai 20 di Setembar dal 1895), i gjinascj udinês si son esibîts cu la Virtus di Bologne intun incuintri di balon devant dai sovrans, il Re Umbert I e la Regjine Margarite, meretantsi il lôr laut e ancje la medaie ricuart di arint.
Ai 8 di Setembar dal 1896 une scuadre di students des scuelis superiôrs di Udin, formade dute di membris de Società Udinese di Ginnastica e Scherma, e vinç a Trevîs il titul di campions talians di balon intun triangolâr cul Trevîs e cul Ferrara, organizât de locâl Società Ginnastica e Velocipedistica ae fin di un concors nazionâl di zûcs di gjinastiche. Chest titul, però, nol pues jessi ricognossût, stant che la Federcalcio e vignarà fondade doi agns dopo. Cjapitani di chê formazion al è Antonio Dal Dan, mestri di gjinastiche intes scuelis comunâls di Udin e ancje grant protagonist des afermazions cuintri dai trevisans e dai estens.
L’Udin (cu la denominazion di Associazione del Calcio Udine, ma simpri part de Società di Ginnastica e Scherma) ai 5 di Lui dal 1911 si iscrîf in maniere uficiâl ae Federcalcio; la sô monture sportive e jere une cjamese mieze blancje e mieze nere e intal 1913, adun cul Padova e cul Petrarca Padova, al partecipe al so prin campionât, chel di promozion, che al jere la puarte par acedi al campionât nazionâl, là che e parteciparà intai doi agns seguitîfs.
Dopo de vuere, intal 1919, la Società di Ginnastica e Scherma e cambie non in Associazione Sportiva Udinese, li che si pratichin gjinastiche, scherme, atletiche lizere e balon. Intal 1922 l’Udin al zuie la finâl de prime Cope Italie, e al ven batût par 1-0 a Vado Ligure de formazion locâl. E je une scuadre, dut câs, che “e prodûs” soredut debits, e cussì l'an seguitîf il consei diretîf de ASU al decît di eliminâ la sezion dal balon che intal 1925 e devente autonome cu la denominazion Associazione Calcio Udinese. E cambie ancje la maie, che cumò e je blancje e nere a strichis verticâls e cul scudet mieç blanc e mieç neri. Cu la istituzion dai campionâts a ziron unic (1929-30), l’undis dal Udin al ven promovût in serie B, là che al reste dome par dôs stagjons. Ancje par vie dai problemis economics e finanziaris cronics, par siet agns i blancs e neris a zuin tal campionât di tierce categorie (serie C), ma intal 1939 a son promovûts di gnûf in B, là che a restin fin al 1943, cuant che dutis lis manifestazions sportivis a vegnin sospindudis par vie dai events belics.
Intal 1947 l'industriâl Giuseppe Bertoli, cotitulâr des oficinis omonimis a Mulignûf a Nord di Udin, al è elet president de ACU cu la scuadre che, cu la ristruturazion dal campionât di B, e je costrete a tornâ a partî de C. Bertoli nol mole, al met adun un grup che dal 1948 al 1950 al passe de serie C ae A. Intal Istât dal 1952 i passe il testemoni a so zinar, Dino Bruseschi, un dai presidents che al à tignût il temon par plui agns te storie dai blancs e neris, stant che al reste in cjarie fin al Otubar dal 1968, cuant che al cjaparà il so puest Pietro Brunello fin al 1976.
Intal 1954-55 l’Udin si bat fin tal ultin cul Milan pal scudet, ma al è secont a cuatri lungjecis dai ros e neris. Cheste la formazion: Romano, Azimonti, Dell’Innocenti, Snidero, Pinardi, Magli, Castaldo, Menegotti, Bettini, Selmosson, La Forgia. Altris protagoniscj a son Zorzi, Szoke, Sant, Ardit, Travagini, Morelli, Perissinotto. Il grant risultât al è però disfigurât dal proviodiment dal orghin dissiplinâr che al condane l’Udin ae retrocession par un ilecit capitât doi agns prime (in Pro Patria - Udinese dal Mai dal 1953).
La scuadre, dopo dome une stagjon, e rimonte in A, là che e reste fin tal 1962 cuant che e scomence une fase di decjadiment che si è sierade intal 1978 (cul club che intant si è trasformât intune S.p.a.) cu la promozion in B e l'an seguitîf di gnûf in A. Al è l’Udin di Teofilo Sanson, di Franco Dal Cin e di Massimo Giacomini. Sanson al mole (1981) e tal so puest president al devente Lamberto Mazza.
Intal Istât dal 1983 al rive il zuiadôr plui fuart tal mont, Zico, che al reste in Friûl par dôs stagjons. I tifôs a fasin siums grancj, par dopo restâ deludûts parcè che la scuadre no va plui insù dal puest numar nûf. L’Udin (1986) al è cjapât dentri ancje intal scandul dal calcio scommesse e in Lui Mazza si ritire; lis sôs azions a vegnin cuistadis di Gianpaolo Pozzo. Pal paron di cumò la aventure si fâs dute in rive sù: la comission dissiplinâr pôcs dîs dopo e condane il club ae retrocession pal ilecit sportîf. La sentence e ven modificade in apel: l’Udin al reste in A ma al è penalizât di nûf ponts te prossime anade di campionât.
Gianpaolo Pozzo, ancje par tornâ a dâi entusiasim al public, al cuiste i campions dal mont Francesco Graziani, Fulvio Collovati, Daniel Bertoni e, cence penalizazion, i blancs e neris si salvin. Di li al tache a fâ sù e jù tra A e B; Pozzo (1991) al è ancje sul pont di cedi la societât ma nol vûl jessi calcolât tant che un batût, alore si ravaie lis maniis e biel planc, ancje cul jutori dal fi Gino, al fâs sù une scuadre che e devente la regjine des provinciâls. Dal 1995-96 e reste in maniere stabile in A (come ancje lis dôs romanis e lis dôs milanesis), di chê volte si rive a concuistâ par dôs voltis il tierç, il cuart, il cuint e il sest puest. Par trê voltis l’Udin al siere in setime posizion, intune altre ocasion al è otâf. Simpri dal 1995-96 al partecipe par undis voltis a une manifestazion europeane (Champions League, Cope Uefa-Europa League). Inte ete di Pozzo a àn metude la maie blancje e nere zuiadôrs di gale tant che Totò Di Natale, Alexis Sanchez, Oliver Bierhoff, Marcio Amoroso, Valerio Bertotto, Alessandro Calori, David Pizarro, Abel Balbo, Nestor Sensini, Stefano Fiore, Giuliano Giannichedda, Fabio Quagliarella, Vincenzo Iaquinta, Samir Handanovič, Kwadwo Asamoah, Gokhan Inler, Rodrigo De Paul.
Gianpaolo Pozzo al à po dopo coronât il so sium: fâ sù un stadi di proprietât, moderni, comut, sigûr, bon di clamâ dongje lis fameis a viodi lis garis dai blancs e neris. Al ven costruît in timp di record, dal Jugn dal 2014 al Dicembar dal 2015 cence coscj pe coletivitât. Il stadi al ven sponsorizât de Dacia cul non di “Dacia Arena”.
Intal palmarès dal Udin a son la vitorie intal Campionât di Seconde Division (1924-24), doi Campionâts di B (1955-56 e 1978-79), doi Campionâts Primavera (1963-64 e 1980-81), une Cope Italie Primavera (1992-93), une Cope Italie semi pro (1977-78), un Trofeu Angli-Talian (1977-78), une Mitropa Cup (1979-80), une Cope Intertoto (2000).
Al Udin i son stâts conferîts ancje la Stele di Aur al merit sportîf (1950) e il Golâr di Aur al merit sportîf (2011).
Condividi su
Questo sito utilizza cookie, continuando a navigare acconsenti al loro impiego. Maggiori informazioni sono disponibili al link Privacy.
Accetto